GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

domenica 26 aprile 2009

Memorial Zedde - Monvalle

Un'altra Domenica caratterizzata da pioggia e vento ha accompagnato l'undicesima edizione del "Memorial Zedde", gara podistica organizzata dal locale gruppo sportivo di Monvalle valevole come 10^ tappa del piede d'oro.

26042009 26042009(001)

Percorso completamente inedito rispetto alla passata edizione, con l'eliminazione della terribile ascesa che caratterizzava questa corsa, e una larga concessione agli amanti dello sterrato: infatti tolto il tratto iniziale e pochi altri attraversamenti su asfalto, tutto il tracciato si snodava per i boschi e i campi limitrofi al paese. L'idea sarebbe anche stata buona, se non fosse stato per le condizioni meteo avverse che hanno trasformato quella che doveva essere una gara di podismo in una gara di sci e arrampicata...

Alcuni tratti a causa della pioggia son diventati delle vere e proprie trappole: su una parte in discesa io me la son cavata con qualche escoriazione causatami da degli "incontri ravvicinati" con i tronchi delle piante, a cui ho tentato di aggrapparmi per poter stare in piedi mentre "sciavo verso valle", ma a qualcun altro è andata peggio finendo anche al pronto soccorso...

26042009(005) Luci e ombre sulla gara odierna, anche se tirando le somme direi più ombre... Tra gli aspetti negativi una partenza e un 1°km davvero troppo angusti che come al solito hanno causato rallentamenti e intoppi a chi non era nelle primissime file. Ma dove l'organizzazione ha toppato davvero platealmente, è stato nel proporre un tracciato che non garantiva la sicurezza e l'incolumità dei partecipanti. In compenso di positivo, ho notato che il chilometraggio dichiarato corrispondeva esattamente a quello reale, e ogni km era ben segnalato dai cartelli in maniera molto precisa.

Io fra un pò di corsa, un pò di discesa libera senza sci, e un pò di arrampicata (su una salita mi son dovuto mettere a carponi e infilare le mani nel fango per riuscire a risalirla...), ho concluso la mia fatica al 12° posto assoluto, 9° uomo del piede d'oro e 1° di categoria, coprendo i 10,12km rilevati al GPS in 39' netti.

      >>>CLASSIFICA DI TAPPA<<<

Gara vinta dal marocchino di Sangiano Abdel Kader Belfakir, che s'impone sul connazionale Nader Rahhal e sul giovane Alberto Podestà. In campo femminile un'altra grande prova di Silvia Murgia che senza troppa fatica relega al 2° e al 3° posto rispettivamente Elisa Masciocchi e Chiara Quartesan.

Il ragazzo finito al pronto soccorso è il buon Enrico Rodari, che "fortunatamente" se l'è cavata con tanti lividi e 8 punti di sutura... sulla sicurezza non c'è da scherzare, mi auguro che in futuro i vari organizzatori valutino meglio i tracciati delle loro gare.

A questo punto non mi resta che ricordare l'appuntamento di Domenica prossima a Cuveglio per la "Camminata Cuvegliese", giunta ormai alla sua 25^ edizione e valevole come tappa n°11 del PSV; segnalo anche l'appuntamento di Venerdì 1° Maggio con La caminada di scurbatt, gara podistica organizzata dal gruppo sportivo Bradipozoppo a cui ho intenzione di partecipare.

domenica 19 aprile 2009

Su e giù per Cunardo - Cunardo

19042009(004) Ore 6.30 un rumoraccio interrompe improvvisamente il mio dolce dormire... è la sveglia... apro gli occhietti e sento che fuori piove ancora... la voglia è davvero poca, ma facendo ricorso a tutta la mia forza di volontà esco dal tepore del mio lettuccio: stamattina c'è da correre, infatti dopo lo stop di settimana scorsa per la festività Pasquale, oggi il piede d'oro fa tappa a Cunardo per la 1^ edizione della "Su e giù per Cunardo", gara podistica organizzata dal locale gruppo sportivo.

Sono quasi arrivato a destinazione, ma prima di trovare il posto del ritrovo, mi faccio ingannare da una freccia PSV che mi dirotta nell'ultima parte del percorso di gara: poco male ho visto cosa mi aspetta nel finale (però magari la prossima volta mettetecelo un cartello che indichi dov'è il ritrovo!!).

