GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

domenica 26 agosto 2012

Corri a Cantello!!! - Cantello

24a tappa Piede d’Oro 2012

Anche quest’anno Agosto volge ormai al termine; le tante agoniate ferie son volate via in un batter d’occhio e adesso è tempo di tornare alle solite abitudini…
Fortunatamente fra le cose da riprendere a fare, ce ne son anche di piacevoli, come ad esempio il Piede d’Oro, che dopo quattro settimane di sosta, stamane ha ufficialmente riaperto i battenti!

Cantello altimetriaCome già successo l’anno passato, è toccato ancora una volta a Cantello ospitare i numerosi podisti ansiosi di verificare il proprio stato di forma dopo il periodo di vacanze estive.
Confermato il collaudato tracciato delle passate edizioni, quasi interamente ricavato nello sterrato dei boschi e dei campi limitrofi al paese, che pur non presentando salite degne di nota, risulta essere comunque molto impegnativo e muscolare.

Parto deciso, perchè ricordo che il primo chilometro è un poco tortuoso e il sentiero boschivo non è proprio bellissimo, quindi meglio stare nelle primissime posizioni!
Dopo lo scollinamento nel bel pratone che domina il paese, sono Breda e Nader a prendere il comando delle operazioni, incrementando ulteriormente l’andatura; faccio del mio meglio per provare a resistere al forcing dei due battistrada, ma metro dopo metro i due riescono a guadaganre un leggero vantaggio.

Fra il secondo e il terzo chilometro, mi devo piegare anche all’attacco di Rachid Argoub, che partito in maniera sorniona, sta mettendo in atto una gran progressione!
Il tracciato scorre via veloce, al comando è rimasto il solo Breda inseguito dalla coppia Rahhal Nader - Rachid Argoub, che nonostante il passare dei chilometri rimane sempre lì a non più di cento metri dal sottoscritto.

E’ nella parte conclusiva che Nader Rahhal cambia nuovamente marcia, allungando su Argoub e riportandosi nella scia di Breda, io resisto in 4a posizione, mantenendo inalterato fino al traguardo il mio distacco da Rachid Argoub.
Concludo così al 4° posto assoluto, coprendo i 10km rilevati al mio GPS in 36’22”.

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Ivan Breda in 35’10”, 2° Rahhal Nader in 35’27”, 3° Rachid Argoub in 35’53”, 4° Giuseppe Bollini in 36’22”, 5° Umberto Porrini in 36’32”, 6° Matteo Rodari in 36’37”, 7° Ronnie Fochi in 36’45”, 8° un non iscritto al Piede d’Oro che purtroppo mi è scappato…, 9° Matteo Malatrasi in 37’31”, 10° Giovanni Vanini in 38’30”
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Cristina Clerici in 40’19”, 2a Cinzia Lischetti in 44’17”, 3a Cristina Grassi in 46’03”, 4a Simona Vignati in 46’55”, 5a Martina Gioco in 47’09”, 6a Eugenia Vasconi in 48’11”, 7a Monica Mele in 49’29”, 8a Cinzia Menegon in 50’57”, 9a Simona Milani in 51’19”, 10a Laura Marsiglio in 53’41”.

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Oggi son abbastanza soddisfatto delle sensazioni in corsa: nonostante sia piuttosto affaticato (in questo mese di Agosto ho caricato molto e non mi son certo risparmiato…), la condizione è buona e le gambe girano bene. Spero solo di riuscire a mantenere questo stato di forma per un po’, in modo da godermi appieno questo secondo stralcio di stagione!

