GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

lunedì 31 gennaio 2011

Cross del Vallone - Cittiglio

4a prova Trofeo Monga – 2a prova Campionato Regionale Fidal di Società

IMG_4491__

Questa mattina un cielo grigiastro ed una temperatura prossima agli 0° C non hanno scoraggiato i tanti appassionati di corsa campestre: circa 600 persone hanno infatti popolato il bel pratone in località Vallone di Cittiglio, che per la 10a volta ha fatto da cornice all’omonimo Cross, come sempre organizzato in maniera esemplare dagli amici dell’ Atletica Verbano.

IMG_4475 Una volta arrivato a destinazione mi dirigo subito nei pressi della zona iscrizioni per ritirare il chip e il pettorale che oggi è particolarmente “ingombrante” da indossare, non tanto per le sue dimensioni, ma per il numero che riporta impresso: 1 (!!!)

Decido di scaldarmi sulle strade asfaltate adiacenti al pratone, così mentre corricchio in completa solitudine, l’aria frizzante del Vallone mi sferza il viso svegliandomi poco alla volta dal torpore mattutino che ancora mi avvolge; l’ora del via si avvicina, mi dirigo verso l’auto per togliermi la felpa e per indossare le chiodate e sento lo sparo che apre la gara femminile e quella degli over 60. Mentre l’amica Silvia Murgia taglia vittoriosa il traguardo della sua gara, sono intento a fare ancora qualche allungo, stavolta però nel prato e con le scarpe chiodate ai piedi, prima di dirigermi sotto al gonfiabile dove nel giro di qualche minuto sarà la volta della mia batteria.

IMG_4512 Il momento della partenza è sempre uno dei più difficili per me: stamane però anche se colto leggermente di sorpresa sono comunque riuscito a partire abbastanza bene posizionandomi attorno alla 25a posizione; stranamente non mi faccio prendere dalla foga, impostando un buon ritmo ma senza aver fretta di recuperare posizioni fin da subito.

Corro così la prima parte del circuito, quasi tutta in salita, stando in scia all’amico Francesco Mulè, fino ad arrivare allo scollinamento dove lasciando andare le gambe guadagno agevolmente qualche posizione; la parte centrale è invece caratterizzata dal lungo rettilineo posto nella zona più bassa del tracciato, dove capisco che devo assolutamente accelerare per non perdere il treno buono: il serpentone di atleti si è infatti spezzato e mentre in testa c’è un gruppetto abbastanza compatto composto da una quindicina di unità, io sono il 1° degli inseguitori con però un buco di circa 50 metri da ricucire.

Arriviamo nella parte finale del percorso, dove bisogna ritornare in “quota” per ritransitare nelle vicinanze della partenza ed è proprio sulle rampe delle varie cunette che si susseguono in rapida successione, che riesco a rifarmi sotto agli atleti che mi precedono.

IMG_4622 Inizio la 2a tornata, e stavolta già dai primi metri riesco a guadagnare qualche posizione ai danni di atleti che erano partiti davvero troppo forte! Continuo a spingere bene, mettendo nel mirino le canotte gialle degli amici Andrea Basoli, Enea Zampini e Umberto Porrini che mi precedono con un vantaggio di qualche decina di metri.

Passo per l’ultima volta nei pressi della partenza, mi sento ancora bene e decido che devo provare ad andare a prendere Andrea Basoli che è il 1° atleta che vedo davanti a me; nella prima parte del circuito mi avvicino davvero molto, riuscendo però a chiudere definitivamente il gap solamente sul lungo rettilineo che porta verso la parte conclusiva del percorso. Affianco Andrea, provo a superarlo, ma il neo portacolori del Casorate non ci sta, e nel giro di pochi metri mi risupera; raccolgo le ultime energie e tento nuovamente il sorpasso: stavolta Andrea non riesce a rispondere, tanto che sulle cunette della parte finale allungo ulteriormente, davanti a me c’è la canotta di Enea Zampini che si avvicina vistosamente, ma ormai siamo prossimi all’arrivo…

Chiudo la mia prova in 8a posizione con il tempo ufficiale di 20’45” (20° tempo assoluto considerando tutte le batterie), per coprire i 5,9km rilevati al mio GPS e conquistando così la 2a posizione di categoria TM alle spalle di Umberto Porrini. La batteria è vinta da un super Fabrizio Pellizzoni in 19’04” (che sigla anche il tempo migliore in assoluto), che dopo un duello vibrante regola al 2° posto Matteo Fiorelli (19’10”), al 3° posto ma staccato di oltre un minuto Enrico Stivanello 20’15”. Nella batteria maschile M40 – M45 domina Marco Brambilla 19’28”, 2a piazza per un ritrovato Maurizio Brassini (20’01”) davvero in gran spolvero, chiude il podio Marco Premoli (20’06”). Per vedere e scaricare tutte le classifiche complete potete consultare il sito SDAM.

