GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

domenica 29 dicembre 2013

Bregazzana–Monte Martica & ritorno: l’allegra brigata…

Super Runners Avengers

Avengers

Stamane spazio per un altro bell’allenamento con qualche amico!
La scelta è caduta sulla salita Bregazzana-Monte Martica (& ritorno), dallo sviluppo complessivo di 15,7km con un dislivello positivo / negativo di circa 600 metri.
A farmi compagnia Antonio "spider" Tartaglione, Antonio "super" Vasi, Ferdinando "capitan" Mignani, Maurizio "bat" Mora, Matteo "iron" Raimondi, Simone "thor" Prina.

Inutile dire che nonostante fosse “solo” un allenamento, dopo neanche un chilometro le chiacchiere avevano già lasciato spazio al fiato grosso, che ha accompagnato ognuno di noi fino in vetta alla Martica!!
Dopo la sgambata una bella fetta di panettone e lo scambio di auguri per l’anno che verrà…
Grazie a tutti i presenti per la bella mattinata che mi avete regalato e…
…buon 2014 a tutti!!

HPIM5672

domenica 22 dicembre 2013

Ammazzinverno Cureggio (NO)

partenza

Dopo qualche settimana a digiuno da competizioni, per stamane mi ero “segnato in agenda” l’Ammazzinverno di Cureggio; non che avessi tutta questa voglia di gareggiare, però avevo voglia di tornare a far visita agli splendidi paesini del vicino Piemonte, dove lo scorrere del tempo sembra essersi arrestato.

Mattinata uggiosa, con cielo grigio e leggere pioviggini, ma temperatura decisamente mite e gradevole; sarà per il clima, sarà che oggi il calendario podistico non offriva molto altro, sta di fatto che il numero dei partecipanti è decisamente buono (538 gli iscritti), e come spesso capita da queste parti, la presenza di atleti provenienti dal Varesotto è  davvero massiccia! Così m’imbatto in Simone Prina, Marco Saligari, Angelo Fravolini, Marco Maginzali, Cristiano Machesin, Alberto Ballabio e tanti altri che sto sicuramente dimenticando (non me ne vogliano).

Dopo un lungo riscaldamento, sono più o meno pronto a partire: le ultime settimane senza gare e con svariati allenamenti in salita, mi hanno sicuramente tolto un poco di brillantezza…
Così al momento del via, proprio per esorcizzare il timore di essere leggermente imballato, parto subito forte con il Garmin che mi segnala un passo medio prossimo ai 3’15”/km; alle mie spalle sono l’amico Simone Prina e un “nuvolo” di giovanissimi atleti fra cui riconosco i forti Marco Gattoni (classe 1997) e Matteo Borgnolo (classe 1996) a provare a tenere la mia scia.

Ammazzinverno CureggioDopo un chilometro circa si abbandona l’asfalto in favore dello sterrato che da lì a poco ci condurrà nei boschi limitrofi; comincio a pagare un po’ la partenza fatta ad un ritmo che in questo periodo è un po’ troppo veloce per il sottoscritto…
Così mentre Gattoni si porta in testa allungando leggermente in compagnia di Borgnolo e di un terzo atleta, io comincio a perdere contatto, finendo per cedere anche la 4a posizione…

Mi ci vuole qualche centinaio di metri per uscire dall’affanno e rimettermi a viaggiare con il giusto passo; sta di fatto che una volta trovato il mio ritmo, poco alla volta inizio a rimontare terreno: riconquisto il 4° posto e mi getto immediatamente all’inseguimento del 3°, che seppur piuttosto lontano, capisco essere alla mia portata.
Il distacco va via via assotigliandosi, fino ad azzerarsi completamente: senza troppi tatticismi, mi porto in 3a posizione e provo subito ad andarmene; devo forzare per diversi metri prima di sentire i passi che mi seguono farsi più ovattati, più lontani…

arrivo

Nel frattempo siamo sbucati su un tratto d’asfalto e mentre chi mi precede sembra calare un poco il ritmo, io continuo a far mulinare forte le gambe: risultato anche il gap che mi divide dai primi due comincia a ridursi in maniera considerevole!
Mi avvicino, ma non a sufficienza per colmare del tutto il divario dai due battistrada, dovendomi così accontentare di chiudere la mia prova in 3a posizione, coprendo i 6km tondi tondi rilevati al mio GPS in 20’48”.

>>>FOTO by Dario Antonini<<<

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Marco Gattoni (20’25”), 2° Matteo Borgnolo (20’41”), 3° Giuseppe Bollini (20’48”), 4° Carlo Carlini, 5° Marco Saligari.
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Cristina Clerici, 2a Elena Platini, 3a Chiara Schiavon, 4a Luisa Fumagalli, 5a Monica Bottinelli.

domenica 15 dicembre 2013

Funicolare - Osservatorio: si sale ancora!

Dopo una settimana dove ho macinato ancora tanti chilometri con un paio di uscite anche piuttosto impegnative, stamane ho deciso di rinunciare alla canonica garetta Domenicale, per regalarmi un altro bell’allenamento in solitaria.
Per rilassarmi e godere appieno della mia “ora d’aria”, non potevo che scegliere ancora una volta le rampe della salita che dal parcheggio della funicolare ai piedi del S.Monte a quota 530 metri s.l.m., portano fino ai 1227 metri s.l.m. dell’Osservatorio Astronomico del Campo dei Fiori.

Salita affrontata bene in buona spinta fino al Belvedere, per poi concludere con più tranquillità l’ultimo chilometro che porta fino all’Osservatorio; per finire discesa interminabile con “varinate S.Monte” fino a tornare alla macchina per un totale di circa 17km.

