GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

sabato 26 dicembre 2009

Natale con i tuoi e… S.Stefano al Sacro Monte!

Dopo la grande abbuffata del giorno di Natale, stamattina un manipolo di "atleti" (...) si è dato appuntamento per smaltire un pò di calorie lungo la salita che porta verso il Sacro Monte; così io, Fiorenzo, Franco, Angelo e Carlo alle 9.30 eravamo davanti allo stadio di Varese pronti per l'allegra sgambata!
Dopo aver affrontato la prima parte di percorso interamente su asfalto, abbiamo imboccato il sentiero che passando per le cappelle, porta fino in vetta al monte; una breve pausa per ricompattare il gruppo e giù, stavolta passando per la strada asfaltata.
Totale dell'allenamento 12,2km, coperti in 1 ora e 2 minuti: alla fine tutti eravamo soddisfatti di questa nostra uscita di gruppo! Un rapido saluto, lo scambio degli auguri e via tutti verso casa pronti per un'altra maratona... stavolta però non di corsa ma enogastronomica, con le gambe ben ferme sotto alla tavola da pranzo!

Stadio - Sacro Monte  Altimetria_stadio VA - Sacro monte

domenica 20 dicembre 2009

Il mio 2009… di corsa!

2009

Anche quest’anno sta volgendo al termine, e così eccomi qua a tirare le somme su questo mio 2009 di corsa; i chilometri che ho “macinato” sono stati oltre 3000, le gare a cui ho preso parte 55, il bilancio generale non posso che definirlo positivo sia per i risultati raggiunti, sia per il fatto di non aver mai avuto grossi problemi fisici legati ad infortuni!

Le soddisfazioni sono state molte, così come i bei momenti trascorsi assieme ai tanti amici; dalle gare tirate dal primo all’ultimo metro quasi in apnea, agli innumerevoli allenamenti più o meno tranquilli, con la natura a scandire il passare del tempo e delle stagioni: ho corso lasciando impronte nella neve, ammirando gli alberi in fiore, sudando sotto il sol leone, calpestando il tappeto di foglie gialle nei boschi, per finire nuovamente con il freddo e il gelo di questi giorni.

Nelle competizioni a cui avevo partecipato anche nel 2008, quest’anno sono sempre riuscito a fare meglio, sia dal punto di vista dei piazzamenti che del cronometraggio; pertanto, con l’auspicio di continuare il trend positivo di questi miei primi anni da podista, colgo l’occasione per augurare a tutti quanti un 2010 migliore del 2009! Auguri di buone feste e felice anno nuovo!

P.S. non posso non citare il blog Dani-half-marathon dell’amico Daniele Uboldi, che ha realizzato degli splendidi slideshow, fra cui uno dedicato anche al sottoscritto!! Grazie Daniele!!

lunedì 14 dicembre 2009

Anche il podismo è uno sport “spennapolli”??

pollo Qualche anno fa decisi di intraprendere un' attività sportiva a causa della vita troppo sedentaria che conducevo; non volendo “investirci” soldi, la scelta ricadde prorprio sulla corsa a piedi. Ricordo nitidamente le prime uscite fatte con una maglietta e dei semplici pantaloncini in cotone che dopo pochi minuti erano già completamente zuppi di sudore, per non parlare delle calzature, che per l’occassione andai a “riesumare” fra le scarpe da ginnastica da buttare… un vecchio paio di Nike, che avevano addirittura il famoso cuscinetto d’aria bucato, tanto che ad ogni passo si sentiva anche il risucchio!!


Poi la passione è cresciuta, e allora via le vecchie Nike e i classici indumenti di cotone per fare spazio a calzature e abbigliamento molto pù tecnici. Fin qui niente di che, anzi direi che i costi per il materiale tecnico (essenziale) da running è ancora molto contenuto rispetto a quello necessario per altre tipologie di sport: alla fine per poter correre senza rischi è sufficiente spendere un centinaio di € per l’acquisto di un buon paio di scarpe da allenamento con cui si possono percorrere fino ad un migliaio di chilometri prima di doverle sostituire!


Il discorso cambia un pò quando si vuole abbandonare “l’amato boschetto” dietro casa per andare a gareggiare in qualche garetta più o meno importante; ormai non esistono quasi più competizioni che si possano fare senza il certificato medico sportivo, quindi la 1a spesa irrinunciabile è proprio quella per controllare il proprio stato di salute. Lo step successivo è quello di iscriversi ad un gruppo sportivo, in modo da venir tesserati per un ente sportivo; qui personalmente ritengo si trovi il confine fra le spese “lecite” e quelle invece inventate per rastrellare quanti più soldi possibili dalle tasche degli amatori…


E allora ecco pagine e pagine di regolamenti e convenzioni, che alla fine hanno come risultato di rendere complicato quello che dovrebbe esser la cosa più semplice del mondo: correre! Così capita che ci si debba tesserare non per 1 ma magari per 2 o 3 enti sportivi per fare una gara piuttosto che un’altra… e via soldi…


Una volta superato anche lo scoglio del tesseramento agli enti sportivi, arrivano le gare vere e proprie con i loro costi d’iscrizione; se per esempio prendiamo in esame una competizione sui 10km, a tutti sarà capitato di vedere dei costi d’iscrizione che possono variare anche di parecchi eurini: personalmente ne ho trovate a partire da 2€, fino ad arrivare a 18!!!!! Differenze di costo che a volte possono essere giustificate, magari dall’organizzazione più curata, o magari dalla presenza del pacco gara… ma che a volte proprio non si spiegano…


In conclusione penso che il podismo sia ancora uno sport abbastanza economico, a patto di prestare una certa attenzione alle varie “trappole” burocratiche, e a certe gare organizzate non per passione ma col solo fine di lucrarci sopra.

domenica 6 dicembre 2009

Winter Challenge: i filmati della 3a tappa, quello di CorsAmica e quello di Franco Rancati!

