GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

giovedì 30 giugno 2011

Quando il suo sguardo

Il libro di Massimo “il campionissimo” Rodighiero

Dopo le sue epiche imprese podistiche (…), e le altrettanto famose performance post sambuca (!!!), il mitico “campionissimo” arriva alla ribalta anche in campo letterario con l’uscita nelle librerie del suo primo libro, destinato a diventare quanto prima un best seller!

Complimenti a Massimo e a Francesco per essere riusciti a realizzare un sogno: bravi!

Se volete sapere dove poter acquistare il libro, se cercate ulteriori informazioni o se solo siete curiosi di conoscere meglio i due autori, cliccando sull’immagine sotto accederete direttamente al loro blog: paroladirodman.

bozza_sgurado

domenica 26 giugno 2011

Quatar pass par Arcisà - Arcisate

18a tappa Piede d’Oro 2011

Neanche il tempo di smaltire la fatica della sparata alla serale di Giovedì, che stamane era già il turno del Piede d’Oro… l’appuntamento era ad Arcisate, dove il locale gruppo sportivo organizzava la 26a edizione della “Quatar pass par Arcisà”, gara podistica di circa 10km valevole come 18° appuntamento stagionale col circuito di Podismo Sportivo del Varesotto.

Oltre 530 gli iscritti, che complice anche la stupenda giornata di sole, ma senza la fastidiosa cappa di afa che solitamente caratterizza questa corsa, hanno scelto di cimentarsi sull’impegnativo percorso di gara.

Altimetria Quatar pass par Arcisà Percorso di gara che rispetto all’anno scorso è stato leggermente rivisto, con l’eliminazione del mini circuito iniziale che personalmente non mi è mai piaciuto un granchè, e una variazione attorno al 7°km dove invece di percorrere la solita discesa su asfalto se ne affrontava una sterrata immersa nel bosco.

Alle 9.00 puntuali arriva lo sparo che sancisce l’apertura delle ostilità, con i favoriti di tappa subito a dettare legge nelle prime posizioni; si procede abbastanza compatti fino al 2°km dove la prima asperità di giornata comincia a sgranare il gruppo degli atleti. Davanti a tutti un quartetto composto da Breda, Mignani e i due fratelli Argoub, poco più dietro uno scatenato Fontana e a qualche altro metro di distanza in mia compagnia ci sono Giordano, Macchi e Beltrami.

arcisate 006 Il percorso non da un attimo di tregua: salite, discese e tratti vallonati dove si fatica davvero molto a trovare il giusto ritmo! Così dopo aver affrontato un’ altra impegnativa ascesa posta circa al 4°/5° chilometro, ci si dirige a tutta velocità verso l’ultima vera difficoltà di giornata: una salita asfaltata non più lunga di 500 metri, che non presenta pendenze impossibili (anzi tutt’altro) ma che posta a questo punto della gara può davvero lasciare il segno…

E’ proprio sulle prime rampe di quest’ultima asperità che lancio il mio attacco a Giordano: esco dalla sua scia, lo affianco e lo supero accelerando in maniera decisa l’andatura; il portacolori dell’Atletica Ghepardo si stacca mentre io sulle ali dell’entusiasmo metto nel mirino anche l’atleta successivo: Ivan Breda.

Al 7° chilometro sono rientrato anche su Breda, non ci penso due volte e provo a staccarlo subito: Ivan perde un metro, poi un altro ed un altro ancora, poco alla volta riesco a scavare un piccolo divario; eccoci alla variazione di percorso a cui accennavo, invece di proseguire sulla strada asfaltata un addetto dell’organizzazzione ci indirizza in uno stretto sentiero boschivo tutto in discesa: la visibilità è scarsa, la pendenza davvero notevole e non mancano radici e sassi sporgenti!! Mi getto a capofitto riuscendo a tenere a distanza uno specialista come Breda, arrivo in fondo e al momento di riprendere la strada asfaltata ecco la sgradita sorpresa….

CIMG0455- Nonostante la presenza di due addetti al percorso, nessuno mi indica la giusta direzione, così invece di prendere a destra come avrei dovuto, mi butto a tutta velocità a sinistra… (ad onor del vero erano presenti i cartelli, ma in quel momento di scarsa lucidità mi aspettavo un cenno dagli uomini bandierina…). E’ un attimo: mi chiamano, tiro una mega inchiodata, inverto il senso di marcia e rilancio l’andatura ma intanto Breda mi è addosso e si rimette davanti…

Anche Porrini grazie ad un’ottima progressione riesce a rientrare, e a pochi metri dall’arrivo mi salutano entrambi… taglio il traguardo alle loro spalle in 7a posizione, impiegando 36’45” per coprire i 9,62km rilevati al mio GPS. Peccato davvero… niente sarebbe stato scontato e magari mi avrebbero battuto lo stesso, però l’errore di percorso non ci voleva proprio: in termini di secondi non ho perso molto, ma a livello di concentrazione e nervosismo la cosa ha influito in maniera davvero determinante.