P.S.
un grazie a Nando e Katia che mi hanno offerto un graditissimo thé caldo!

funicolare - osservatorio & ritorno

domenica 8 dicembre 2013

Un tranquillo fine settimana di relax…

Ultimamente avevo davvero bisogno di staccare un poco dalle competizioni; in realtà avrei voluto sospendere anche gli allenamenti per qualche tempo, ma dopo solo due giorni di stop ero già in crisi d’astinenza…
Così per questo fine settimana ho deciso di lasciare in armadio le scarpette da gara, ma non quelle d’allenamento!

Ieri mattina approfittando della bella giornata quasi primaverile, mi son sparato 7km di salita: partenza dal posteggio della funicolare per il S.Monte e arrivo al belvedere del Campo dei Fiori, poi ritorno tutto in discesa per un totale di 15km.
Stamattina invece un bell’interval training collinare di 16km con ai piedi le nuove Adidas Supernova Glide 6 BOOST: prime impressioni davvero molto moooolto positive!

Adodas Supernova Glide 6 BOOST

giovedì 5 dicembre 2013

Piede d’Oro: il calendario 2014!

PdO 2014Finalmente è stato svelato il calendario del Piede d’Oro per la stagione 2014!
33 gli appuntamenti in programma, con alcune new entry e qualche classica che abbandona il circuito: ci salutano le tappe di Cadrezzate (Paola e il suo lago), di Schiranna (Marcia del latte), di Taino (Da l’ulmin a l’ulmin) e quella di Caronno Varesino (Minitrail di Caronno Varesino); al loro posto subentrano quella di Mustonate (Corsa del borgo antico), di Cardano al Campo (Corri per Cardano), di Cassano Magnago (Maratonando per Cassano) e quella di Brebbia (Stramulino).

Per visualizzare il calendario completo cliccate sull’immagine a fianco.

mercoledì 4 dicembre 2013

Circuito Trail Prealpi Varesine

Ufficializzato il calendario 2014 del neonato Circuito Trail Prealpi Varesine!
Cinque le date in programma, con competizioni già collaudate come il “Trail delle terre di mezzo” (37km - 970mt. D+), il “Vibram Trincea Trail” (26,5km - 1400mt. D+) e il “Trail del fiume azzurro” (25km – 450mt. D+) e le new entry “Trail di Bozz” (27km - 400mt. D+) e “Lago Maggiore Trail” (48km - 2450mt. D+).

Circuito Trail Prealpi Varesine

domenica 1 dicembre 2013

2a Corsa dei Babbi Natale - Buguggiate

BabboIl programma era che dopo la mezza delle terre d’acqua, mi sarei finalmente concesso il meritato riposo da allenamenti e gare…
Ma come potevo mancare alla 2a edizione della “Corsa dei Babbi Natale” di Buguggiate?? Una di quelle manifestazioni che merita assolutamente di essere corsa, sia per la passione e la cura con cui tutto è impeccabilmente organizzato, sia perchè l’intero incasso è destinato in beneficenza in egual misura alla parrocchia del paese e ad un’associazione ONLUS per la ricerca e la lotta alla DDD (Glomerulonefrite Membrano Proliferativa di Tipo II).
Mettiamoci poi che l’anno scorso l’avevo anche vinta…

Così seppur con pochissima voglia e con i postumi della gara di Domenica scorsa ancora da “digerire”, alle 8.30 ero già a destinazione; nonostante un fine settimana davvero ricco di impegni podistici e una temperatura a dir poco glaciale (-9°C !!!!!), la presenza di Babbi Natale è davvero massiccia: circa 600 gli iscritti fra percorso lungo e minigiro!

partenza

Confermato in toto il bel tracciato della passata edizione, che snodandosi per circa 7km fra i comuni di Buguggiate e di Azzate, risulta essere molto piacevole ma altrettanto duro ed impegnativo, con un profilo altimetrico piuttosto nervoso e muscolare.
Alle 9.30 la partenza; da subito è l’inesauribile Ronnie Fochi a prendere il comando delle operazioni allungando immediatamente sul resto degli inseguitori. I più lesti a portarsi nella sua scia sono Marco Tiozzo e Amos Bianchi, io mi assesto in 4a posizione, tallonato a mia volta da Simone Prina, Giovanni Vanini e via via tutto il plotone.

BeppeNataleMentre Ronnie continua imperterrito nella sua azione mettendo sempre più metri fra sè e chi insegue, io provo a restare con Tiozzo e Bianchi, ma ben presto capisco di non avere ne la testa ne le gambe per reggere il ritmo…
Così poco alla volta mi lascio sfilare, deciso a correre senza troppi patemi badando più a godermi la corsa che al risultato finale.
A metà gara circa vengo raggiunto e superato anche da Giovanni Vanini, che grazie ad un’ottima progressione sta provando a rientrare su Tiozzo e Bianchi, mentre Fochi è ormai lanciato verso l’ennesima vittoria della stagione.

Concludo la mia prova in 5a posizione assoluta, aggiudicandomi però il titolo di Babbo Natale più veloce (!!!) essendo il primo a tagliare il traguardo con il classico costume rosso; tempo finale 23’44” per coprire i 6,6km rilevati al mio GPS.

BabboBeppe

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Ronnie Fochi (22’17”), 2° Giovanni Vanini (22’56”), 3° Marco Tiozzo (22’58”), 4° Amos Bianchi, 5° Giuseppe Bollini.
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Sabina Ambrosetti (25’29”), 2a Cinzia Lischetti, 3a Francesca Barone.