Dopo i soliti rituali dell'iscrizione, del cambio vestiti e del riscaldamento son finalmente pronto a partire; come detto precedentemente oggi la giornata non è delle migliori, infatti piove ininterrottamente da ieri sera, ma fortunatamente la gara odierna è tutta su asfalto. Si parte nei pressi della chiesa del paese, con la strada che da subito s'impenna, quasi a voler giustificare già nei primi centimetri il nome dalla manifestazione! L'ascesa iniziale dura circa altimetria - Su e giu per Cunardo 1km, con delle rampe anche piuttosto impegnative, dopo di che ci si tuffa in discesa fino a tornare nel centro storico di Cunardo, affrontando una serie di curve e controcurve molto anguste; ancora un paio di strappi in salita e le relative discese prima di giungere ai piedi del paese, dove s'imboccherà la pista ciclabile in direzione Ghirla. Da qui ci sono poco meno di 4km abbastanza pianeggianti dove si può fare una buona velocità, senza però dimenticare che prima o poi bisognerà risalire... Infatti al 6° km circa si abbandona la ciclabile per tornare in paese e dirigersi nuovamente nella zona di partenza/arrivo. Cerco di spingere fino alla fine, e concludo la mia prova 11° assoluto, 4° di categoria e 10° uomo del piede d'oro coprendo i 7,9km rilevati al GPS in 29'33".

                                        >>>CLASSIFICA DI TAPPA<<<

tempi al km La vittoria oggi torna a sorridere al forte atleta di Arcisate ma  di origini marocchine Nader Rahhal, che con un allungo decisivo proprio ai piedi dell'erta finale riesce ad avvantaggiarsi sul duo Ponti - Basoli arrivando in solitaria al traguardo. La piazza d'onore è conquistata da Luca Ponti, a chiudere il podio Andrea Basoli. In campo femminile è la "cannibale" Elisa Masciocchi ad imporsi su tutte, con Cinzia Lischetti al 2° posto e Elisabetta Di Gregorio al 3°.

Personalmente il percorso della gara di oggi mi è piaciuto davvero tanto, e anche il ristoro non è stato niente male, con trancetti di pizza ad accompagnare i "soliti" pane e marmellata, pane e nutella e l'immancabile tè caldo.

Veniamo alle noti dolenti:

1 - ormai mi son stufato di dirlo, ma chissa che continuando anche gli organizzatori si stufino di sentirmi... anche oggi la gara era dichiarata da 10km ma in realtà non arrivava a 8km... misurare un percorso è davvero una cosa semplice, che con un minimo di buona volontà richiede al massimo mezz'orretta di tempo... ma perchè ci si OSTINA a trascurare questo "dettaglio"?!?!

2 - sul volantino veniva chiaramente indicato che sarebbero stati premiati i primi 10 uomini classificati del piede d'oro: ebbene sono arrivato 10° ma con mia grande sorpresa al momento della premiazione i premiati son stati i primi 9... ma che modo di fare è?!?!

Vabbè... vi saluto ricordandovi l'appuntamento di settimana prossima a Monvalle con "11° memorial Zedde", gara valevole come 10^ tappa del piede d'oro.

lunedì 13 aprile 2009

Marcia dei ciliegi in fiore - Casterno di Robecco sul Naviglio

DSC_6897-or


Quella appena passata è stata una settimana caratterizzata da degli allenamenti piuttosto intensi, in vista del week end Pasquale di tutto relax che mi aspettava: niente piede d'oro e nessuna gara in programma. Invece man mano s'avvicinava il fine settimana la voglia di uscire comunque a fare una bella sgambata in compagnia andava via via crescendo... Alla fine fra le tante proposte presenti nel panorama del podismo della provincia e non solo, la scelta è ricaduta sulla "Marcia dei ciliegi in fiore", camminata IVV con percorsi da 5km, 13km e 21km: l'ideale per fare un bel lungo tranquillo.


Così stamattina di buon'ora mi sono trovato con tre amici dei Runners Quinzano (Antonio, Domenico e Moreno), con i quali mi sono messo in viaggio alla volta di Casterno, una piccola frazione di Robecco sul Naviglio, in provincia di Milano. Appena arrivati e sbrigate le solite formalità delle iscrizioni in una zona un pò angusta, siam pronti a partire; si decide per i 21km anche se Moreno dopo i "bagordi" Pasquali non è convintissimo.


DSC_7826-or Ci guardiamo intorno, non capendo bene come funziona la partenza: di solito le IVV hanno partenza libera, ma qui è indicato un orario ben preciso per ogni tracciato: 8.50 per la 5km e le 9.00 per la 13 e la 21km. Vedendo però molta gente lungo il percorso ci viene il dubbio che forse l'orario di partenza non è poi così fiscale... decidiamo che non è quindi il caso di aspettare le 9.00 per iniziare. Peccato che invece che sul percorso da 21km ci siamo messi su quello da 5km... Naturalmente quando ci siamo accorti avevamo ormai terminato il giro e la 21km era già partita da qualche minuto (per l'appunto alle 9.00...).


"Vabbè, ma chi se ne frega?, abbiam fatto riscaldamento!" dico io, anche se Moreno è ancora meno convinto di fare i 21km dopo averne già fatti 5... Ripartiamo, stavolta sul tracciato giusto e prima di iniziare a scorgere la coda del gruppo dobbiamo percorrere almeno 1km; guardando il lungo serpentone di podisti che ci precede e che si snoda per il sentiero erboso non riesco a scorgerne la testa; tra veri atleti e podisti improvvisati, quasi 4000 persone: davvero impressionante!!