Gara vinta da Ferdinando Mignani in 35’06”,  2° posto per Salah Argoub in 35’53”, mentre chiude il podio Claudio Fontana in 36’13”; poi nell’ordine: 4° Rachid Argoub in 36’25”, 5° Ivan Breda in 36’38”, 6° Umberto Porrini in 36’39”, 7° Giuseppe Bollini in 36’45”, 8° Roberto Macchi in 36’57”, 9° Gioacchino Giordano in 37’32” e 10° Biagio Cantisani in 38’00”. In campo femminile vittoria di Cristina Clerici in 40’22”, 2a piazza per Elena Begnis in 40’38”, chiude il podio Rosanna Urso in 41’13”; poi nell’ordine: 4a Emanuela Fossa in 45’54”, 5a Angiola Conte in 46’04”, 6a Eugenia Vasconi in 48’27”, 7a Cinzia Menegon in 51’27”, 8a Emanuela Brusa in 51’34”, 9a Cristina Albergoni in 51’50” e 10a Simona Milani in 52’13”.

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Buonissima l’organizzazzione generale, dalla logistica della zona di ritrovo, al percorso ben preparato e misurato (peccato solo per l’inconveniente capitatomi, ma nel caso specifico non è certo colpa dell’organizzazione, piuttosto dei due addetti che invece di fare quello per cui eran stati messi lì stavan giocando a briscola…), fino al ristoro e alle premiazioni finali. L’unica cosa che non mi è piaciuta troppo è stata l’ultima discesa nel bosco (quella nuova inserita al posto dell’asfalto) che onestamente mi è sembrata un pò troppo pericolosa.

Come sempre per altri commenti non mancate di visitare il blog di Omar “soxj” Spoti, quello del Team dove osano le aquile e quello degli Athlon Runners, dove oltre all’articolo dell’amico Valerio Leonardi, potrete trovare alcune foto della manifestazione.

Settimana prossima toccherà ad Agra accogliere la carovana del Piede d’Oro, con la 5a edizione de “La sgambada de Agra”, gara che personalmente reputo molto bella ma altrettanto difficile ed impegnativa e che a  fronte delle caratteristiche del tracciato oserei definire gara di corsa in montagna.

venerdì 24 giugno 2011

4a Corsa degli asnitt – Quinzano S.Pietro

asnitt

Vuoi per l’esordio sfortunato alla serale di Montonate con tanto di capitombolo, vuoi per il lavoro che mi lascia poco tempo e poche energie, sta di fatto che quest’anno non ho fatto la solita “indigestione” di garette serali…
Ieri sera però non potevo certo mancare alla “4a corsa degli asnitt”, gara organizzata dagli amici dei Runners Quinzano, che oltre ad essere a pochissimi chilometri da casa mia, è una delle manifestazioni podistiche che reputo fra le più belle e le meglio organizzate della provincia!

P1040484 Così, dopo un breve trasferimento in auto, alle 19.15 ero già pronto per il consueto riscaldamento pre-gara! Faccio pochi metri e riconosco l’auto di Ivan Breda, qualche altro passo e mi sento chiamare da Andrea Basoli, proseguo nel mio cammino ed ecco anche Marco Brambilla, e poi Demuru, Ponti, Proserpio, Lucchina, Turetta, Cantisani, Trogu, Beltrami e tanti altri forti atleti della provincia: nonostante le importanti concomitanze con le serali di Besozzo e Rescaldina, ben 360 atleti si sono presentati al nastro di partenza e fra loro tanti nomi di spicco!

Alle 20.00 la partenza, che complice il lungo rettilineo iniziale completamente su asfalto, mi fa registrare un primo 1000 corso in 3’05”; si entra nel prato, uno dei tratti che più soffro: il fondo è irregolare e pesante con una leggera pendenza a salire, fatico un poco ma tengo bene il ritmo, anche se i primi atleti fra cui Brambilla, Ponti, Demuro, Proserpio, Basoli e Breda cominciano a guadagnare qualche metro di vantaggio.

Altimetria Corsa degli asnittFinalmente usciamo dal prato, i primi allungano ulteriormente, mentre io vengo raggiunto e superato da Massimo Lucchina attestandomi attorno alla 10a posizione in compagnia di Enea Zampini, Biagio Cantisani e del giovanissimo (17 anni) ma altrettanto promettente Erraki Oussama. A metà gara Biagio perde un pò di terreno mentre Enea e Ossuama mi sopravanzano restando però sempre “a tiro”.

Dopo l’ultimo tratto boschivo si sbuca sulla salita asfaltata che riporta verso il centro di Quinzano: Enea in debito d’ossigeno è costretto a camminare per qualche metro, permettendomi di superarlo abbastanza agevolmente, mentre Ossama tiene duro, nonostante anche lui cominci a mostrare i primi segni di cedimento.

fs_p011_2_10 Continuo a far girare forte le gambe, e all’entrata del paese ho completamente riagganciato il giovane atleta marocchino; ormai manca si e no 1km all’arrivo, sfruttando una sua indecisione ad un bivio lo scavalco prontamente, innescando una decisa progressione finale. Negli ultimi metri grazie all’accelerazione messa in atto avvicino molto anche Breda, che taglia però il traguardo riuscendo a difendere il suo piazzamento.

