Gare CIRCUITO RUNNING 2021

lunedì 27 gennaio 2014

16 Febbraio: riparte il Piede d’Oro!

WP_20140124_001Dopo la pausa invernale, il circuito podistico più famoso e seguito della provincia di Varese è pronto a ripartire per la sua 32a stagione!
Come svelato già qualche mese fa, gli appuntamenti del nuovo calendario saranno 33, con ben 4 new entry che prenderanno il posto di altrettante classiche che abbandonano la kermesse Varesina; ma le novità per il 2014 non si fermano certo al calendario!

Una su tutte è legata all’introduzione del chip elettronico per la rilevazione dei tempi e la stesura delle classifiche in tempo reale, che grazie al supporto di nuovi sponsor quali eolo ed elmec è finalmente diventata una realtà.

Rivisto anche il regolamento generale, con una diversa attribuzione dei punteggi e la possibilità di un maggiore numero di gare da scartare: quest’anno infatti ai fini delle classifiche di categoria, verranno presi in considerazione un massimo di 27 migliori risultati su 33 gare, e ne basteranno un minimo di 20 per aver diritto alla premiazione di fine stagione.

Ultima, ma non meno importante novità, riguarda il cambiamento delle fasce d’età delle varie categorie, che diventano più numerose e meglio equilibrate rispetto al passato.

A questo punto non resta che iniziare a “scaldare i motori”: si parte il 16 Febbraio con l’ormai classicissimo appuntamento di Varese e della sua “Marciando per la vita”, manifestazione podistica il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza all’associazione “Il circolo della bontà – ONLUS”.
Quest’anno ad attendere i numerosi podisti ci sarà un tracciato leggermente rivisto ed in parte inedito: a tal proposito ecco il filmato di presentazione della gara: buona visione!

domenica 19 gennaio 2014

Gattico corre per beneficenza - Gattico (NO)

Foto 21 di 73

Ancora una volta il fine settimana è stato flagellato dal maltempo, e ancora una volta io ho deciso di sconfinare nel vicino Piemonte per divertirmi un po’ tra fango e acqua…
Oggi però non è la solita sgambata da 6km delle Ammazzinverno, ma qualcosa di un po’ più impegnativo: a Gattico va infatti in scena la 6a edizione della “Gattico corre per beneficenza”, che per l’occasione presenta un rinnovato tracciato di gara con uno sviluppo che quest’anno sfiora i 16km.

Percorso dai due volti, molto bello ma altrettanto duro ed impegnativo! Si parte in discesa e almeno fino all’ottavo chilometro si corre su asfalto con il dislivello quasi sempre a favore che invoglia a tenere alto il ritmo; da qui in poi però la gara cambia completamente registro: la strada sale costantemente, snodandosi quasi esclusivamente fra i prati e i campi circostanti, che complici le forti piogge di questi giorni presentano un fondo davvero molto molto pesante e muscolare…

Foto 29 di 73 - Copia

Ma partiamo dal principio…
Come di consueto, dopo essere arrivato a destinazione con largo anticipo e aver sbrigato le solite formalità, si avvicina l’ora del cambio: cerco di temporeggiare il più possibile, perchè fuori piove a catinelle e la voglia di uscire a fare riscaldamento è piuttosto latitante…
altimetria GatticoCosì mi butto in strada che son già le 9.00 passate da qualche minuto, giusto il tempo di fare 2 / 3 chilometri ed eccomi schierato sulla linea di partenza.
Alle 9.30 il via. Si parte di buon passo, con il forte Rolando Piana a prendere da subito l’iniziativa; come detto i primi chilometri sono interamente in discesa e nessuno sembra volersi risparmiare…
…sta di fatto che almeno fino al 4° chilometro al comando della corsa c’è un gruppetto ancora abbastanza compatto, di cui oltre a Piana ne fanno parte Paolo Giromini, Luigi Pignatiello, Silvio Gambetta, Marco Saligari e il sottoscritto.