Organizzazione impeccabile e campo di gara davvero superlativo dove non manca davvero niente: salite, discese, parti tecniche e altre più veloci di scorrimento, il tutto caratterizzato da un ottimo fondo regolare e ben curato; insomma questo Vallone potrebbe davvero aspirare ad ospitare anche appuntamenti di portata nazionale!

Veniamo alle “segnalazioni di servizio”: per vedere tutte le foto della mattinata potete visitare la fofogallery di Mario Busnelli (oggi in duplice veste di fotografo/podista!!) sul suo blog CorsAmica, quella di Davide direttamente sul sito Atletica Verbano, mentre altri numerosi scatti sono visibili e scaricabili dalla fotogallery del mitico Arturo Barbieri su Podisti.net. Per qualche altro commento segnalo i blog degli amici Omar “soxj” Spoti, quello di Mario CorsAmica, quello di Nicolap (conosciuto oggi di persona!) e quello degli Athlon Runners, mentre sul sito dell’Atletica Casorate c’è l’articolo di Antonio Puricelli.

giovedì 27 gennaio 2011

Verso il Vallone!

Vallone Il fine settimana che sta arrivando avrà come protagonista assoluto il cross: Varese sarà infatti teatro della prova valida per il titolo assoluto italiano di specialità, mentre a pochi chilometri di distanza e più precisamente a Cittiglio, andrà in scena la 10a edizione del “Cross del Vallone”, quest’anno valevole come 4a prova del “Trofeo Monga”, e 2a prova del Campionato Regionale Fidal di Società.

Salvo inconvenienti sarò presente a Cittiglio, anche se per me sarà più un banco di prova che altro, visto che arrivo da un periodo senza gare e con tanti allenamenti lunghi ed impegnativi che sicuramente mi hanno tolto un pò di brillantezza, che spero mi restituiscano fra qualche tempo!

Settimana scorsa ho comunque rifiatato un poco, allenandomi solo a giorni alterni e senza “spingere” troppo; Domenica invece sono tornato a salire al S.Monte, coprendo un dislivello positivo di circa 500mt. e uno sviluppo complessivo di 18km. Lunedì e Martedì uscite lente, mentre ieri è stata la volta di un lavoretto di qualità: una seduta di interval training su un percorso piuttosto collinare di 14km.

A questo punto non rimane che una cosa da fare: iniziare ad avvitare i chiodi alle scarpe da cross… Vallone arrivo!!

sabato 22 gennaio 2011

Piede d’Oro 2011: meno di un mese al via della nuova stagione

Piede d'Oro

Anche quest'anno dopo la sosta invernale, lo storico circuito del Podismo Sportivo del Varesotto, giunto ormai alla sua 29a edizione e cresciuto di anno in anno fino ad arrivare ad avere una media di 600 partecipanti a tappa, si prepara a ricominciare la stagione.

Domenica 20 Febbraio toccherà infatti a Varese ospitare la 1a delle 33 gare inserite nel calendario del Piede d'Oro 2011: la “28a Marciando per la vita”, gara podistica di 10km che si snoderà su uno splendido percorso caratterizzato da suggestivi passaggi nei pressi della chiesa di S.Cassiano, della Torre di Velate e del Castello di Masnago; il ritrovo è fissato a partire dalle ore 8:00 in Via Crispi 110, la partenza verrà data alle ore 9:30.

L'invito a correre è rivolto proprio a tutti, con la possibilità di scegliere fra la gara competitiva e quella NON competitiva, fra il percorso lungo (10km) e quello ridotto (4,5km circa) per i meno allenati; ricordo infine che il ricavato della manifestazione sarà devoluto all'associazione onlus “Varese per l'Oncologia”.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito web http://www.piededoro.info/.

giovedì 20 gennaio 2011

Il campione va in cattedra

Campionati Italiani di Cross a Varese e incontro con Stefano Baldini.