Concludo la mia fatica in 8a posizione col tempo di 2'1’39” necessari per coprire i 6,1km rilevati al mio GPS, migliorando così il mio crono della scorsa edizione di 21”. La gara viene vinta da Marco Brambilla in 20’20”, piazza d’onore per Paolo Proserpio in 20’50”, chiude il podio Luca Ponti in 20’53”; poi nell’ordine: 4° Andrea Basoli, 5° Massimo Lucchina, 6° Stefano Demuru, 7° Ivan Breda, 8° Giuseppe Bollini, 9° Enea Zampini, 10° Erraki Oussama, 11° Biagio Cantisani, 12° Ihya Youssef, 13° Luca Granfo, 14° Manuel Beltrami, 15°Antonio Trogu, 16° Marco Zarantonello, 17° Simone Turetta, 18° Matteo Malatrasi, 19° Manuel Puricelli e 20° Mario Panariello. In campo femminile dominio schiacciante di Claudia Gelsomino che fa sua la vittoria in 22’35”, 2° posto per Silvia Murgia in 24’41”, chiude il podio Elisa Masciocchi in 24’56”; poi nell’ordine: 4a Lorena Strozzi, 5a Francesca Barone, 6a Emanuela Fossa, 7a Giuly Novati, 8a Alexia Aprile, 9a Annalisa Bombelli e 10a Cristina Guzzi.

Ancora una volta sono felice di fare i complimenti agli “asnitt” di Quinzano: bravi! Ottima organizzazione come sempre!

Non mancate di visitare il sito dei Runners Quinzano, dove oltre ai commenti e alle classifiche sono presenti anche numerose foto della manifestazione; altri commenti li potete trovare sul blog degli Athlon Runners e su quello di Janine “l’inglesina volante” Jackson, mentre grazie alla mia mamma qualche scatto della serata è disponibile anche nella mia fotogallery.

mercoledì 22 giugno 2011

XVI StraROVATE: la presentazione di Alessio Castiglioni.

Alessio Spegne sedici candeline una delle campestri più longeve del Varesotto che vede ogni anno centinaia di podisti sfidarsi tra il verde dei nostri boschi. Tapascioni e top runners vi aspettiamo numerosi e dopo le premiazioni potete cenare presso il nostro ricco stand gastronomico accompagnati dalla musica country-blues dei MI-TEX!

Pre-iscriviti online: manda una mail a info@polisportivarovatese.it

Clicca qui per tutte le info sulla campestre biancorossa >>

Visualizza il volantino >>

domenica 19 giugno 2011

Samaraa da cursa: il filmato di Franco Rancati



Samaraa da cursa – Verghera di Samarate

17a tappa Piede d’Oro 2011

Dopo tanta pioggia finalmente una bella giornata estiva ha salutato il 17a appuntamento stagionale col Piede d’Oro, che per l’occasione ha fatto tappa a Verghera di Samarate, dove grazie all’organizzazione targata “Tre amici da Paura” (Busetto, Bonesini e Trogu), si è corsa la 2a edizione della “Samaraa da cursa”. Ottima l’affluenza di partecipanti che stamane hanno superato quota 800!!

DSC_0885

Partenza a parte, confermato il tracciato dello scorso anno, caratterizzato da un altimetria praticamente piatta che non deve però far pensare ad una gara “semplice”: il percorso è infatti ricavato per l’80% nei boschi della zona, che a causa di un fondo piuttosto soffice ma anche delle copiose piogge cadute nei giorni scorsi, risulta essere molto pesante e muscolare.

DSC_0890 Alle 9.00 la partenza, che su un tracciato di questo genere non può che essere una vera e propria “fucilata”: 3’22”, 3’11” e 3’25” i miei parziali nei primi 3km di gara! In testa si porta subito Tekle Fikre atleta di colore originario dell’Etiopia, nella sua scia Breda, Porrini, Argoub Salah, Bassetto, Vanini, io e via via tutti gli altri.

Non ho dei ricordi piacevoli di questa gara… l’anno scorso l’avevo infatti patita molto, proprio a causa del fondo pesante che ne caratterizza buona parte dello svolgimento; per questo motivo cerco di spingere sempre senza esagerare, provando a dosare al meglio le energie, evitando sforzi inutili e ritmi proibitivi fin dai primi metri.

A metà gara circa è il terzetto formato da Tekle, Breda e Porrini a guidare la corsa, Argoub Salah come anche Paolo Bassetto saltano completamente ritirandosi dalla competizione, leggermente più attardato segue il “trenino” composto da Vanini, Fonnesu, il sottoscritto, Giordano e Argoub Rachid.

IMG_0645Riesco sempre a tenere un buon ritmo senza mai andare in difficoltà, anche se poco alla volta perdo terreno dal duo Vanini-Fonnesu… a mia volta riesco però a staccare Giordano, anche se con la coda dell’occhio vedo Argoub Rachid che si sta avvicinando in maniera minacciosa…

L’amico/rivale riesce ad agganciarmi definitivamente a circa 2km dall’arrivo; pensandomi in difficoltà si mette davanti incrementendo subito il ritmo per tentare di lasciarmi istantaneamente sul posto. Io sono tutt’altro che “cotto” e non ho certo intenzione di farlo andare via: risultato di questo duello un ultimo chilometro corso in 3’14”, con Vanini e Fonnesu che si avvicinano a vista d’occhio!

DSC_1070 Arriviamo all’entrata della pista di atletica, Vanini e Fonnesu per quanto siano molto vicini rimangono ormai irraggiungibili, mentre con Rachid vorrei provare a giocarmi la volata nel giro di pista, ma purtroppo per me non è previsto alcun giro di pista… l’arrivo è infatti posto appena entrati nel centro sportivo.