>>>FOTO by foto club La Focale<<<       >>>FOTO by Nicoletta<<<

Complimenti strameritati per Nicoletta vera e propria ideatrice della gara, ma anche per i Valbossa, i volontari della parrocchia, quelli della protezione civile e per tutti quelli che hanno reso possibile lo svolgimento della manifestazione: organizzazione davvero impeccabile!!

domenica 24 novembre 2013

Mezza maratona delle terre d’acqua - Trino (VC)

partenza

Chi mi conosce lo sa: se ho in testa una cosa, non c’è niente al mondo che mi possa fermare…
Quest’anno, uno degli obiettivi che mi ero prefissato era scendere sotto i 75’ in mezza maratona; purtroppo in tutti gli appuntamenti che mi ero scelto per tentare “l’impresa”, qualcosa è sempre andato storto…
A Marzo è stata la volta della Lago Maggiore Half Marathon, dove però mi sono presentato con un ginocchio malandato (risultato finale 1h15’32”), poi a Maggio la disgraziata scelta della Mezza del riso, dove dopo essere arrivato oltre il 10°km in perfetta media per abbattere il fatidico muro, mi son ritrovato a vagare per risaie…
Ed infine a Settembre la Mezza del VCO, dove Giove Pluvio ha deciso di scatenare un uragano tropicale per l’intero svolgimento della gara (conclusa in 1h15’07”)…

Così, dopo un’intera stagione con all’attivo “ennemila” chilometri e altrettante gare e garette, nonostante uno stato di forma ormai in fase calante e un senso di nausea crescente al solo pensiero di gareggiare, stamattina mi sono presentato a Trino (VC) per “sparare” l’ultima cartuccia del 2013 e provare a chiudere il conto con quanto mi ero prefissato.

Ad attendermi nella bucolica cittadina Piemontese, una temperatura piuttosto fredda e un vento gelido, giusto per ricordarmi che l’inverno è ormai prossimo…
Ritiro il pettorale, solito rituale della “vestizione”, per poi buttarmi in strada per un breve riscaldamento in compagnia dell’amico Matteo, anche lui arrivato dalla provincia di Varese per provare a migliorare il suo personale sulla distanza.

Dopo il via della gara riservata alle Hand-bike, arriva finalmente il nostro turno: circa un migliaio i partenti, con diversi nomi di spicco a contendersi la vittoria finale!
Si parte forte: io corro i primi chilometri attorno ai 3’20”, ma nonostante tutto i battistrada hanno già preso il largo! A differenza di quanto pensassi, il tracciato è tutto tranne che pianeggiante: la lunga striscia di asfalto che si snoda attraverso le vaste risaie della zona, presenta continui cambi di pendenza, alternando lunghi falsipiani a veri e propri strappetti tagliagambe!

DSC_0337

Il percorso è del tipo “vai e vieni”, con partenza da Trino, passaggio da Robella, giro di boa a Costanzana e ritorno a Trino; all’andata grazie alle energie fresche e al vento favorevole, transito ai 10 km in 34’20”, ma so bene che la seconda parte di gara sarà un’altra storia…
La stanchezza comincia infatti a farsi sentire, mentalmente so che ad attendermi ci sono delle “salitelle” piuttosto minacciose e come se non bastasse anche il vento che stavolta è decisamente contrario al senso di marcia, diventa più pronunciato e fastidioso.
Al 13° chilometro, su un falsopiano in salita di oltre un chilometro con tanto di vento in faccia, la voglia di mollare tutto e fermarmi mi accarezza più volte…
…alla fine però, non essendo contemplato nel mio DNA il significato del termine “mollare” (!!!), si continua a soffrire.

Eccomi finalmente agli ultimi 2km: provo a rilanciare l’andatura per tentare di guadagnare quanti più secondi possibili, ma non riesco più ad essere efficace; anche il Garmin mi segnala impietosamente che di scendere sotto i 3’35” al chilometro non se ne parla proprio…
Arrivo al rettilineo finale, lancio uno sguardo al tabellone elettronico, e seppur con la vista un poco appannata, riesco a leggere 1h13’50”, 51”, 52”…
La testa ordina immediatamente (!!!) alle gambe di aumentare l’andatura, ma per tutta risposta, la velocità cala ulteriormente…

arrivo

Taglio il traguardo in 10a posizione assoluta siglando comunque il mio nuovo personale sulla distanza, migliorando di quasi 1 minuto quello ottenuto un paio di mesi fa a Gravellona Toce: 1h14’12”.

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Mehidi Khelifi (1h06’11”), 2° Rhida Ben Lazar Chihaoui (1h08’30”), 3° Michele Belluschi (1h10’04”), 4° Juan David Orozco Sanchez (1h11’19”), 5° Bruno Pasqualini (1h12’29”), 6° Giordano Montanari (1h12’38”), 7° Vezio Bozza (1h12’51”), 8° Claudio Tanzi (1h13’36”), 9° Marco Agostinacchio (1h13’41”), 10° Giuseppe Bollini (1h14’12”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Ilaria Zaccagni (1h22’35”), 2a Federica Scidà (1h23’34”), 3a Erika Testa (1h25’54”), 4a Rita Urbano (1h27’03”), Francesca Canepa (1h28’30”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA WEDOsport<<<          >>>CLASSIFICA COMPLETA formato pdf<<<

>>>FOTO Podisti.net by Arturo Barbieri<<<                               >>>FOTO by Maratoneti Genovesi<<<

Obiettivo centrato! Per quest’anno direi di potermi ritenere soddisfatto. Adesso che tutto è “sistemato”, riposo, riposo e ancora riposo…
…almeno fino a domani!!!

premiazioni

lunedì 18 novembre 2013

Gamba d’Oro: ecco il calendario 2014

GdO2014Nella serata di Venerdì 15 Novembre, il direttivo della Gamba d’Oro ha ufficializzato il calendario gare della prossima stagione.
59 gli appuntamenti in programma, che si svolgeranno da Marzo ad Ottobre; riconfermate quasi in toto le tappe dello scorso anno, con l’unica novità che riguarda il ritorno di Verbania e l’uscita di Maggiate, Veveri, Cureggio e Pombia.
Resta inalterato il costo d’iscrizione fissato alla popolare quota di 2€ per ogni singola prova, così come resta invariata la lunghezza dei tracciati che oscilleranno fra i 10km circa per gli appuntamenti della Domenica mattina e fra i 6km circa per gli appuntamenti infrasettimanali serali.