Cross dei 2 pini  Cross dei 2 pini by Franco

Winter Challenge 3a tappa: il cross dei 2 pini

La partenza


Dopo la mia latitanza di settimana scorsa alla 2a tappa del Winter in quel di Castiglione Olona, oggi ho deciso di tornare a calzare le scarpette chiodate per prendere parte alla 3a tappa del circuito: il cross dei 2 Pini. I motivi per parteciparvi eran davvero tanti, a partire dalla gloriosa storia di questa gara, alla buona compagnia degli amici Fiorenzo e Massimo, fino ad arrivare alla straordinaria bellezza della zona che ha fatto da cornice alla manifestazione, regalando a tutti i presenti una vista mozzafiato sul lago e sulle numerose creste alpine completamente imbiancate.


IMG_2935 Il tracciato di circa 2,6km da ripetere 2 volte con una coda finale di altri 100mt. da percorrere solamente all’ultimo passaggio per arrivare sotto al traguardo, è stato disegnato davvero molto bene, con un andamento vallonato e la presenza di diverse curve e controcurve che hanno contribuito a renderlo tecnico e molto muscolare.


Come ormai da consuetudine, dopo il minigiro dedicato ai più piccini, è la volta della gara vera e propria; la partenza è velocissima, con un nutrito gruppo di atleti che cerca di tenere le posizioni di testa; il 1° giro è caratterizzato dalla galoppata solitaria dell’amico Marco Tiozzo, che si sta testando in vista dei prossimi campionati assoluti di società di cross che si terranno nel mese di Febbraio. Io invece parto con “riserva” avendo un problema al bicipite femorale destro che ormai mi trascino da un pò di tempo…


Alla fine del 1° giro, Marco Tiozzo viene recuperato dai diretti inseguitori, fra cui ci sono Nader Rahhal, Matteo Raimondi, Simone Luciani e via via tutti i più forti, con naturalmente anche il favorito n° 1 Lhoussaine Oukhrid; io passo al giro di boa attorno alla 18a posizione, ma con il dolore alla gamba che comincia ad acutizzarsi e la sensazione che la davanti vadano comunque troppo forte! Decido allora di “alzare il piede dall’acceleratore”, continuando a spingere ma senza esagerare.


DSC_7724 Taglio il traguardo in 20a posizione, coprendo i 4,8km rilevati al GPS (la gara ufficialmente era dichiarata di 4,7km) in 17’16” con l’ennesima riprova che per quanto mi piaccia l’atmosfera e il clima di queste competizioni campestri, non siano certo il terreno a me più congeniale… Gara vinta da Lhoussaine Oukhride in 15’47”, che regola al 2° posto Nader Rahhal (15’52”) e al 3° un super Matteo Raimondi (15’58”). Anche in campo femminile è la leader della generale Ilaria Bianchi ad imporsi su tutte con un ottimo 17’36”, piazza d’onore per Cristina Clerici (18’07”) e 3° gradino del podio per Silvia Murgia (18’31”).


       >>>CLASSIFICA COMPLETA<<<


Organizzazione promossa a pieni voti, che ha saputo ricavare un bel tracciato e prepararlo al meglio: complimenti a Ugo Fantoni, alla 7 Laghi Runners e a tutte le persone che hanno collaborato per la riuscita della manifestazione!


Il prossimo e ultimo appuntamento con il Winter Challenge è per Domenica prossima 13 Dicembre a Casorate Sempione, dove Antonio Puricelli e Silvia Murgia assieme a tutta l’Atletica Casorate organizzeranno la 1a edizione del Cross del Roncaccio, al termine del quale oltre alle premiazioni di giornata si proclameranno i vincitori di tutto il circuito (classifica generale). Per leggere ancora qualcosa segnalo il sito dell’Atletica Casorate, quello di Pu.Ma Sport, il blog degli Athlon Runners e quello di Matteo Raimondi; per le foto invece ci hanno pensato Mario di CorsAmica e Arturo Barbieri.


DSC_7525 DSC_7794

martedì 1 dicembre 2009

Calendario e regolamento Piede d’Oro 2010

64_calendario Oggi è stato pubblicato il regolamento e il calendario ufficiale del Piede d’Oro 2010: tante le novità, a partire dal numero di gare che da 34 scende a 33, il cambiamento dell’attribuzione dei punteggi per la classifica generale, il costo d’iscrizione alle singole corse che aumenta leggermente, e non ultima la defezione di alcune tappe che hanno lasciato il posto ad altre.

Quelle che ho elencato sono solo alcune delle novità per il nuovo anno, per conoscerle tutte nei minimi particolari, vi rimando al calendario ufficiale, al regolamento per società e al regolamento per atleti.