Chiudo così la mia fatica al 7° posto assoluto, coprendo i 9,7km rilevati al mio GPS in 34’12” all’ottima media generale di 3’32”/km. Oggi a differenza di settimana scorsa sono soddisfatto della mia prestazione, perchè non sono mai andato in affanno, dosandomi bene e arrivando in fondo con ancora una buona scorta di energia: peccato solo non essere riuscito a mettere dietro nessuno degli avversari che mi hanno preceduto di una manciata di secondi…

La gara è vinta dall’Etiope Tekle Fikre in 32’12”, 2° posto per un ritrovato Ivan Breda in 33’00”, chiude il podio Umberto Porrini in 33’15”; poi nell’ordine: 4° Franco Fonnesu in 33’59”, 5° Giovanni Vanini in 34’02”, 6° Rachid Argoub in 34’11”, 7° Giuseppe Bollini in 34’12”, 8° Andrea Gornati in 34’24”, 9° Alberto Antognazza in 34’39” e 10° Biagio Cantisani in 34’46”. In campo femminile la spunta invece Cristina Clerici in 38’16”, 2a piazza per Rosanna Urso in 38’54”, chiude il podio Giusy Verga in 40’12”; poi nell’ordine: 4a Francesca Barone 41’05” a parimerito con Emanuela Fossa (41’05”), 6a Angiola conte in 42’07”, 7a Scilla Tonetti in 42’10”, 8a Vera Veronelli in 44’00”, 9a Martina Bau in 44’20” e 10a Barbara Frangi in 44’25”. Grazie ad Enrico Rodari per la raccolta della classifica e dei tempi sopra riportati.

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Davvero molto buona l’organizzazione generale di tutta la manifestazione, unica nota negativa da segnalare un punto del tracciato piuttosto pericoloso non presidiato, dove anche io ho rischiato di finire contro un auto!

DSC_1687

Oggi “copertura mediatica” da grande evento: per leggere ancora qualcosa eccovi il link al blog di Omar e a quello di CorsAmica, dove oltre alla cronaca troverete anche le foto della giornata; rimanendo in tema di foto non dimenticate di visitare la fotogallery di Podisti.net by Arturo Barbieri, mentre appena disponibili provvederò a pubblicare anche i filmati realizzati da Mario Busnelli e Franco Rancati.

Il prossimo appuntamento con il Piede d’Oro è come sempre per Domenica prossima (26 Giugno), la location sarà Arcisate dove il locale gruppo sportivo darà vita alla 26a edizione della “Quatar pass par Arcisà”. Per chi avesse voglia di gareggiare anche in settimana ricordo che da martedì sera prenderà il via il cicuito denominato “Corri con Pu.Ma” che si articolerà su 4 prove: Martedì – 6km Coarezza, Mercoledì – cronoscalata 1km Azzate, Giovedì – 6km Quinzano e Venerdì 6km Mezzana di Somma Lombardo.

sabato 18 giugno 2011

Auguri blog…

Il 18 Giugno del 2008 su un blog piuttosto spoglio (ma già di colore verde!!!) compariva questo post:

“E tu che podista sei?”

Mai e poi mai avrei immaginato che quello sarebbe stato solo il 1° dei numerosi commenti che in questi 3 anni hanno riempito queste pagine! E tanto meno avrei immaginato di arrivare ad avere un numero di visite così elevato: attualmente siamo ad oltre 78.000!

Ricordo infatti che quando creai l’account sulla vecchia piattaforma di Windows Live, l’intenzione non era certo quella di scrivere un blog: volevo solo commentare l’articolo di un altro blogger, operazione per cui era richiesta obbligatoriamente la registrazione al servizio…

All’epoca correvo già da qualche tempo, e per quanto ci fossero già siti e blog che trattavano delle corse della zona, mi resi conto che alcune manifestazioni, per quanto belle e ben organizzate, non avevano alcuna visibilità via web; allora quasi per scherzo iniziai a pubblicare dei commenti piuttosto stringati sulle gare che facevo, cercando di offrire a chi leggeva, oltre alle mie sensazioni personali, anche alcune informazioni che io per primo andavo cercando al termine di ogni gara senza però riuscire mai a trovare…
…ad esempio la classifica dei primi arrivati e perchè no quella completa con il nome di tutti, il chilometraggio corretto del percorso e alcune considerazioni sull’organizzazione generale dell’evento.

buon_compleanno_031Col tempo i commenti divennero sempre più articolati e dettagliati, mantenendo però la “formula” iniziale del diario personale condito da dati e informazioni di pubblico interesse, il tutto fino ad arrivare ad oggi 18 Giugno 2011 e al blog che voi tutti ormai conoscete bene.

Non nego che in certe occasioni ho anche pensato di smettere di scriverlo: fra il lavoro, la casa, gli allenamenti e tutto il resto, il tempo è sempre poco e tenere aggiornato il blog, implica spesso di dover rinunciare a fare qualcosa d’altro…
...poi però la passione per la corsa e qualche pacca sulle spalle in segno di apprezzamento verso la “mia creatura”, ricevuta sia da amici ma anche da persone che fino ad un attimo prima non conoscevo, fa si che mi ritovi ancora una volta dietro alla tastiera a digitare il racconto della gara appena fatta!!

…AUGURI BLOG!!

venerdì 17 giugno 2011

Castano di notte: buona la prima!

Commento di Davide Veglio.