Cliccate sull’immagine a fianco per visualizzare il calendario completo GdO 2014.

domenica 17 novembre 2013

Premiazioni Piede d’Oro 2013

HPIM5646Anche quest’anno, nella splendida cornice del salone Estense presso il comune di Varese, sono andate in scena le premiazioni di categoria del Piede d’Oro per la stagione appena conclusasi.
Così, dopo le numerosissime Domeniche passate a correre su e giù per tutta la provincia, oggi una giornata diversa dal solito, dove festeggiare in compagnia di tutti gli atleti i risultati ottenuti in questo 2013.

Dai più piccini passando dai veri e propri veterani del circuito, fino agli immancabili amici dell’Istituto Sacra Famiglia; una pioggia di premi e riconoscimenti, che hanno regalato a ciascuno dei presenti un indelebile ricordo da conservare nella propria memoria.

Come sempre sport, passione, ma anche solidarietà: parte dei soldi raccolti durante le manifestazioni podistiche sono infatti state devolute in beneficienza all’Istituto Sacra Famiglia di Cocquio Trevisago e all’associazione “Varese per l’oncologia”.

Infine un bel regalo anche per me, che voglio condividere con tutti voi che leggete il blog: in anteprima la locandina della gara che aprirà la stagione 2014 del Piede d’Oro: vi dice qualcosa il podista di spalle che campeggia in primo piano?? A me si…

Marciando per la vita 2014

venerdì 8 novembre 2013

Piede d’Oro 2013: i vincitori di categoria

FEMMINILE
PdOCat. 1    fino a 14 anni (1997 in poi) ……………………………... 1a Renda Alessandra
                                                                                            2a Renda Claudia
                                                                                            3a Vinciprova Arianna

Cat.2              15/25 (1996-1986) ………………………………… 1a Gioco Martina
                                                                                           
2a Galabova Ralitsa
                                                                                            3a Tyutyukina Svetlana

Cat.3              26/36 (1985-1975) ………………………………… 1a Vasconi Eugenia
                                                                                           
2a Cozma Marinella
                                                                                            3a Vicario Elena

Cat.4              37/46 (1974-1965) ………………………………… 1a Riva Manuela
                                                                                           
2a Ferro Daniela
                                                                                            3a Ambrosetti Sabina

Cat.5              47/56 (1964-1955) ………………………………… 1a Menegon Cinzia
                                                                                           
2a Soma Mariangela
                                                                                            3a Polinelli Emanuela

Cat.6              57 e oltre (1954-.....) ……………………………… 1a Valeri Carla Darma
                                                                                            
2a Piloni Patrizia
                                                                                             3a Gallina Graziella

MASCHILE
Cat.7      fino a 14 anni (1997 in poi) ………………….…………. 1° Copes Alessandro
                                                                                           
2° Galbasini Mirko
                                                                                            3° Ceroni Sasha

Cat.8               15/22 (1996-1989) …………………….…………. 1° Chiodo Roberto
                                                                                           
2° Muhammad Nawaz
                                                                                            3° Rizzi Andrea

Cat.9               23/34 (1988-1977) …………………….…………. 1° Breda Ivan
                                                                                           
2° Prina Simone
                                                                                            3° Arbore Manuel

Cat.10             35/42 (1976-1969) …………………….…………. 1° Fochi Alberto Ronnie
                                                                                           
2° Bollini Giuseppe
                                                                                            3° Marino Davide

Cat.11             43/49 (1968-1962) …………………….…………. 1° Franchi Maurizio
                                                                                           
2° Pesce Antonio
                                                                                            3° Falcinella Alessio

Cat.12             50/56 (1961-1955) …………………….…………. 1° Fravolini Angelo
                                                                                           
2° Merigo Arrigo
                                                                                            3° Aliverti Paolo

Cat.13             57/64 (1954-1947) …………………….…………. 1° Fasan Livio
                                                                                           
2° Alezio Antonio
                                                                                            3° Secco Luigi

Cat.14             65 e oltre (1946-.....) ………………….…………. 1° Lacerra Gaetano
                                                                                           
2°Aletti Pierangelo
                                                                                            3° Di Sario Franco

CLASSIFICA CATEGORIE        Albo d'Oro        CLASSIFICA GENERALE

domenica 3 novembre 2013

Trail e mini-trail delle terre di mezzo - Daverio

p334214627-5

Anche se non del tutto convinto, qualche giorno fa mi ero iscritto al mini-trail delle terre di mezzo, gara a cui avevo già partecipato un paio d’anni fa e che mi aveva lasciato davvero un piacevole ricordo.
Così stamattina di buon ora ero già in auto con destinazione Daverio, dove da lì a poco avrebbe preso il via la 4a edizione della manifestazione magistralmente organizzata dagli amici dei Runners Valbossa.

altimetriaDue i tracciati proposti: quello del trail lungo di 35km e 970 mt. D+ e quello del mini-trail da 14km e 400 mt. D+; inutile dire che in entrambi i casi i percorsi erano piuttosto duri, quasi interamente ricavati sui sentieri boschivi della zona, con alcuni passaggi resi particolarmente impegnativi dal fondo sconnesso e dall’abbondante presenza di fango e acqua.
Già fango e acqua lasciato dalle copiose piogge degli ultimi giorni, che fino alle prime ore della mattinata hanno continuato a cadere incessanti, ma che per fortuna si sono interrotte poco prima del via, regalando una gara (quasi) asciutta.