Settimana prossima l’appuntamento con il Piede d’Oro è fissato a Bernate di Casale Litta con il “Trofeo Poretti”, mentre per gli amanti delle corse in salita, ricordo l’appuntamento con la mitica “Cittiglio-Vararo”.

lunedì 20 agosto 2012

Una settimana di… vacanza

2012-08-15-070

Quest’anno per sfuggire alla morsa del gran caldo, e per staccare un po’ dal solito tram-tram, ho deciso di rifugiarmi al fresco dei quasi 1800mt. di altitudine di Riale in Val Formazza.
Come al solito le scarpe da corsa in borsa non potevano mancare, anche se l’idea era quella di prendermi una piccola vacanza anche dagli allenamenti…

Così, dopo essermi concesso l’intera giornata di Ferragosto con solo una breve camminata (10km!!), ho deciso che i posti eran troppo belli per non farci qualche allenamento di corsa, ma soprattutto per qualche bella escursione ai vari passi e rifugi…

E allora ecco allenamenti di corsa al mattino, con poi escursioni di svariate ore al pomeriggio, che oltre a lasciarmi sfinito a fine giornata, mi hanno regalato ricordi, sensazioni ed emozioni davvero uniche!

Riale - Passo San Giacomo  Riale - Passo San Giacomo (tempi)

Riale - Lago Toggia Riale - Lago Toggia (tempi)

Riale Riale (tempi)

sabato 11 agosto 2012

La camminata della selva – Paruzzaro (NO)

Quando arrivano le ferie è un “disastro”…
…tanto tempo libero e un’incapacità genetica di stare fermo, si traducono in un drastico aumento di allenamenti, che oltre alle canoniche uscite di corsa a piedi, vedono affiancarsi le uscite in bici. Così pur essendo in un periodo di forma davvero molto buona, in questi giorni un certo affaticamento si sta comunque facendo sentire.

Ad ogni modo nonostante il notevole carico degli ultimi giorni, ieri sera non ho rinunciato all’ennesima trasferta piemontese, per prendere parte ad uno degli ultimi appuntamenti serali Agostani: “la camminata della selva”, gara podistica di circa 6km con partenza e arrivo fissate a Paruzzaro (NO).

A farmi compagnia l’immancabile Luca “il gatto” Gornati assieme alla sempre più in forma Elisa “l’artista” Rossini; arriviamo a destinazione, e un dubbio ci assale subito:
“ma siamo in Piemonte o siamo in Lombardia??”

La presenza di podisti del Varesotto è infatti davvero massiccia, nessuno sembra proprio essere partito per le vacanze…
…e allora prepariamoci, perché fra atleti locali e atleti “d’importazione”, la schiera dei possibili protagonisti si fa davvero numerosa!

Si parte subito in salita: un breve ma impegnativo strappo ci proietta quasi immediatamente nello sterrato dei boschi che circondano la zona; a dettare il ritmo son fin dai primi metri i fratelli Guglielmetti, tallonati da Brassini, dal sottoscritto, da Marchesin, Maginzali, Carlini, Luciani, Vasi e via via tutti gli altri.

Il sentiero caratterizzato da un fondo anche piuttosto sconnesso, per il primo chilometro e mezzo tende sempre a salire leggermente, successivamente pur spianando, risulta essere comunque molto muscolare con diversi saliscendi tagliagambe.
E’ proprio in questo tratto di fuori strada che come mio solito fatico più del dovuto: il terzetto di testa formato dai fratelli Guglielmetti e da Brassini si allontana, mentre anche un paio di atleti che mi inseguono riescono a sopravanzarmi guadagnando immediatamente diversi metri di vantaggio.

altimetria paruzzaroNonostante tutto mi rendo conto di stare bene, e lo testimonia il fatto che la davanti rimangono sempre tutti a tiro. Attorno al 4° chilometro torniamo finalmente sull’asfalto; le gambe girano forte e poco alla volta mi riporto sul primo atleta della Caddese che mi precedeva.