Premessa: non volgiamo peccare di presunzione con questo titolo, ma il fatto è che abbiamo raccolto un risultato che è andato decisamente oltre le nostre previsioni, ma andiamo con ordine e partiamo dall’inizio.

Un martedì sera di fine gennaio, come sempre, ci si trova “al campo” per fare un po’ di allenamento insieme e durante il riscaldamento azzardo una provocazione al nostro vice-presidente: “Perché non proviamo ad organizzare anche noi una gara? Abbiamo un bel percorso, così al posto di partecipare sempre alle altre gare invitiamo gli altri da noi….”. Il nostro vice, Carola, l’entusiasmo fatto persona, accoglie ipso facto la proposta e da lì parte la nostra avventura. Coinvolgiamo da subito gli amici Giuseppe e Maristella che organizzano da anni con successo la Jack Pot Run per aiutarci nel concretizzare le nostre idee. Il primo pensiero è stato: “ se parteciperanno 200 persone vorrà dire che sarà un successo”, poi abbiamo pensato che coinvolgendo anche i bambini si sarebbe dato un tocco di festa ed allegria alla serata (l’entusiasmo di un bambino è per me un grande motivo di gioia), e invece……..

contro ogni aspettativa abbiamo visto oltre 500 runners giungere a Castano per partecipare alla prima edizione della Castano di notte, e più di 130 bambini hanno fatto da “apripista” con la loro corsa e i loro sorrisi. Quasi settecento persone !!! Tutto ciò ha portato un rallentamento ai banchi delle iscrizioni (che sono stati prontamente aumentati ma non è stato sufficiente) e di ciò chiediamo scusa, ma per noi mai code così lunghe sono state ben accette come quelle di ieri sera.

Per noi è stata una enorme soddisfazione vedere insieme al via alcuni fra i più veloci atleti del varesotto e dell’altomilanese, gli amici podisti che abitualmente si incontrano alle gare e numerose famiglie di castanesi (e non solo) che non hanno voluto perdere l’occasione di fare una corsetta o semplicemente una camminata in compagnia. Questo è lo spirito migliore del running, uno spirito che troviamo spesso nelle manifestazioni a cui partecipiamo e che fortunatamente siamo riusciti a realizzare anche qui, un connubio fra chi è “malato di running” e chi invece ha meno occasione di partecipare a queste gare, e magari proprio ieri sera ha scoperto quanto può essere piacevole calzare una paio di scarpette e correre.

Ringraziamo tutti i partecipanti quindi, grandi e piccoli, senza di voi non ci sarebbe stata la possibilità di realizzare una serata così bella (pioggia a parte). Personalmente ringrazio tutti coloro che nelle ultime settimane ho “martellato” per mail, su facebook, al giro del varesotto invitandoli a venire a Castano. Un grazie particolare va agli amici Janine, Matteo e Beppe che da subito hanno messo in evidenza sui loro blog la nostra gara e il nostro volantino. Grazie ad Antonio onnipresente come sempre, forse per la prima volta spiazzato dal repentino temporale che ha accompagnato (è ormai una costante in questo mese di giungo) lo svolgimento della gara.

Un grosso grazie poi lo vogliamo dedicare alle scuole dell’infanzia di Castano e ai volontari del Pedibus che hanno raccolto le numerose adesioni fra i più piccoli, a tutti i volontari che ci hanno dato una mano sul percorso, al ristoro e alle iscrizioni.

Ma veniamo alla gara. Dopo aver visto correre (all’asciutto) gli iscritti alla BABYRUN, alle 20.30, sotto una fitta pioggerellina, viene dato il via alla prima edizione della Castano di notte:

Vincono la gara: Marco Brambilla (Atl. San Marco) e Lorena Strozzi (Atl. Casorate).
In questa prima edizione vengono premiati i primi dieci classificati delle due categorie e i primi dieci gruppi più numerosi, oltre al primo castanese uomo e la prima castanese donna classificata.
Tutti i partecipanti alla BABYRUN invece  hanno ricevuto un premio perché sono stati tutti vincitori!!


DONNE PREMIATE:
1.Lorena Strozzi (Atl.Casorate) - 2.Elena Manzato (auguri, buon compleanno!)- 3.Paola Gobbo (Atl.Casorate) - 4.Emanuela Fossa (Alt.Casorate) - 5.Lorena Lago - 6.Laura Marsiglio (Athlon Runners) - 7.Annalisa Bombelli - 8.Cristina Guzzi - 9.Annamaria Goldani - 10.Lucia Vellata (Atl. Trecate) –

Prima Castanese donna: Claudia Foieni (Polisp. Magnago Bienate)

UOMINI PREMIATI:
1.Marco Brambilla (Alt. San Marco) - 2.Silvio Gambetta - 3.Maurizio Brassini (Alt.Casorate) - 4.Massimo Bongini (Alt. San Marco) - 5.Andrea Gornati (Alt. San Marco) - 6.Finelh Elhody - 7.Fabio Davina (Onda Verde) - 8.Diego Giacomini - 9.Valter Carnovali (Team 3esse) - 10.Claudio Aguiari - 11.Paolo Rossi premiato come decimo al posto di F. Davina

Primo Castanese uomo: Fabio Davina (Onda Verde)

GRUPPI PIU NUMEROSI:
1.PEDIBUS CASTANO PRIMO - 2.DST TURBIGO - 3.3ESSE TEAM RESCALDINA - 4.STUDIO GAMBARO CASTANO PRIMO - 5.ONDA VERDE CORBETTA - 6.ATLETICA SAN MARCO BUSTO A. - 7.PODISMO E CAZZEGGIO BUSTO A. - 8.BETTI'S GROUP RUN - 9.ATLETICA CASORATE - 10.CONCERIA STEFANIA CASTANO PRIMO

E ora che l’euforia della serata sta scemando stiamo già pensando a come migliorare la prossima edizione, mandateci i vostri suggerimenti e le vostre critiche ne faremo tesoro. Ci vediamo l’otto luglio alla Jack Pot Run e soprattutto...…

VI ASPETTIAMO L’ANNO PROSSIMO PER LA CASTANO DI NOTTE 2012!!!