Alle 9.10 il via del trail lungo, che ha visto schierati al nastro di partenza atleti di grande spessore: oltre al vincitore della passata edizione Luca Ponti, erano presenti il recente campione Italiano di ultra-trail Fabio Bazzana, le giovani promesse Danilo Lantermino e Francesco Puppi, il keniota Hirum Mwangi Wandangi, Stefano Trisconi, Maurizio Mora e tanti altri specialisti della disciplina.
Dopo circa 20 minuti è la volta del mini-trail; quest’anno la partenza non è sullo stradone antistante la palazzina della cultura, ma su una stradina laterale piuttosto stretta e angusta per ospitare i numerosi e scalpitanti runners…

Pronti via, parton tutti come fosse una gara dei 100mt… un atleta cade alle mie spalle, un’altro che tenta di superare a destra correndo in un campo di pannocchie fa la stessa fine…
Il fondo è davvero molto insidioso e si fatica a mantenere l’equilibrio! Lascio sfogare i battistrada senza aver troppa fretta di risalire la testa della corsa, ma poco alla volta comincio a recuperare posizioni su posizioni, e allo scoccare del 2° chilometro sono al comando della gara.

Nella mia scia si portano immediatamente Paolo Proserpio, Mauro Toniolo e Fabio Di Giacomo, con i quali farò gara fino almeno all’ottavo chilometro, quando all’altezza di Bernate di Casale Litta ci troviamo proiettati sulle rampe di una salita per me terribile!
Mauro ha davvero un altro passo, ma soprattutto da grande specialista qual’è dei fuori strada, si dimostra perfettamente a suo agio su un fondo che definire sconnesso è piuttosto riduttivo!
Io invece no… decisamente no! Spreco più energie per cercare di non scivolare e non incespicare nelle pietre che per affrontare le pendenze vere e proprie dell’ascesa… nonostante ce la metta tutta vedo Maurone salire come un gatto, mentre io a fronte di un grosso dispendio energetico, fatico ad avanzare…

Anche Proserpio riesce a sopravanzarmi e a guadagnare qualche metro di vantaggio, ma mentre il portacolori dell’Atletica Palzola rimane comunque sempre a tiro, Mauro ha letteralmente spiccato il volo.
La salita oltre a presentare pendenze davvero impegnative e un fondo a dir poco difficile, è anche interminabile: devo davvero ricorrere a tutte le mie risorse fisiche e mentali per restare incollato alla scia di Proserpio!
Finalmente arrivo allo scollinamento, con Paolo sempre lì a non più di 10/15 metri di vantaggio; mi butto in discesa determinato a rientrare su Proserpio, così grazie anche ad un pizzico d’incoscienza piombo a doppia velocità alle spalle di Paolo, che vittima anche di crampi è costretto a farsi da parte e lasciarmi proseguire nella mia discesa a “valanga”!!

Il declivio è abbastanza lungo, tanto da permettermi di guadagnare un certo margine di vantaggio su Paolo, che comunque non molla e continua a tallonarmi ad una 60ina di metri; nel frattempo il mio fido Garmin suona il 12°km, non mi resta che stringere i denti ed insistere fino alla fine!

Ecco il gonfiabile dell’arrivo, lo speaker che pronuncia il mio nome e tanta gente pronta ad applaudire: taglio il meritato traguardo in 2a posizione assoluta, coprendo i 14,2km rilevati al mio GPS in 1h netta.

arrivo_2

p881993677-5

MINI-TRAIL
CLASSIFICA MASCHILE: 1° Mauro Toniolo (58’36”), 2° Giuseppe Bollini (60’00”), 3° Paolo Proserpio (60’23”), 4° Enrico Stivanello (61’07”), Roberto Ferloni (61’25”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Sabina Ambrosetti (67’50”), 2a Barbara Benatti (69’17”), 3a Ilaria Zen (69’58”), 4a Elena Schiano (73’41”), 5a Katia Fornasa (75’17”).

TRAIL
CLASSIFICA MASCHILE: 1° Hirum Mwangi Wandangi (2h27’00”), 2° Fabio Bazzani (2h34’57”), 3° Danilo Lantermino (2h39’32”), 4° Riccardo Faverio (2h41’33”), 5° Francesco Puppi (2h42’33”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Virginia Oliveri (3h13’26”), 2a Scilla Tonetti (3h14’24”), 3a Annalisa Cappelletti (3h15’21”), 4a Ilaria Fossati (3h29’52”), 5a Giuliana Arrigoni (3h30’15”).

>>>CLASSIFICA by WEDOSport<<<              >>>CLASSIFICA FORMATO EXCEL<<<

Oggi davvero soddisfatto di aver avuto il piacere e l’onore di correre buona parte della gara assieme a due specialisti quali sono Mauro Toniolo e Paolo Proserpio, e se anche mi è sfuggita la vittoria mi sono comunque divertito un sacco!
Venendo alla manifestazione, a parte un paio di bivi in cui io, Paolo e Mauro abbiam sbagliato strada e siam dovuti tornare per qualche metro sui nostri passi e la partenza che personalmente mi è sembrata un poco angusta, devo dire che questo Trail delle terre di mezzo è organizzato davvero molto molto bene: complimenti ai Valbossa!

Beppe, Maurone e Paolo

sabato 2 novembre 2013

IV° Trofeo Metro di legno 2013: i risultati

Con la conclusione della stagione agonistica del Piede d’Oro, anche il temutissimo “Trofeo Metro di legno” 2013 può essere virtualmente assegnato.
Per chi ancora non lo conoscesse, ricordo che il “Trofeo Metro di legno” altro non è che un riconoscimento umoristico riservato all’organizzazione che è riuscita (…) a commettere l’errore più grossolano di misurazione del tracciato.
Da sottolineare come le differenze fra le distanze dichiarate dai vari organizzatori e quelle poi effettivamente rilevate mediante GPS, si siano talmente assottigliate nel corso degli ultimi anni da essere diventate quasi trascurabili.

winnerAd ogni modo qualche gara poco attenta a questo dettaglio ancora c’è…
Quest’anno il gradino più alto del podio è occupato a parimerito da:
Trofeo Cuassese – Cuasso al Piano e Stracittadina Whirlpool – Cassinetta di Biandronno, che con una differenza tonda tonda di ben 1km fra quanto dichiarato e quanto realmente rilevato, scrivono il loro nome nell’Albo d’Oro del Trofeo (!!!).