Nonostante tutto, poco alla volta il drappello di testa va via via sfilacciandosi, e mentre il duo Piana - Pignatiello guadagna una trentina di metri di vantaggio, io rimango il più immediato inseguitore.
Attorno all’ottavo chilometro, poco prima di abbandonare l’asfalto Luigi sembra però aver terminato la benzina, iniziando a perdere vistosamente terreno da Rolando; nel frattempo anch’io ne approfitto per rifarmi sotto al portacolori dell’Atletica Malnate, che riesco a riprendere e passare nello spazio di pochi metri, senza che quest’ultimo accenni la ben che minima reazione.

Brusca svolta a destra ed eccoci proiettati nello sterrato dei prati e dei campi, con acqua e fango che la fanno da padroni! Si fatica a correre e a mantenere l’equilibrio, e come se non bastasse, da qui in poi la strada è tutta in salita…
Rolando sembra andare a nozze su questo fondo, e in men che non si dica sparisce dalla mia vista; alle mie spalle in 3a posizione c’è ancora Luigi Pignatiello, che dopo aver accusato una leggera flessione, sembra essersi ripreso e poter difendere il piazzamento dal ritorno di Giromini e Gambetta.

Foto 007 di 115

Visto il gap ormai incolmabile che mi divide dal battistrada, gli ultimi chilometri li corro cercando più che altro di amministrare il vantaggio che ho nei confronti di chi mi insegue, così pur continuando a spingere, riesco sempre a conservare un certo margine.
Finalmente risbuco su asfalto e riconosco la strada affrontata in discesa alla partenza, che naturalmente adesso è tutta in salita!
Ultimi metri ed eccomi tagliare il traguardo in 2a posizione col tempo di 57’50” necessario per coprire i 15,6km rilevati al mio GPS. Felicissimo!

>>>FOTO by Dario Antonini<<<

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Rolando Piana (55’40”), 2° Giuseppe Bollini (57’50”), 3° Luigi Pignatiello (58’25”), 4° Paolo Giromini, 5° Silvio Gambetta, 6° Marco Saligari, 7° Livio Saltarelli, 8° Davide Faccarello, 9° Alessandro Sacco, 10° Carlo Carlini.
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Cristina Clerici, 2a Daniela Maestroni, 3a Michela Piana, 4a Barbara Benatti, 5a Monica Bottinelli, 6a Francesca Barone, 7a Luisa Fumagalli, 8a Gabriella Gallo, 9a Rita Grisotto, 10a Alice De Simone.

Luigi Pignatiello, Rolando Piana, Giuseppe Bollini

domenica 5 gennaio 2014

Ammazzinverno Sizzano (NO)

Foto 19 di 58

Dopo l’abbuffata mangereccia dei giorni scorsi, adesso è la volta dell’abbuffata di gare: grazie infatti alla festività dell’Epifania che quest’anno cade di Lunedì, ecco che il calendario podistico di questi due giorni risulta essere davvero “intasato” da numerosi appuntamenti!
Un po’ per la voglia di vedere qualcosa di nuovo, un po’ perchè domani ho già un altro impegno, dopo diversi anni ho deciso di interrompere quella che per me era ormai diventata una vera e propria tradizione: ossia l’apertura della nuova stagione con la gara dell’Ammazzinverno di Cavaglietto del 6 Gennaio, preferendole invece quella odierna di Sizzano.

Dopo una nottata in cui il maltempo ha imperversato in lungo e in largo, stamattina al mio risveglio la situazione non era certo migliorata…
Cielo cupo, acqua a catinelle e un fastidioso vento a rincarare la dose…
Comunque sia non mi sono fatto scoraggiare, ed in men che non si dica ero già fuori casa con destinazione Sizzano, non prima però di essere passato a prendere il mio papà che oggi ha deciso di farmi compagnia.