Davide

domenica 12 giugno 2011

Grand Prix Runners Valbossa - Azzate

16a tappa Piede d’Oro 2011

Altimetria Grand Prix Runners Valbossa by GhepardoDopo le continue piogge dei giorni scorsi, che sono continuate fino nella notte, stamattina finalmente una bella giornata di sole ha accolto gli oltre 600 atleti che si sono presentati in quel di Azzate, per prendere parte alla ventesima edizione del “Grand Prix Runners Valbossa”.

Confermato l’ottimo tracciato dell’anno scorso, caratterizzato da un’altimetria piuttosto impegnativa ma soprattutto da suggestivi passaggi panoramici che grazie alla loro bellezza riescono anche ad alleviare un po’ la fatica!

Si parte alle 9.00 dai pressi della tessitura Ghiringhelli, con Andrea Marzio che pigia subito forte sull’acceleratore, guadagnando rapidamente diversi metri di vantaggio, che gli permetteranno di vincere in tutta tranquillità il traguardo volante posto al 1°km di gara.

Una volta riassorbito il fuggitivo è il terzetto formato da Ponti, Mignani e Porrini a prendere il comando della corsa, a qualche metro da loro ci sono anch’io in compagnia di Rachid Argoub, Lucchina, Vanini, Fonnesu e Macchi.

P1120696 Dopo una breve salita si scende verso la piana di Vegonno, dove nonostante una corsa non certo sciolta, riesco comunque a tenere bene il passo dei compagni di avventura. E’ attorno al 6°km che vado in crisi… quelli davanti a me si allontanano, mentre da dietro vengo raggiunto e superato da Beltrami, Giordano, Fontana e Cella… benzina finita.

Capisco che l’unica cosa che posso fare è cercare di limitare i danni, tentando di perdere meno posizioni possibili… nell’ultimo chilometro provo a restare attaccato a Giordano, e negli ultimi metri di gara riesco anche a risuperarlo, ma che fatica…

Taglio il traguardo in 11a posizione col tempo di 34’47” per coprire i 9,4km rilevati al mio GPS. La vittoria è conquistata in volata da Ferdinando Mignani in 33’10”, che regola al 2° posto Luca Ponti in 33’16”, 3° ma più attardato Umberto Porrini in 33’52”; poi nell’ordine: 4° Franco Fonnesu in 33’59”, 5° Roberto Macchi in 34’06”, 6° Giovanni Vanini in 34’11”, 7° Rachid Argoub in 34’35”, 8° Claudio Fontana in 34’40”, 9° Manuel Beltrami in 34’43” e 10° Roberto Cella in 34’45”. In campo femminile ennesima vittoria per Elena Begnis in 38’48”, piazza d’onore per Rosanna Urso in 39’21”, chiude il podio Antonella Panza in 41’12”; poi nell’ordine: 4a Giusy Verga in 41’45”, 5a Emanuela Fossa in 42’07”, 6a Angiola Conte in 43’34”, 7a Isabella Donadio in 44’00”, 8a Raffaella Preatoni in 44’47”, 9a Lizia Rodari in 45’00” e 10a Vera Veronelli in 46’05”.

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Nel complesso buona come sempre l’organizzazione targata Runners Valbossa, anche se durante le premiazioni si è creata un po’ di confusione… con nominativi che mancavano nella classifica finale e premi invertiti fra assoluti e categorie.

Per quanto mi riguarda invece, oggi giornata che valuto in maniera abbastanza negativa: non tanto per il piazzamento (alla fine i distacchi sono molto contenuti), ma per le sensazioni avvertite. Mi auguro che sia solo stata una giornata storta, anche se in realtà è già qualche tempo che sento una certa stanchezza e un certo affaticamento… Per la prossima settimana ho intenzione di staccare un pò con gli allenamenti, con la speranza di riuscire a ritrovare un pò di brillantezza fisica ma soprattutto mentale, visto che ultimamente mi sta mancando la voglia di correre.

Per leggere ancora qualcosa non mancate di visitare il blog di Omar “soxj” Spoti, quello degli Athlon Runners e naturalmente quello dei Runners Valbossa, dove si possono trovare anche alcune foto della manifestazione.

Il prossimo appuntamento con il Piede d’Oro è per Domenica prossima 19 Giugno a Samarate, dove “Tre amici da paura” organizzano la 2a edizione della “Samaraa da cursa”.

martedì 7 giugno 2011

II° Trofeo Metro di Legno - 2011

Ebbene si, dopo la prima edizione del 2010, anche quest’anno torna a grande richiesta (???)  il temutissimo “Trofeo Metro di Legno”, ovvero la speciale classifica che raccoglie tutte le tappe del Piede d’Oro in base all’accuratezza con cui viene misurato lo sviluppo dei vari tracciati.

