GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

sabato 23 giugno 2018

Stra’ Büla da sira - Bolladello di Cairate (VA)

partenza

…la fronte imperlata di sudore, il profumo dell’erba appena tagliata, moscerini e zanzare in ogni dove  e quell’inconfondibile atmosfera delle sagre paesane dove birra e salamelle la fanno da padroni; tutti ingredienti che in questo periodo condiscono al meglio le numerose gare che si corrono la sera e che io da troppo tempo non assaporavo…

Così ieri sera mi sono deciso a preparare il borsone e mettermi in auto con destinazione Bolladello, dove alle 20.00 avrebbe preso il via la 2a edizione della “Stra’ Büla da sira”, la corsa serale organizzata dagli amici del Bradipo Zoppo e inserita nel programma della festa di San Calimero.

Circa 320 gli iscritti di giornata, pronti a darsi battaglia sui 5km e spicci di un tracciato tanto bello, quanto duro ed impegnativo, caratterizzato da un fondo quasi interamente campestre e da un’altimetria tutt’altro che pianeggiante!

Pronti via, mi porto immediatamente al comando forzando da subito l’andatura; alle mie spalle sono Luca Tresoldi dell’Atletica Gallaratese e Alessandro Bonu della Polispostiva Rovatese i più reattivi a portarsi nella mia scia; prato, bosco e saliscendi a ripetizione, con Tresoldi che rimane l’unico a non volermi mollare…

primi metri

Impiego circa 3km per piegare il coriaceo avversario, che poco alla volta inizia a perder terreno; insisto nella mia azione, con il tracciato che nel frattempo in prossimità del 4°km si è impennato e sembra non volerne più sapere di spianare…
Finalmente scollino, al traguardo manca poco più di un chilometro e l’ultimo strappo che seppur breve è decisamente aspro.

Capisco di essere ormai imprendibile, tanto che “alzo un po’ il piede dall’acceleratore” e mi godo gli ultimi metri di gara.

Vittoria, taglio il traguardo in solitaria, chiudendo i 5,3km rilevati al mio GPS in 19’24”. Felice.

arrivo

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Giuseppe Bollini – Circuito Running (19’24”), 2° Luca Tresoldi – Atletica Gallaratese (19’54”), 3° Alessandro Bonu – Polisportiva Rovatese (20’09”).
CLASSIFICA FEMMINILE. 1a Elena Soffia – Maratoneti Cassano (23’22”), 2a Anna Grasso – CUS Insubria (24’22”), 3a Cinzia Lischetti – Cardatletica (24’45”).

podio maschile

domenica 10 giugno 2018

Corri sotto la Rocca - Angera (VA)

12a tappa Piede d’Oro 2018

partenza

Anche se in anticipo sul calendario, stamane una giornata tipicamente estiva ha salutato l’appuntamento con la 4a edizione della “Corri sotto la rocca” di Angera, quest’anno per la prima volta inserita nel circuito del Piede d’Oro.
Per l’occasione, la manifestazione organizzata dai 7 Laghi Runners, ha parzialmente cambiato pelle, passando da corsa serale di 5km interamente disegnata su asfalto, a gara mattutina da 10km con numerosi passaggi campestri ricavati nella splendida oasi della Bruschera.

Dopo il minigiro riservato ai più piccoli, alle 9.00 è il turno della gara regina: la 10km.
Partiamo dal suggestivo pratone che si affaccia sulle rive del lago Maggiore e su cui domina la famosa Rocca Borromea; i primi 3 km sono un velocissimo serpentone di asfalto e pavè, che dopo un giro nel centro storico del paese, ci proietta verso la periferia e verso il verde dell’oasi Bruschera.

A fare il diavolo a quattro è un ritrovato Fouad Touti, che dopo aver preso la testa della corsa fin dai primi metri, non perde occasione per rilanciare continuamente l’andatura sul filo dei 3’15”/km.
Gli unici a rispondere alle fiammate del portacolori dei Runner Varese siamo io e Fabio De Paoli, mentre il resto del gruppo rimane leggermente attardato.

2°km

Poco alla volta anche Fabio inizia a perder metri,  mentre io rimango a vedermela con Touti, che attorno al 3°km improvvisamente e con mia grande sorpresa, rallenta vistosamente lasciandomi da solo al comando…
Purtroppo complici una giornata non esattamente delle migliori e la tirata iniziale, mi presento all’ingresso della parte boschiva già piuttosto provato…

Non ci sono salite, ma il fondo tipicamente campestre e l’andamento piuttosto tortuoso che costringe a continue frenate e accelerazioni, rendono il tracciato muscolarmente impegnativo.
Soffro, e attorno al 5°km vengo ripreso da Rachid Argoub, che dopo esser partito in modo sornione dosando al meglio le energie, sta mettendo in atto una bella progressione; provo a resistere, ma sono decisamente in difficoltà…
…anche nei tratti che sulla carta dovrebbero essermi “amici”, non riesco a fare i ritmi che mi appartengono e continuo a perder terreno dal portacolori del GAM Whirlpool.

Niente, oggi la sfida non è con Rachid o con gli altri amici, oggi la sfida è solo con me stesso per cercare di non andare alla deriva negli ultimi chilometri che mancano al traguardo…

Fortunatamente ad un paio di km dall’arrivo, si torna a correre su asfalto; continuo a soffrire, ma per lo meno il mio rendimento aumenta leggermente.
Ingresso nel pratone da cui poco prima eravamo partiti e dopo un interminabile giro attorno alla tensostruttura che ospita la festa, eccomi giungere stravolto sotto il gonfiabile dell’arrivo.

arrivo

Ennesimo 2° posto, coprendo i 10km rilevati al mio GPS in 37’03”.