>>>TUTTE LE MISURAZIONI<<<

venerdì 1 novembre 2013

Piede d’Oro news

Piede d'OroDopo anni di “pressioni”, finalmente il direttivo del Podismo Sportivo del Varesotto ha compiuto la scelta che segna una svolta epocale per il circuito di corsa più famoso della provincia di Varese: dalla prossima stagione verrà infatti introdotto l’uso del CHIP elettronico per la rilevazione di classifica e tempi!
Questa conquista la sento un po’ anche mia, ed è per questo che pubblico con estremo piacere il breve comunicato ufficiale rilasciato dal direttivo del PSV:

Nella riunione di oggi 28 ottobre 2013 il Direttivo del PDO all'unanimita' decide che per il 2014 introdurrà il Chip nel circuito e la quota di iscrizione passerà da 15 a 20 €.”

Presentato il 16° Giro Podistico del Varesotto

GIRO VARESOTTOCon largo anticipo l’Atletica Casorate ha svelato date e luoghi del 16° Giro Podistico del Varesotto.
Praticamente confermate tutte e sei le tappe della passata edizione:

Giovedì 22 Maggio: 1^ tappa - Besnate (org. G.S. Prealpino)
Martedì 27 Maggio: 2^ tappa - Castelletto Ticino (Atletica Casorate)
Sabato 31 Maggio: 3^ tappa - Gallarate (Venti9- Run&Travel UISP)
Martedì 03 Giugno: 4^ tappa - Somma Lombardo (G.P. Mezzanese)
Venerdì 06 Giugno: 5^ tappa - Quinzano S.Pietro (Runners Quinzano)
Martedì 10 Giugno: 6^ tappa - Casorate Sempione (Atletica Casorate)

Si torna invece all’antico per quel che riguarda la classifica generale, che verrà stilata tenendo conto dei tempi di tutte le prove senza alcuno scarto o tempo jolly.

domenica 27 ottobre 2013

Piede d’Oro a Casorate: il filmato della Pu.Ma race!

Pu.Ma race - Casorate Sempione

34a tappa Piede d’Oro 2013

DSC_4537

L’ennesima giornata grigia e piovosa ha salutato il 34° e ultimo appuntamento stagionale 2013 col Piede d’Oro, che per l’occasione ha fatto tappa a Casorate Sempione per la 5a edizione della Pu.Ma race.
Anche andando indietro nel tempo con la memoria, non mi pare di ricordare una sola edizione di questa competizione senza pioggia; così quest’anno il vulcanico Antonio Puricelli, onde evitare i problemi avuti in passato con tratti boschivi completamente allagati al limite (e a volte oltre) della praticabilità, ha pensato bene di stravolgere completamente il tracciato di gara, preparando un bel giro ricavato quasi esclusivamente su asfalto.
Il risultato è stato un percorso piuttosto veloce e filante, caratterizzato da un andamento abbastanza pianeggiante con solo qualche breve strappetto e leggeri falsi piani: ottima scelta!

p41347667-5

Io nonostante febbre e mal di gola che mi affliggono ormai da qualche giorno, nonchè uno stato d’animo tutt’altro che sereno, decido di presentarmi comunque al via; come me fanno molti altri appassionati, tant’è che fra minigiro e giro lungo gli iscritti toccano quota 837!!
Quantità, ma anche tanta qualità, sia in campo maschile che in quello femminile, che oggi ha visto la presenza al nastro di partenza, della fortissima triatleta e campionessa italiana in carica di duathlon classico Sara Dossena.

altimetriaSi parte alle 9.00 proprio sul largo rettilineo antistante il centro sportivo di Via Roma; a fare l’andatura è un nutrito drappello di atleti pilotato dal duo Brassini – Breda.
Si viaggia spediti, costantemente sul piede dei 3’15” / 3’20” al chilometro e nonostante tutto nessuno sembra voler mollare un centimetro!
Allo scoccare del 3° chilometro è Fochi a rompere gli indugi e ad imprimere una decisa accelerazione all’andatura: Brassini e Brambilla rispondono prontamente al cambio di passo di Ronnie, mentre seppur con distacchi ancora risicati, il resto del gruppetto inizia a sfilacciarsi leggermente.

Dopo aver abbandonato la zona industriale si torna nei pressi della partenza, per poi dirigerci verso il paese; il tracciato si fa più impegnativo, con alcuni tratti in leggera salita e il passaggio un poco tortuoso nelle viuzze del centro.
E’ proprio in questo frangente della gara che uno dei suoi protagonisti è costretto ad alzare bandiera bianca: Nader Rahhal che inseguiva il terzetto di testa, a causa di crampi è infatti costretto a rallentare la sua azione lasciandosi sfilare.
La situazione va così delineandosi: al comando la coppia Brassini – Brambilla, tallonata a qualche secondo di distacco da Ronnie Fochi; nella loro scia un quartetto trainato proprio dal sottoscritto, di cui fanno parte anche Umberto Porrini, Alberto Podestà e Giovanni Vanini.

tempiContinuo a tirare il mio gruppetto almeno fino all’8° chilometro, quando un bel cambio di passo di Alberto Podestà mi mette un poco alla frusta: Umberto e Giovanni riescono a cambiare ritmo, io perdo invece qualche metro…
Ormai siamo alle battute finali, tento di tener duro e rifarmi sotto, anche perchè devo stare attento a non farmi raggiungere da chi sta rinvenendo forte alle mie spalle!