Incontro con Baldini Il 30 Gennaio 2011, l’ippodromo “Le Bettole” di Varese che già in passato aveva fatto da cornice alle imprese di grandi atleti azzurri, torna ad ospitare un importante manifestazione di portata nazionale: i Campionati italiani assoluti di cross.

In occasione dell’evento, sono state organizzate alcune interessanti iniziative “collaterali” come ad esempio dei convegni e degli incontri fra studenti e alcuni campioni azzurri tra cui Alberto Cova, Stefano Baldini, Stefano Mei e Gabriella Dorio.

In particolare da segnalare l’appuntamento di Venerdì 28 Gennaio, un incontro pubblico aperto a tutti con il campione olimpico di maratona (Atene 2004) Stefano Baldini. Per tutte le info cliccate sull’immagine del volantino.

domenica 16 gennaio 2011

“Giro dei 5 paesi” a Sumirago e…

…breve riassunto degli allenamenti settimanali.

La settimana appena trascorsa è stata per me una settimana di carico, che ho usato sia per capire a che punto è la mia condizione, sia per testare il solito problema alla gamba destra che ormai mi accompagna da oltre 1 anno…

Devo dire che in entrambi i casi, le sensazioni che ho avuto sono state positive: ho macinato un buon numero di chilometri inserendo 2 sedute di qualità e ottenendo ottimi riscontri sia a livello di performance che di tenuta; il fastidio localizzato nella zona posteriore/laterale della coscia ogni tanto si fa sentire, ma non è neanche il lontano parente del dolore che mi ha “fatto compagnia” per diversi mesi nella scorsa stagione. Tutto ciò mi fa ben sperare per il proseguio!

Ma ecco un breve riassunto degli allenamenti che ho svolto:

Tempi al km

Lunedì 10 Gennaio: 11,3km di corsa collinare a 4’36”/km di media
Martedì 11 Gennaio: 7,5km di corsa lenta con esercizi di skip
Mercoledì 12 Gennaio: 3km di riscaldamento + 6x1000mt. con recupero attivo di 500mt. + 3km defaticamento
Giovedì 13 Gennaio: 6km di corsa lenta
Venerdì 14 Gennaio: 3km di riscaldamento + 5km di progressione da 3’58”/km a 3’14”/km + 3km defaticamento
Sabato 15 Gennaio: riposo
Stamane infine Domenica 16 Gennaio: lungo collinare di 21,6km a 4’23”/km di media

Tempi al km - Domenica Per il lungo di stamattina onde evitare di “smazzarmi” l’ennesima uscita in solitaria, ho approfittato della camminata IVV-FIASP il “Giro dei 5 paesi” a Sumirago, che ormai da qualche anno è per me un appuntamento fisso di inizio stagione; ad accompagnarmi i fratelli Gornati (Luca e Stefano), con cui ero già d’accordo ci saremmo trovati e l’inaspettata ma piacevolissima presenza dell’amico Manuel Beltrami, incontrato per caso al tavolo delle iscrizioni.

Temperatura fredda prossima allo 0°C e tanta nebbia lungo la strada, ma quando si è in compagnia e ci si diverte, i chilometri scorrono comunque velocemente senza problemi! Così fra una battuta ed un altra arriviamo al bivio fra il percorso da 10km e quello da 20: Luca non se la sente di proseguire per il lungo, ci saluta e torna verso il centro sportivo di Sumirago; io Manuel e Stefano tiriamo dritti per i 20km.

Passiamo Albizzate, Quinzano e Vinago, entriamo in Mornago con Manuel che alza sempre più il ritmo; Stefano comincia ad essere in riserva e il bello deve ancora arrivare…

Altimetria - DomenicaAbbandoniamo la strada provinciale dirigendoci verso il paese di Montonate ed ecco arrivare il primo strappo; questo è solo l’antipasto, infatti dopo circa 1km la strada torna ad impennarsi e stavolta non darà tregua per circa 2km! Salgo con il mio passo, impostando un buon ritmo e riuscendo comunque a dosarmi molto bene, tant’è che sulle ultime rampe riesco ancora ad aumentare ulteriormente l’andatura; finalmente lo scollinamento, ancora un chilometro ed eccomi arrivare al traguardo.