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Rachid Argoub – GAM Whirlpool (36’45”), 2° Giuseppe Bollini – Circuito Running (37’03”), 3° Fouad Touti – Runner Varese (37’39”), 4° Fernando Coltro (37’53”), 5° Andrea Zucchiatti (37’59”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Eugenia Vasconi – CUS Insubria (42’49”), 2° Elena Soffia – Maratoneti Cassano (43’36”), 3a Marta Dani – Runners Valbossa (44’10”), 4a Sofia Barbetta (46’05”), 5a Francesca Vaccaro (47’47”).

CLASSIFICA

premiazioni maschili sotto la rocca

Senz’altro positivo l’esordio al Piede d’Oro della “Corri sotto la Rocca”: stupenda la location, azzeccato il percorso, adeguati i ristori e buone le premiazioni, che oltre agli assoluti e ai primi di ogni categoria, hanno riservato numerosi riconoscimenti a sorteggio; forse l’unica nota negativa è quella rivolta alla logistica e ai parcheggi, che oltre a non essere molti, sono in buona parte a pagamento.

Settimana prossima il Piede d’Oro si prende un turno di riposo (e viste le mie condizioni odierne, anch’io!!), si riprende Domenica 24 Giugno con il classico appuntamento di Arcisate, dove andrà in scena la 33a edizione della “Quatar pass par Arcisà”.

martedì 5 giugno 2018

Lago di Comabbio Run: il filmato by Coen-Spoti

Grazie alle riprese del mitico Italo Coen, e al lavoro di montaggio dell’inesauribile Omar Spoti, ecco a voi il filmato con tutti i passaggi al 1° e all’ultimo chilometro sulla suggestiva passerella in legno.
Grazie ragazzi!!

domenica 3 giugno 2018

Piede d’Oro a Ternate: le foto di Alessio Facchin

CLICCA QUI

Lago di Comabbio Run–Corri con Samia - Ternate (VA)

11a tappa Piede d’Oro 2018

su le mani

Una giornata parzialmente coperta ma decisamente afosa, ha salutato il consueto appuntamento Domenicale col Piede d’Oro, che per l’occasione faceva tappa a Ternate presso il Parco Berrini, per la 4a edizione della “Lago di Comabbio Run – Corri con Samia”.

Grazie all’ottimo lavoro di promozione svolto dal GAM Whirlpool e dall’associazione Africa&Sport, nonchè alla possibilità di iscrizione alla gara competitiva con chip di giornata, si è registrato un vero e proprio sold out di presenze, che ha visto ai nastri di partenza circa un migliaio di persone.
Quantità, ma anche tanta qualità, con atleti giunti in massa dalle vicine province di Milano, Como e Novara…
…oggi dovrò vedermela con un bel po’ di pretendenti in più alla vittoria finale!

la partenza

Ore 9.30, dopo le ultime raccomandazioni di Andrea Basoli e il canonico quanto adrenalinico conto alla rovescia, ecco arrivare il via.
Schizzo subito davanti, tallonato come un ombra da un ispiratissimo Fabio De Paoli e con tutti i migliori del lotto che si accodano rapidamente al “trenino” che si è appena formato.

I primi chilometri sono probabilmente i più difficili: un continuo susseguirsi di brevi strappetti taglia gambe e strette curve dove dover continuamente frenare e rilanciare l’andatura; attorno al 3°km Fabio inizia a dare i primi segni di cedimento, così mentre il portacolori del Team Attiva Salute perde metri, è la sagoma di Nader Rahhal a farsi sempre più vicina.
Ben presto mi ritrovo infatti al comando della corsa in compagnia dell’amico Nader; ci alterniamo a fare l’andatura, col resto degli inseguitori che non sembrano in grado di tenere il nostro passo.

Fabio & Beppe

Ci lasciamo alle spalle Corgeno e in rapida successione anche Mercallo, con la situazione che rimane pressochè cristallizzata.
Piccola variante di percorso che alla fine inciderà per circa 300 metri in più rispetto allo sviluppo degli scorsi anni, prima di entrare nei 2km conclusivi di gara e dare fondo alle ultime energie residue…

Energie che abbondano maggiormente nel serbatoio di Nader, che poco alla volta mi toglie dalla sua scia involandosi verso la vittoria di giornata.
Provo a reagire, ma più di così non ce n’è…

Beppe, Nader & Francesco

Esattamente come una settimana fa in quel di Cocquio, mi devo accontentare di tagliare il traguardo in 2a posizione, coprendo i 12,6km rilevati al mio GPS in 45’30”.

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Nader Rahhal – Atl. Arcisate (45’17”), 2° Giuseppe Bollini – Circuito Running (45’30”), 3° Francesco Mascherpa – ASD Calcaterra Sport (45’39”), 4° Stefano Tettamanti (45’50”), 5° Andrea Perinato (46’04”), 6° Rachid Argoub (46’20”), 7° Fernando Coltro (46’37”), 8° Fabio De Paoli (47’03”), 9° Fouad Touti (47’29”), 10° Antonio Vasi (47’53”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Marta Lualdi – Atl. San Marco (52’40”), 2a Cristina Guzzi – Atl. San Marco (54’31”), 3° Elena Soffia – Maratoneti Cassano (54’44”), 4a Sofia Barbetta (57’29”), 5a Sabina Cangiamila (57’38”).

CLASSIFICA

Domenica prossima altra novità per il Piede d’Oro, tutti ad Angera per la 4a edizione della “Corri sotto la Rocca”, gara podistica su percorsi da 1 (minigiro), da 5 (corto) e da 10km (lungo).

premiazioni maschili