Una volta arrivato nella “città del vino” (questo riporta il cartello all’entrata del paese!) e sbrigate le solite formalità, sono pronto per il riscaldamento: mi butto in strada seguendo le indicazioni dell’organizzazione per visionare un poco il percorso e cercare di capire cosa mi aspetta; neanche 400 metri di asfalto ed ecco che le frecce mi indirizzano in un pratone dove una mega pozza d’acqua e fango mi fa subito intuire che oggi ci sarà da sporcarsi leggerissimamente…

Sotto un’incessante pioggierellina arriva finalmente il momento del via: non molti i partecipanti (240) probabilmente scoraggiati proprio dalle condizioni meteorologiche avverse, ma con diversi forti atleti schierati sulla linea di partenza; fra loro riconosco Salah Ouyat, Silvio Gambetta, Alan Piletta, Livio Saltarelli, Luigi Pignatiello e Marco Saligari.

Foto 30 di 58

9.30: si parte!
giusto il tempo di percorrere i pochi metri su strada asfaltata ed eccomi con i piedi completamente a mollo tra fango e acqua; davvero difficile mantenere l’equilibrio in queste condizioni, con i sentieri e i prati interamente allagati dalle copiose precipitazioni cadute fra ieri e oggi.
Dopo la partenza razzo di Livio Saltarelli e di un altro giovane atleta, poco alla volta mi rifaccio sotto fino a prendere il comando della corsa; la strada s’impenna decisa ma nonostante le pendenze e il fondo davvero difficile, continuo a salire di buon passo. E’ nel tratto in discesa che devo subire alcuni sorpassi da parte di atleti che osano molto più del sottoscritto…

Così a metà gara circa, dopo altri avvicendamenti di posizione mi ritrovo al 3° posto: davanti a tutti Salah Ouyat e il giovane Alan Piletta specialista di corse in montagna, a pochi metri ci sono io, a mia volta  tallonato a distanza ravvicinata da un pimpante Luigi Pignatiello, che nel tratto centrale di scorrimento non esita a “mettere la freccia” e passarmi, riportandosi addirittura nella scia del battistrada Ouyat.

SizzanoArriviamo ai piedi dell’ultima asperità e mentre Salah Ouyat ha riguadagnato qualche secondo di vantaggio, io, Pignatiello e Piletta attacchiamo praticamente assieme le rampe che portano sulle colline interamente coltivate a vigne della zona.
Piletta forza da subito il ritmo, io gli rispondo incollandomi alla sua schiena, mentre Luigi comincia a perdere un po’ di terreno; scolliniamo e dopo un suggestivo passaggio attraverso un vigneto che sovrasta il paese, ci tuffiamo in discesa; Alan è decisamente a suo agio e riesce a scendere senza particolari problemi, io invece ad ogni passo fatico a stare in piedi, dovendo rallentare vistosamente e perdendo terreno sia da chi mi precede che da chi mi insegue…

Sbuchiamo nuovamente su asfalto, ed in lontananza scorgo il gonfiabile dell’arrivo: ormai Piletta è irraggiungibile, ma il vero problema è alle mie spalle, con Pignatiello che da grande pistaiolo qual’è stato, si sta avvicinando a gran velocità.
Duecento metri all’arrivo, ormai Luigi mi è addosso! Ultima curva secca a sinistra e rettilineo finale: devo fare un gran fuori giri per riuscire a difendere il piazzamento e tenere dietro Luigi!
Concludo così la mia fatica in 3a posizione, coprendo i 6,3km rilevati al mio GPS in 24’05”.

Sizzano (21)

Percorso che in condizioni normali sarebbe stato davvero bellissimo, oggi purtroppo l’acqua lo ha reso un po’ pericoloso e al limite (per non dire oltre…).
Ad ogni modo gara stupenda, combattuta dall’inizio alla fine con tanto di volatona finale all’ultimo respiro: davvero molto divertito!!

>>>FOTO by Dario Antonini<<<

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Salah Ouyat (23’45”), 2° Alan Piletta (23’55”), 3° Giuseppe Bollini (24’05”), 4° Luigi Pignatiello (24’06”), 5° Marco Saligari (24’56”), 6° Silvio Gambetta (25’05”), 7° Cristiano Bertinotti, 8° Carlo Carlini, 9° Livio Saltarelli, 10° Alessandro Lacqua.
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Monica Bottinelli, 2a Julia Baykova, 3a Adele Montonati.