Devo dire che dopo anni di “battaglie” e l’istituzione di questo specialissimo riconoscimento virtuale, le varie organizzazioni hanno finalmente percepito il messaggio: fino ad oggi infatti, a parte un unico caso di recidività compulsiva (!!!), i risultati sono davvero buoni.

Ma ecco la lista di tutte le tappe fino ad oggi corse, con lo sviluppo dichiarato dagli organizzatori e quello realmente rilevato al mio GPS:

1a tappa Varese: 10,7km dichiarati -----> 10,7km rilevati
2a tappa Cadrezzate: 10,6km dichiarati -----> 10,5km rilevati
3a tappa Arconate: 12km dichiarati -----> 12,55km rilevati
trofeob[1]4a tappa Malgesso: 10,2km dichiarati -----> 10,2km rilevati
5a tappa Bardello: 10km dichiarati -----> 9,6km rilevati
6a tappa Monvalle: 10km dichiarati -----> 10km rilevati
7a tappa Schiranna: 9km dichiarati -----> 9,4km rilevati
8a tappa Brenta: 8km dichiarati -----> 7,7km rilevati
9a tappa Cuasso al Piano: 9,4km dichiarati -----> 9,25km rilevati
10a tappa Cuveglio: 10km dichiarati -----> 10,15 km rilevati
11a tappa Taino11km dichiarati -----> 9,9km rilevati
12a tappa Gazzada Schianno: 9km dichiarati -----> 9,65km rilevati
13a tappa Somma Lombardo: 10,5km dichiarati -----> 10,3km rilevati
14a tappa Castiglione Olona: 9,8km dichiarati -----> 10km rilevati
15a tappa Venegono: 11,2km dichiarati -----> 11,5km rilevati

In rosso il podio provvisorio…

domenica 5 giugno 2011

Trofeo Alenia AerMacchi – Venegono

15a tappa Piede d’Oro 2011

Ieri rimbalzando fra i vari siti internet dedicati al meteo, le previsioni per questa prima Domenica di Giugno erano tutte concordi: possibili temporali e acquazzoni per tutta la giornata…

…e stamattina Giove Pluvio non ha certo voluto tradire le aspettative, così l’11a edizione del “Trofeo Alenia AerMacchi” è stata caratterizzata dal maltempo che ha accompagnato i circa 450 iscritti dall’inizio alla fine della manifestazione.

IMG_9268

Confermato l’ottimo tracciato degli ultimi anni, caratterizzato da una prima parte pianeggiante e quasi interamente su asfalto che invoglia a tenere alta l’andatura, un tratto centrale ricavato nei boschi limitrofi reso impegnativo dall’andamento vallonato e dal fondo pesante, ed infine dalla parte conclusiva dove si ripercorrono in senso contrario buona parte dei primi chilometri di gara: qui chi riesce a presentarsi con ancora una buona riserva di energia può davvero fare la differenza!

IMG_9312 Si parte subito spediti: 3’17”, 3’20”, 3’18” e 3’25” i miei parziali nei primi 4 chilometri di gara; a fare l’andatura è Franco Fonnesu, seguito dal favorito n°1 di giornata Mirko Zanovello, nella loro scia ci siamo io, Giovanni Vanini, Emanuele Angotzi e Alberto Antognazza, dietro di noi si è già formato un piccolo buco.

Restiamo tutti abbastanza vicini fino allo scollinamento dell’unica salita di giornata posta circa al 5°km: qui Zanovello sferra il suo attacco guadagnando rapidamente terreno su Fonnesu, mentre io vengo sopravanzato da Vanini che prova subito a cambiare passo. Tento di resistere alla gran progressione di Giovanni, ma non c’è niente da fare… il giovane portacolori dei Runner Varese si allontana sempre più, fino a riuscire addirittura a ricucire il gap di circa 200mt. che lo divideva da Fonnesu!

Abbandoniamo i boschi e torniamo sulla strada che riporta verso il centro sportivo dell’ AerMacchi; Zanovello non è più nel mio campo visivo, mentre riesco a scorgere nitidamente la coppia Vanini – Fonnesu che sta battagliando per la 2a posizione. Io sono alle prese con Alberto Antognazza, che oggi sembra essere in condizioni migliori delle mie, mentre alle mie spalle devo tenere d’occhio l’amico Lele Angotzi che non molla mai un centimetro!

P1040393  IMG_9601
 
Negli ultimi chilometri mi imballo un po’, ma riesco comunque a tagliare il traguardo in 5a posizione coprendo gli 11,48km rilevati al mio GPS in 41’35”. Gara vinta da Mirko Zanovello in 39’05”, 2° posto per Giovanni Vanini in 40’54”, chiude il podio Franco Fonnesu in 41’07”; poi nell’ordine: 4° Alberto Antognazza in 41’26”, 5° Giuseppe Bollini in 41’35”, 6° Emanuele Angotzi in 42’04”, 7° Manuel Beltrami in 42’20”, 8° Brahim El Albaoui in 42’31”, 9° Luca Granfo in 42’33” e 10° Carlo Canavesi in 42’40”. In campo femminile altra prestigiosa vittoria di Elena Begnis in 46’16” che riesce ad avere la meglio sulla forte Ilaria Bianchi (46’26”), chiude il podio Rosanna Urso in 48’10”; poi in successione: 5a Cristina Grassi in 53’06”, 6a Barbara Frangi in 54’31”, 7a Eugenia Vasconi in 55’17”, 8a Silvia Fantin in 55’53”, 9a Cinzia Menegon in 56’38” e 10a Simona Milani in 57’05”. (Grazie ad Enrico Rodari per la raccolta della classifica e dei tempi sopra riportati)