Chiudo così la mia fatica al 7° posto, coprendo i 10,4km rilevati al mio GPS in 35’49”.

arrivo_2

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Marco Brambilla (34’03”), 2° Maurizio Brassini (34’29”), 3° Ronnie Fochi (35’16”), 4° Alberto Podestà (35’28”), 5° Umberto Porrini (35’34”), 6° Giovanni Vanini (35’42”), 7° Giuseppe Bollini (35’49”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Sara Dossena (36’08”), 2a Elena Begnis (39’13”), 3a Sabina Ambrosetti (39’48”), 4a Loretta Giarda (39’54”), 5a Cristina Clerici (40’12”), 6a Barbara Benatti (41’02”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<           >>>FOTO Podisti.net by Arturo Barbieri<<<

A questo punto non resta che ricordare a tutti l’appuntamento di Domenica 17 Novembre presso il comune di Varese con le premiazioni finali di categoria, che di fatto faranno calare definitivamente il sipario sulla stagione 2013 del PSV.

domenica 20 ottobre 2013

StraCascine - Albizzate

33a tappa Piede d’Oro 2013

partenza

Un’altra giornata grigia e tipicamente autunnale ha fatto da cornice al 33° e penultimo appuntamento stagionale col Piede d’Oro, che per l’occasione ha fatto tappa ad Albizzate per la XXa edizione della “StraCascine”.

Oggi per me la gara è più sentita del solito: si corre infatti sulle strade del mio paese, e nonostante una condizione fisica ormai in calo, la voglia di fare bene e dare il massimo non mi manca di certo!
Così dopo il canonico riscaldamento eccomi schierato sulla linea di partenza pronto per la “battaglia”!

BANG!!
Schizzo subito in testa al gruppo, in compagnia di Ivan Breda che dopo il “giro a vuoto” della scorsa settimana sembra essere tornato in gran forma; subito nella nostra scia Mattia Grammatico, Umberto Porrini, Stefano Castagna e il giovane Giorgio Pietrobon (nonchè mio compaesano).
Neanche un chilometro ed eccoci all’entrata della cascina del Bollino, che complice alcuni passaggi piuttosto stretti e tortuosi, contribuisce a sgranare il plotone; attraversiamo i caratteristici cortili dove il tempo sembra essersi fermato e via a tutta velocità verso il sentiero boschivo che ci porterà fino alla cascina Mirasole.

Breda è in testa a dettare il ritmo, io lo seguo senza mollare un centimetro con Porrini che poco alla volta si guadagna saldamente la 3a posizione; nei pressi della cascina Mirasole vado leggermente in difficoltà: comincio a perdere qualche metro, mentre anche Umberto ne approfitta per superarmi e riportarsi rapidamente nella scia di Ivan.

Si sale ancora verso la cascina Bertolina e verso il consueto passaggio sui sentieri che si snodano attorno alla palude di Menzago; nonostante Breda e Porrini siano sempre a tiro, capisco di non averne per provare a tornare sotto…
…così più che davanti comincio a guardarmi dietro: il mio più immediato inseguitore è Mattia Grammatcio, ma godo comunque di un discreto vantaggio.

Passiamo anche la cascina Mora e dopo uno dei pochi tratti asfaltati di tutto il percorso, ci dirigiamo a gran velocità verso il parco “La Fornace”; do un’altra rapida occhiata alle mie spalle, e avendo ancora un buon margine di vantaggio, decido di rallentare un poco in vista della temibile Via Ruzzella: ossia la salita che dalla statale riporta fino al centro del paese dopo un suggestivo passaggio attraverso il castello di Albizzate.

Sulle rampe della salita spingo a fondo, scollino e mi trovo davanti l’interminabile rettilineo finale che conduce fin sotto il gonfiabile dell’arrivo; accelero a tutta, arrivando al traguardo ancora in buona spinta.
Chiudo la mia fatica al 3° posto, coprendo gli 11km rilevati al mio GPS in 40’31”.

arrivo

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Ivan Breda (39’25”), 2° Umberto Porrini (39’32”), 3° Giuseppe Bollini (40’31”), 4° Mattia Grammatico (41’01”), 5° Giorgio Pietrobon (41’35”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Elena Begnis (44’39”), 2a Cristina Clerici (45’00”), 3a Sabina Ambrosetti (46’07”), 4a Barbara Pavan (46’12”), 5° Francesca Barone (48’16”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Oggi dovrei essere soddisfatto per aver ottenuto il mio miglior piazzamento di sempre alla StraCascine, e invece…
…invece sono un po’ rammaricato.
Già, rammaricato per la consapevolezza di aver un po’ sprecato l’occasione di provare a giocarmi la vittoria, per di più nella gara di casa. Peccato.

premiazione

Venendo invece all’organizzazione, sono felice di rinnovare ancora una volta i complimenti alla Pro-loco di Albizzate e a tutti i volontari che hanno reso possibile la buona riuscita della manifestazione: dalla logistica alla segnalazione del tracciato, dai ristori alle premiazioni, ogni aspetto mi è sembrato funzionare al meglio: bravi!

Settimana prossima sarà invece la volta di Casorate Sempione e della 5a edizione della sua “Pu.Ma Race”, gara di 4 e 10,25km che quest’anno chiuderà di fatto il circuito del Podismo Sportivo del Varesotto.

lunedì 14 ottobre 2013

domenica 13 ottobre 2013

7 campanili: flash video by Marco Frigo!

Cross Country dei 7 campanili - Cavaria con Premezzo

32a tappa Piede d’Oro 2013

partenza

Oggi era una giornata speciale. La giornata della gara più antica e per me più bella e affascinante della provincia di Varese; a Cavaria andava infatti in scena la mitica 7 campanili!