Alla fine il GPS mi indica 19,4km coperti alla media di 4’23”/km: più che soddisfatto! Breve sosta al ristoro per bere un pò di the caldo ma soprattutto per scambiare 4 chiacchiere sull’allenamento appena svolto, e poi via verso casa…

…naturalmente sempre di corsa!

domenica 9 gennaio 2011

Pianura? Neanche a parlarne…

Stamattina in compagnia di Omar “soxj”, Marco “il luminoso”, Stefano e Luca, era in programma un allenamento in salita; la scelta è ricaduta ancora una volta sull’ormai collaudato “Giro del Lume”, un tracciato molto impegnativo che da Masnago sale fino in vetta al nostro amato S.Monte per poi riportarci nuovamente al punto di partenza. Il bello di questo giro è che difficilmente rimane uguale da una volta con l’altra…

Così anche oggi per la felicità (!!!) di tutti i partecipanti, quando ormai eravamo in dirittura d’arrivo con nelle gambe già una 15ina di km e un dislivello positivo e negativo di circa 500mt. ecco la sorpresa finale: salita del Montello! L’allenamento si conclude quindi con all’attivo 17km coperti in 1h28’, tanta salita e altrettanto divertimento!

Non poteva mancare la foto ricordo scattata proprio in cima al S.Monte, che rende davvero bene l’idea delle condizioni meteorologiche di stamattina. Grazie a tutti per la compagnia e alla prossima!

S.Monte Planimetria

Questo il racconto del Luminoso: troppo bello per non essere pubblicato!!

“12a Lampadari Frigo Nereo- Sacromonte
Domenica 9 gennaio 2011

LumiSiamo al dodicesimo allenamento dedicato al nostro caro Sacromonte il Team “Dove osano le aquile” si ritrova alle 9,00 davanti al ritrovo abituale di via Crispi.
Nel Team presenti Beppe, Lumi e Soxy, assenti Maurone (oggi gareggiava) e Jamba ancora non del tutto guarito dalla Bronchite.
Graditissimi ospiti i Gornatis, Luca e Stefano pronti per la seconda volta a provare il piacere di salire.
Partenza alle 9,08 (4°C) la parte iniziale è quella dalla gara iniziale del Piede d’oro la prima parte,è pianeggiante per circa due chilometri,l’andatura è lenta ci aspettano tanti chilometri impegnativi. Passiamo vicino allo stadio, al palazzetto dello sport,alla chiesa di Avigno fino ad arrivare alla prima salita di giornata detta della Torre di Velate.
Una stradina prima asfaltata e poi in sterrato ci porta alla caratteristica chiesetta di San Cassiano, la più antica della zona , da qui inizia la prima salita in sterrato, Beppe e Stefano allungano mentre Lumi Luca e Soxy sui gradoni naturali, lasciano fare, questa fatica viene appagata dall’ affascinante torre di velate, posta alla fine, dove il gruppo si ricompatta.
Inizia un tratto asfaltato pianeggiante, che porta al borgo antico di Velate, dove si trova la seconda salita denominata ” il ciotolato Guttuso”.
In questa parte di Velate visse in alcuni periodo della vita il famoso pittore siciliano Renato Guttuso.
Anche qui il Beppe allunga si vede che è già in condizione ed ha un altro passo, lo troviamo a curiosare la salita che porta al sentiero S.Francesco, non ti preoccupare primo o poi lo si farà.
Segue una discesa in asfalto di circa 400 metri, che porta gli atleti a svoltare a sinistra verso il sacro monte la nostra meta.
Ultima parte in leggera discesa e poi dalla chiesa che si trova sulla nostra destra, imbocchiamo la via Prima Cappella l’anticamera dell’ultimo tremendo pezzo e qui Il Beppe e Stefano allungano decisamente, il terzetto segue con il proprio passo.
Si passa da via Oronco per arrivare alla temuta Via Conventino, 400 metri di muro, del terzettoo che insegue solo Lumi cerca di tenere “sempre a debita distanza” il contatto con la testa, Luca e Soxy decidono di fare il loro passo e in questi casi fanno bene.
Iinizia "IL CALVARIO" con le cappelle ben 1900 METRI di sacra salita, dove le pendenze sono davvero ardue.
Adotto la mia tattica, seguo il ritmo che il corpo mi propone, conosco troppo bene questo percorso e non mi intimorisce più.
Arrivo bene per fare il pezzo dopo il quadro di Guttuso, dalla terza alla quarta cappella ci sono due muri che a guardarli ti viene male.
Bene anche dopo l'arco che fa capire che i due muri sono finiti,Stefano si avvicina mentre Beppe sarà già arrivato e starà bevendo un cappuccio su al Bar.
Piccolo pezzo in piano, che mi fa respirare e ultima fatica prima del muro che porta all'ultima cappella, pianetto ed ecco dall'alto il MOSE' che ci aspetta.
Quest'ultimo pezzo è il riassunto di tutto la nostra fatica,un muro di 250 metri che non ti fa respirare ci attende, Stefano è lì ma non riesco a prenderlo, ma alla fine del Mosè sto bene e questo mi rende felice.
Il gruppo si ricompatta per scendere tutti insieme, nella lunga discesa terreno del prode Soxy che viene va giù con il freno tirato…. propongo la variante M che allarma il Team.
Ed eccola la variante M abbreviazione di Montello, una volta arrivati in valle, dopo la pizzeria della Baita si gira a sinistra per l’ultima salitella di giornata la Via Montello co il disappunto di qualcuno.
Si arriva stanchi ma soddisfatti tutti insieme al negozio, dove ci attendono The biscotti e una doccia calda oltre le immancabili chiaccherate sul dopo corsa.
Sono molto soddisfatto di come il Team sia cresciuto, da casuale ritrovo a voglia di vedersi di confrontarsi e cosa più importante di stare insieme.
Abbiamo tante cose ancora da dire e da fare, qualcuno si è perso, qualcuno di nuovo è arrivato.
Giovedì due nuovi volti Raffo e Peter saranno dei nostri, qui chi ha voglia di correre e di stare insieme e sempre il benvenuto.
Luminoso”

