Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 5 maggio 2013

Camminata Cuvegliese - Cuveglio

12a tappa Piede d’Oro 2013

partenza

Dopo la brutta aventura di mercoledì, stamane era di nuovo tempo di Piede d’Oro; così con uno stato d’animo non proprio sereno (…) mi sono presentato a Cuveglio, dove la Pro loco del paese organizzava la 29a edizione della classicissima “Camminata Cuvegliese”.

altimetriaConfermato l’ormai collaudato tracciato di gara, caratterizzato da una prima parte interamente disegnata su asfalto priva di asperità e quindi molto veloce; una parte centrale piuttosto vallonata con tanto di scalinata posta nel centro abitato di Cavona, che fa da preambolo alla terribile ascesa boschiva che conduce fino al punto più alto dell’intero percorso, ed una parte conclusiva con una lunga discesa a tratti anche piuttosto tecnica, che immette nei chilometri finali ricavati fra le viuzze del “paese vecchio”, che riportano fino alla piccola pista di atletica di Cuveglio dove è posto il traguardo di giornata.

Alle 9.00 in punto si parte; e che partenza! 1° chilometro chiuso in 3’07”, con un indiavolato Ronnie Fochi a fare l’andatura, Salah Argoub che lo segue come un’ombra, poi ci sono io che a mia volta non mollo un centimetro ai due battistrada, e ancora Proserpio, Breda, Mora, Rachid Argoub e via via tutto il gruppone.

Il ritmo è davvero sostenuto, e prima di entrare nell’abitato di Cavona sono costretto a concedere qualche metro al duo Salah Argoub – Ronnie Fochi; Breda e Proserpio rimangono invece con me, mentre il resto degli inseguitori è leggermente più attardato.
Ad un tratto il fattaccio (!!!): mi si slaccia una scarpa…
Decido di fregarmene, anche se correre con il pensiero di poter inciampare da un momento all’altro e con la scarpa “lenta” che potrebbe sfilarsi dal piede ad ogni passo, non è certo una sensazione piacevole…
…e non sono neanche al 3° chilometro…

Affrontiamo la scalinata di Cavona, e ci tuffiamo nella discesa che conduce fino ai piedi dell’erta boschiva che da sempre caratterizza questa competizione; in discesa sia Breda che Proserpio riescono ad allungare leggermente nei miei confronti, mentre alle mie spalle il più immediato inseguitore è un arrembante Maurizio “Rambo” Mora.

Attacco la temutissima ascesa in 5a posizione, ma mentre Proserpio mantiene il vantaggio che si era preso in discesa, Breda è ormai a tiro; sulle prime rampe della salita riprendo Ivan, che però non molla e si attacca alle mie caviglie. il sentiero va via via impennandosi sempre più: in alcuni tratti le pendenze son davvero impossibili e mi costringono a camminare, con Breda che ne approfitta per riportarsi davanti.

Proprio in prossimità dello scollinamento riesco però a seminare Breda, ancora qualche metro in cui si alternano svariati “su e giù”, prima di gettarmi definitivamente nella lunga discesa che da Vergobbio riporta verso Cuveglio.
Per un paio di volte a causa di bivi non presidiati e privi di cartelli rischio di sbagliare strada, ma fortunatamente grazie ai ricordi degli anni passati, riesco ad evitare spiacevoli errori.

Davanti sono ormai irraggiungibili, mentre alle mie spalle godo di un rassicurante vantaggio, così i chilometri conclusivi me li gestisco senza spremermi a fondo; ed è proprio in prossimità dell’ultimo chilometro che raggiungo e supero Ronnie Fochi, che dopo essere incappato in un errore di percorso, sta probabilmente pagando il “fuori giri” fatto poco prima in salita rimanendo vittima di forti dolori allo stomaco che lo costringono a rallentare in maniera vistosa.

arrivo

Entro nella piccola pista di atletica e mi godo gli ultimi metri prima di tagliare il traguardo al 3° posto assoluto coprendo i 10,35km rilevati al mio GPS in 38’58”.

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Salah Argoub (37’54”), 2° Paolo Proserpio (37’58”), 3° Giuseppe Bollini (38’58”), 4° Ivan Breda (39’20”), 5° Rachid Argoub (39’40”), 6° Maurizio Mora (39’42”), 7° Ronnie Fochi (39’55”), 8° Simone Prina (40’44”), 9° Daniele Ravelli (41’23”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Cristina Clerici (43’40”), 2a Elisabetta Di Gregorio (44’49”), 3a Sabina Ambrosetti (45’46”), 4a Rita Zambon (50’33”), 5a Ombretta Bellorini (52’02”), 6a Cristina Grassi (52’18”), 7a Cristina Albergoni (52’38”), 8a Sara Zuccolotto (52’52”), 9a Marinella Cozma (52’59”), 10a Lizia Rodari (53’18”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

premiazioni

Anche oggi organizzazione non impeccabile: come raccontato in precedenza almeno un paio di bivi del percorso erano privi di indicazioni, causando così alcuni errori. Peccato.

Domenica prossima sarà la volta di Castiglione Olona e della sua “Athlon Run”, gara podistica organizzata dagli amici degli Athlon Runners, quest’anno giunta alla sua 7a edizione.

Nessun commento:

Posta un commento