Giornata davvero fredda e grigia, con qualche goccia di pioggia nei minuti precedenti il via; il tutto non ha però scoraggiato i numerosi appassionati che anche oggi hanno fatto segnare “il tutto esaurito”: ben 1204 gli iscritti fra percorso lungo e minigiro!

Io mi presento in condizioni non proprio ottimali: lo sforzo della mezza del VCO non è ancora del tutto recuperato, inoltre per me che soffro abbastanza il freddo, questo repentino abbassamento delle temperature non è certo il benvenuto…

Iscrizione, un po’ di pubbliche relazioni (!!!), il cambio d’abiti ed eccomi in strada per il consueto riscaldamento; la voglia è latitante e anche le sensazioni lasciano poco spazio alle buone speranze.
Rimango in dubbio fino all’ultimo se tenermi la maglia termica a manica lunga e addirittura i guanti; quando ormai penso di essermi convinto a tenerli, m’imbatto in Cristiano Marchesin e Antonio Vasi muniti di sola canotta…
…i dubbi tornano ad assalirmi nuovamente, ma alla fine decido che vista la temperatura di oggi, uno strato un po’ più pesantino non mi darà certo fastidio.

Mi schiero sulla linea di partenza, dove oltre ai soliti “abituè” spiccano diverse facce nuove: una su tutte quella del fortissimo marocchino Ahmed Nasef, che oggi se la dovrà vedere con fenomeno Lhoussaine Oukhrid (già plurivincitore su queste strade), nonchè il sempre competitivo Paolo Finesso.

Pronti via mi trovo a dover fare a spallate con il buon Antonio Vasi, che dopo soli 300 metri vuole abbandonare il percorso di gara e prendere per l’autostrada: mitico Antonio!
I primi chilometri sono di studio, nessuno dei favoriti prende l’iniziativa, lasciando un gruppetto con Ferdinando Mignani, Umberto Porrini, Antonio Vasi, Marco Brambilla, Salah Argoub, Paolo Proserpio, Ivan Breda, Alberto Varalli, Nader Rahhal e il sottoscritto a fare l’andatura.
Attacchiamo la scalinata di S.Stefano, con Finesso che comincia a fare sul serio mettendo in fila indiana tutto il gruppetto dei battistrada; come sempre patisco molto questa scalinata, perdendo preziosi metri da chi mi precede e svariate posizioni da chi mi insegue…

Ci lasciamo alle spalle il campanile di S.Stefano e ci gettiamo in discesa; neanche il tempo di rifiatare ed eccoci di nuovo in salita verso il centro di Oggiona e naturalmente verso il suo campanile.
Rapido passaggio nelle viuzze del paese prima di transitare nuovamente nei pressi della partenza e dirigerci verso Orago, la sua temibile scaletta e l’ennesimo campanile di giornata; davanti Finesso, Nasef e Oukhrid stanno “martellando” forte, nella loro scia i più immediati inseguitori sono Brambilla e Argoub, poi un gruppetto con Vasi, Porrini, Mignani tallonati a loro volta da Proserpio, Varalli, Rahhal e il sottoscritto.

scalinata di OragoAnche il campanile di Orago è alle mie spalle, ed in compagnia di Varalli e Rahhal sono lanciato verso quello di Jerago; è proprio in questo frangente che la gara perde uno dei suoi protagonisti: Paolo Finesso vittima di una contrattura è costretto ad alzare bandiera bianca.
Saluto Jerago e il suo campanile prima di gettarmi nell’unico tratto boschivo che ancora caratterizza il tracciato e che conduce fino all’abitato di Premezzo; all’uscita dal bosco Nader Rahhal cambia decisamente passo, innescando un’ottima progressione: Varalli riesce a cogliere l’attimo prendendo la scia di Nader, mentre io resto un poco sulle gambe perdendo terreno da entrambi…

Così mentre ho il mio bel da fare per cercare di non farmi scappare via Varalli, archivio anche il campanile di Premezzo e mi lancio in discesa verso l’ultimo della lista: quello di Cajello.
Passaggio piuttosto tortuoso nelle vie del centro paese e via verso gli ultimi 3 chilometri di gara, interamente caratterizzati da un falsopiano in leggera salita, con un paio di strappi secchi che a questo punto della competizione possono davvero fare male…

Finalmente rientro nell’abitato di Cavaria, altro passaggio sotto il campanile del paese prima di affrontare le ultime centinaia di metri che riconducono fino all’oratorio dove è posto il meritato traguardo di giornata.
Concludo così la mia fatica all’11° posto assoluto coprendo i 15,8km rilevati al mio GPS in 56’53”.

Foto 034 di 152

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Lhoussaine Oukhrid (50’35”), 2° Amhed Nasef (50’37”), 3° Marco Brambilla (54’24”), 4° Ferdinando Mignani (55’27”), 5° Umberto Porrini (56’08”), 6° Antonio Vasi (56’09”), 7° Nader Rahhal (56’22”), 8° Paolo Proserpio (56’33”), 9° Salah Argoub (56’40”), 10° Alberto Varalli (56’45”), 11° Giuseppe Bollini (56’53”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Elena Begnis (1h01’42”), 2a Sabina Ambrosetti (1h02’23”), 3a Cristina Clerici (1h02’28”), 4a Monica Bottinelli (1h05’54”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<                   >>>FOTO by Antonini<<<

premiazioni 7 campanili

Sempre bella la 7 campanili; oggi pur avendo sofferto un po’ a causa del mal di gambe che non mi ha dato tregua dal primo all’ultimo metro, sono comunque riuscito a divertirmi e a portare a casa una buona prova: soddisfatto.
Adesso la testa è già proiettata a settimana prossima e alla mia gara di casa: Domenica 20 Ottobre sarà infatti la volta di Albizzate e della “StraCascine”, gara con percorsi da 4,7 e 10,7km giunta quest’anno alla sua XXa edizione.