Tempi - Marcia dei ciliegi in fiore I primi km sono i peggiori perchè non riesco ad andare al mio ritmo, essendo continuamente frenato da una muraglia di persone; intorno al 7°/8° km il serpentone si sfilaccia un pò e finalmente riesco a correre ad un'andatura più costante senza bisogno di continue frenate e accellerazioni. Verso il 15°km poi la strada inizia ad essere davvero libera, la mia corsa diventa molto più fluida e chiudo il mio lungo in progressione.  Il percorso è davvero molto bello, interamente immerso nel parco naturale del Ticino, con passaggi in mezzo a campi, boschi e su suggestivi ponti, anche se i ciliegi in fiore si vedranno solo negli ultimi 100mt. di corsa.


Dopo essere arrivato, mentre aspettavo l'arrivo dei tre compagni d'avventura ho avuto modo di approffittare dell'ottimo ristoro finale messo a disposizione dagli organizzatori, che oltre alle solite cose, offriva addirittura il risotto!! A parte il piccolo problema iniziale sulla scelta del percorso (che forse poteva essere indicato meglio) devo dire che la corsa era davvero ben organizzata: frecce per terra e cartelli lungo tutto il tragitto, se non ricordo male almeno 3 ristori più quello finale con tanto di risotto. Inoltre con l'aggiunta di 2€ al costo d'iscrizione (2+2) si aveva diritto ad un sacchetto gastronomico: più di così!


Per le foto della manifestazione vi rimando alla fotogallery1 e fotogallery2 di OneMarathonForCapasso.

martedì 7 aprile 2009

Sondaggio chip elettronico al piede d'oro: ecco i risultati!

A distanza di un mese dalla pubblicazione del sondaggio sul blog, ecco i risultati e alcuni commenti.

Come si può vedere dalla grafica, ben 53 persone hanno partecipato alla votazione, decretando una netta maggioranza di preferenze per il SI.

Risultato commenti sondaggio

domenica 5 aprile 2009

Su e giò per i runchit - Brenta

DSCF7438

Una mattinata piuttosto mite anche se con il cielo coperto dalle nuvole, ha salutato l'ottava tappa del piede d'oro in quel di Brenta, dove la pro-loco ha dato vita alla gara podistica denominata "Su e giò per i runchit". Nonostante la concomitanza con la StraMilano che è una delle mezze maratone più partecipate d'Italia, un cospicuo numero di podisti ha comunque invaso pacificamente il piccolo paese della Valcuvia.

Altimetria Brenta Il percorso rispetto allo scorso anno è stato leggermente modificato, a causa del passaggio del "rally dei 7 laghi" proprio su un tratto di strada che si sarebbe dovuto affrontare; risultato tracciato più corto di circa 1 km, senza però intaccare minimamente l'altimetria che caratterizza questa gara. Partenza subito in salita, con delle belle rampe che fanno immediatamente capire che oggi di piano non se ne vedrà neanche l'ombra! Dopo 500mt. circa svolta a destra e discesa davvero interminabile che porta nella parte più bassa del paese, al confine con Casalzuigno. Naturalmente quando si scende, prima o poi si deve inesorabilmente risalire!! Si affronta così la salita che riporta in località S.Quirico, e quando si pensa di essere ormai arrivati ecco il colpo di grazia: invece di proseguire sulla strada asfaltata, si svolta a sinistra in un sentiero erboso molto scivoloso non più lungo di 100mt. ma che con la sua pendenza è in grado di mettere in difficoltà chi arriva ormai in riserva.

DSCF7521 La mia gara odierna non è stata niente male, infatti ho spinto bene dall'inizio alla fine, riuscendo addirittura a scavalcare un paio di avversari nella seconda parte di gara in salita, arrivando sull'ultimo strappo  tanto temuto con ancora la forza e la voglia di rilanciare l'andatura per contendermi il piazzamento con Rachid Argoub. Risultato finale mi sono piazzato al 7° posto assoluto, 2° di categoria e 5° uomo del piede d'oro, coprendo i 7,6km rilevati al GPS in 29'45".

DSCF7750 Il vincitore di giornata è Ivan Breda, al 2° posto si piazza Mirko Muscia in continua crescita e al 3° l'infaticabile Manuel Beltrami; In campo femminile è ancora una volta Elisa Masciocchi a mettere il suo sigillo alla gara, regolando nell'ordine la portacolori della Comense Yulia Baykova e l'onnipresente Cinzia Lischetti.

Settimana prossima il piede d'oro è fermo per la festività di Pasqua, quindi l'appuntamento è per Domenica 19 Aprile a Cunardo con la 1^ edizione della "Su e giù per Cunardo", valevole come tappa n°9 del circuito piede d'oro.

Per vedere un pò di foto della manifestazione odierna, vi rimando alle fotogallery di Marathon MaxAnnalisaAngelo2 e AnnalisaAngelo3.