sabato 8 gennaio 2011

Calendario F.I.A.S.P. 2011 comitato provinciale di Varese

Pubblicato il calendario delle camminate a passo libero IVV-FIASP 2011 per la provincia di Varese. Per visionarlo clicca sull’immagine qua sotto o nell’elenco “calendari 2011” nella colonna a sinistra del blog.

Fiaspva_

giovedì 6 gennaio 2011

Ammazzinverno – Camminata dei Presepi - Cavaglietto

06012011(005)All’inizio doveva essere la giornata del 54 ° Campaccio, poi dopo la prima conferma avuta proprio dagli organizzatori della Sangiorgese sulla possibilità di partecipare anche come tesserato CSI, mi è arrivata la smentita prima da TDS (la società che si occupa del cronometraggio) e poi anche dagli organizzatori stessi: “la manifestazione è aperta solo ai tesserati Fidal e non agli atleti tesserati per altri enti…”
Pace, magari però se almeno loro che organizzano avessero le idee un pò più chiare non sarebbe male...
Così ho tirato una bella riga sul calendario di fianco al 6 Gennaio cancellando il "Campaccio" e riscrivendoci sopra il nuovo obiettivo: "La camminata dei Presepi" a Cavaglietto (NO).

Stamattina dopo essermi svegliato di buon’ora ed essermi assicurato che la tanto preannunciata neve non fosse arrivata per davvero, mi sono messo in viaggio arrivando come spesso mi capita in largo anticipo: alle 8.30 avevo già fra le mani il talloncino dell’iscrizione! Quattro chiacchiere, un pò di riscaldamento ed ecco arrivare le 9.30: l’ora del via.

Si parte sul piede dei 3’20”/km, con Silvio Gambetta a fare l’andatura, nella sua scia Brustia, Guglielmetti, il sottoscritto, Brassini e Clemente; abbandoniamo quasi subito l’asfalto per tuffarci nello sterrato delle campagne, il ritmo continua ad essere buono ma a qualcuno non basta: allo scoccare del 2°km è infatti Maurizio Brassini a portarsi in testa incrementando ulteriormente la velocità. Nessuno alza il piede dall’accelleratore, e nonostante “l’allegra andatura” nessuno dei battistrada  Tempi al kmperde terreno; continuiamo a spingere a fondo fino a risbucare in paese, qualche passaggio nelle vie del piccolo centro e poi via ancora una volta verso le campagne. Ormai siamo all’ultimo km, Guglielmetti, Clemente e Brustia si sono avvantaggiati di qualche metro, subito dietro a loro in fila indiana con pochi secondi a dividerci uno dall’altro Brassini, io e Gambetta; la stanchezza comincia a farsi sentire, non conosco il percorso e fatico ad orientarmi, allora lancio uno sguardo al GPS che indica che siamo a 5,2km…