P1040426 >>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Per chi avesse voglia di leggere ancora qualcosa sulla gara di oggi segnalo il blog di Omar “soxj” Spoti, quello di Mario “CorsAmica” Busnelli e l’articolo di Antonio Puricelli sul sito dell’Atletica Casorate; per vedere e scaricare qualche foto non mancate di visitare la mia fotogallery e quella di CorsAmica by Mario, mentre per i simpatici filmati del Luminoso è sufficiente andare sul blog delle aquile.

Non mi resta che ricordare a tutti gli appassionati, il prossimo appuntamento con il Piede d’Oro fissato per Domenica prossima 12 Giugno ad Azzate (località Erbamolle), dove gli amici dei Runners Valbossa daranno vita alla 20a edizione del “Grand Prix Runners Valbossa”.

giovedì 2 giugno 2011

Tre Valli Voltorresi – Voltorre di Gavirate

Oggi sul mio personalissimo calendario avevo evidenziato 2 manifestazioni a cui mi sarebbe piaciuto partecipare: la prima era la “Corsa in trincea” gara nazionale di corsa in montagna, e l’altra la mitica “Tre Valli Voltorresi” che nel recente passato ha visto sfidarsi sul suo durissimo percorso tutti i più forti atleti della provincia e non solo; alla fine visto che le mie ginocchia qualche grattacapo me lo stanno dando ancora, ho optato per la più “tranquilla” corsa di Voltorre.

La partenza

Come da tradizione partenza alle 15.00 del pomeriggio dai pressi del rinomato Chiostro; ad accogliere i partecipanti una giornata con molte nuvole, niente sole ma tanta tanta afa! La partenza è piuttosto lenta (meno male!), con Giovanni Vanini a pilotare l’intero gruppo, nella sua scia Manuel Beltrami, Marco Tiozzo, Salah Argoub, Ivan Breda, un giovane atleta del Gavirate di cui non conosco il nome e il sottoscritto.

Passaggio a metà gara Ci si dirige verso Oltrona, il percorso è da subito impegnativo, salite discese ed intorno al 2° km un insolito passaggio dalla chiesa del paese, con tanto di scalinata a salire e scalinata a scendere! L’andatura aumenta, si procede spediti verso il traguardo volante che verrà vinto proprio dal giovane atleta del Gavirate prima di defilarsi nelle retrovie.

Intorno a metà gara si ripassa dalla partenza: in testa si è portato Salah Argoub, ad inseguirlo c’è Giovanni Vanini, poco più dietro ci siamo io e Tiozzo che siamo riusciti a guadagnare un pò di terreno su Beltrami e Breda (oggi reduce anche dalla Corsa in Trincea della mattina che ha concluso in 6a posizione!).

Si torna a salire, e fra suggestivi passaggi su ponticelli e stretti sentieri boschivi i chilometri scorrono via veloci, fino ad arrivare all’ultima parte di gara interamente ricavata sulle rive del lago; Argoub è al comando in solitaria e nessuno sembra poterlo impensierire, poco più dietro la coppia Vanini – Tiozzo, attardato di 10 secondi circa ci sono anch’io, mentre alle mie spalle il divario con gli inseguitori è abbastanza ampio.

L'arrivoTaglio il traguardo ancora in buona spinta, senza essere andato mai in affanno, conquistandomi così il 4° posto assoluto col tempo di 31’50” necessario a coprire gli 8,5km rilevati al mio GPS. Gara vinta da Salah Argoub in 31’15, 2° posto per un sorprendente Giovanni Vanini in 31’38” che riesce ad avere la meglio su Marco Tiozzo che chiude il podio in 31’40; poi nell’ordine 4° Giuseppe Bollini in 31’50”, 5° Manuel Beltrami in 32’47”, 6° Ivan Breda in 34’35”, 7° Francesco Camplani, 8° Matteo Gamberoni , 9° Raffaele Colosimo e 10° Gabriele Pesce. In campo femminile vittoria facile per Cristina Clerici, 2° posto per Barbara Frangi, chiude il podio Rita Zambon; poi 4a Emanuela Brusa e 5a Gabriella Rina.

Complimenti agli organizzatori, che hanno preparato un buon percorso, offerto un ricco ristoro e messo a disposizioni tanti premi anche per i più piccoli, ma soprattutto complimenti a loro per aver ridato vita ad una manifestazione che negli ultimi anni si era persa: bravi!

Qualche scatto fotografico della giornata è visibile e scaricabile dalla mia fotogallery (grazie alla mia mamma!!), mentre sul blog del soxj potete leggere cosa è successo in Valcuvia alla “Corsa in trincea”.

HPIM4806

Nella foto da sinistra: Salah Argoub, Luca Ponti (vincitore stamane della Corsa in trincea), Manuel Beltrami, Marco Tiozzo, io e Ivan Breda.