Decido di rifiatare un attimo perchè manca ancora quasi un chilometro, così Brassini guadagna qualche secondo mentre Gambetta mi sopravanza; purtroppo capisco troppo tardi che lo sviluppo dichiarato di 6km difetta di qualche centinaia di metri…
…mi ritrovo così all’arrivo senza avere la possibilità di giocarmi la volata con i 2 compagni d’avventura.

Chiudo in 6a posizione, coprendo i 5,5km rilevati al mio GPS in 18’50” alla buona media di 3’26”/km; il percorso era si pianeggiante, ma per 4/5 ricavato su sterrato, e considerando che in questo periodo dell’anno non sono mai stato così brillante, alla fine non posso che essere soddisfatto della mia prestazione! Gara vinta da Francesco Guglielmetti in 18’15”, che regola in volata Stefano Clemente (18’18”), il 3° posto va invece ad appannaggio di Alessandro Brustia col tempo di 18’35”; poi nell’ordine: 4° Maurizio Brassini (18’42”), 5° Silvio Gambetta (18’46”), 6° Giuseppe Bollini (18’50”), 7° Marco Munerato, 8° Luca Raineri, 9° Marco De Matteis e 10° Davide Amenta. In campo femminile sono le 2 portacolori della Comense Cristina Clerici e Valentina Tagliabue a tagliare il traguardo praticamente assieme con la vittoria assegnata alla Clerici, mentre il 3° gradino del podio se lo aggiudica Elena Platini; poi nell’ordine: 4a Elena Manzato, 5a Mara Della Vecchia, 6a Julia Baycova, 7a Mariella Cerutti, 8a Isabella Cerutti, 9a Elena Serrani e 10a Alice Di Simone.

Ottima l’organizzazione, percorso che personalmente ho gradito molto, ristoro più che sufficiente e premiazioni niente male: da segnare in calendario per l’anno prossimo alla faccia del Campaccio!!  (…e della Fidal…)

domenica 2 gennaio 2011

Benvenuto 2011: si ricomincia…

…o meglio si continua.

Infatti dopo l'ultimo post pubblicato alla vigilia di Natale, in cui auspicavo di concedermi qualche giorno di pausa dalla corsa almeno fino all’arrivo del nuovo anno, sono passati solo 3 miseri giorni prima che tornassi ad indossare le mie adorate scarpe da allenamento… una sola parola: incorreggibile!

Martedì 28 Dicembre: 11km di corsa collinare a 4'16"/km di media
Mercoledì 29 Dicembre: 17km di corsa in progressione partendo a 4'35"/km e finendo a 3'45"/km, media totale 4'08"/km
Giovedì 30 Dicembre: 40 minuti di corsa lenta con qualche esercizio di Skip
Venerdì 31 Dicembre: 10 sprint da 100mt. in salita con recupero attivo, qualche km di corsa lenta e 2000mt. in 6'50" per un totale di 14,5km
Sabato 1 Gennaio: completamente sfasciato dai festeggiamenti ho riposato...

Altimetria Stamattina invece ritrovo con Omar e il Luminoso, per scambiarci gli auguri di buon anno e smaltire qualche caloria di troppo assimilata durante le feste. Partenza dal negozio dei Frigo’s, fino a scendere giù giù fino al lago; naturalmente come già assodato in altre occasioni, quando si scende prima o poi bisogna anche risalire! Così una volta imboccata la strada tutta interamente in salita che attraversa prima il caratteristico paesino di Mustonate e poi quello di Morosolo siamo arrivati fino alla scalinata di Casciago che con i suoi 200 gradini ci ha riportato definitivamente in “quota”; non contenti abbiamo proseguito a salire, fino ad affrontare anche la mitica ascesa in ciottolato di Velate. Parte finale quasi tutta in discesa fino a tornare al punto di partenza,  per un totale di 16km coperti in 1h e 29’.

Come si dice in questi casi: “chi ben comincia è a metà dell’opera!”.

2011A proposito:    

 Auguri per un felice e sereno 2011…

…naturalmente sempre di corsa!