Lo prendo, lo affianco e lo lascio rapidamente sul posto; aumento ancora l’andatura, e in men che non si dica sono nella scia anche del portacolori del G.S. Paruzzaro Carlo Carlini.
Supero anche lui schiacciando a tutta sull’acceleratore per evitare di trascinarmelo dietro, così pur in maniera più graduale, anche Carlini metro dopo metro perde terreno.

tempi paruzzaroArrivo agli ultimi 3/400 metri che per finire in bellezza sono tutti in salita…
No problema! La condizione mi sostiene ancora, e allora “spalanco a tutta il gas”, tanto che proprio in dirittura d’arrivo, mi avvicino molto anche alle canotte dei fratelli Guglielmetti e a quella di Brassini, che tagliano comunque il traguardo con circa un centinaio di metri di vantaggio su di me.
Concludo così al 4° posto assoluto, coprendo i 5,8km rilevati al mio GPS in 20’24”.

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Claudio Guglielmetti, 2° Francesco Guglielmetti, 3° Maurizio Brassini, 4° Giuseppe Bollini, 5° Carlo Carlini, 6° Marco Maginzali, 7° Cristiano Marchesin, 8° Antonio Vasi.
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Luisa Fumagalli, 2a Elena Manzato, 3a Elisa Rovaletti.

Soddisfatto delle sensazioni in gara, che nonostante un certo affaticamento, sono sempre state positive, e soddisfatto anche dell’intera manifestazione, che personalmente mi è piaciuta tanto.
Serata conclusa allo stand gastronomico della festa in compagnia del gatto e dell’artista, sorseggiando una buona birra fresca davanti ad un cestino di patatine fritte appena vinte con la corsa, mentre già si discuteva sul prossimo allenamento, ma soprattutto sul prossimo appuntamento con qualche garetta piemontese…

venerdì 3 agosto 2012

III° Trofeo metro di legno 2012

Visti i continui miglioramenti nella misurazione dei tracciati da parte delle varie organizzazioni, anche quest’anno torna il temutissimo “Trofeo metro di legno”.
A 10 gare dal termine del Piede d’Oro, approfittando della pausa estiva del circuito, è il momento per iniziare a fare il punto della situazione:

metro 1a tappa Varese: 9,7km dichiarati -----> 9,78km rilevati
2a tappa Cadrezzate: 9km dichiarati -----> 8,7km rilevati
3a tappa Arconate: 12,6km dichiarati -----> 12,7km rilevati
4a tappa Malgesso: 10,3km dichiarati -----> 10,2km rilevati
5a tappa Voltorre: 10km dichiarati -----> 10,35km rilevati
6a tappa Monvalle: 10km dichiarati -----> 9,5km rilevati
7a tappa Schiranna: 10km dichiarati -----> 9,5km rilevati
8a tappa Brenta: 7,5km dichiarati ------> 7,6km rilevati
9a tappa Cuasso: 9,4km dichiarati -----> 9,9km rilevati
10a tappa Gazzada Schianno: 9km dichiarati -----> 9,1km rilevati
11a tappa Cuveglio: 10km dichiarati -----> 10,45km rilevati
12a tappa Taino: 10km dichiarati -----> 10km rilevati
13a tappa Mezzana: 10,5km dichiarati -----> 10,25km rilevati
14a tappa Cocquio Trevisago: 8,3km dichiarati -----> 8,45km rilevati
15a tappa Venegono: 11,3km dichiarati -----> 11,3km rilevati
**16a tappa Azzate: 9,5km dichiarati -----> 10,8km rilevati
17a tappa Samarate: 9,5km dichiarati -----> 9,6km rilevati
18a tappa Arcisate: 9,6km dichiarati -----> 9,9km rilevati
19a tappa Bardello: 10km dichiarati -----> 9,5km rilevati
20a tappa Fagnano Olona: 9,5km dichiarati -----> 9,3km rilevati
21a tappa Besozzo: 8,7km dichiarati -----> 8,7km rilevati
22a tappa Vinago: 9,5km dichiarati -----> 8,1km rilevati
23a tappa Besozzo: 8,5km dichiarati -----> 8,45km rilevati

** = tracciato rivisto all'ultimo momento a causa delle forti piogge cadute nella notte. Comunque modifica annunciata prima della partenza.

Si può notare come le differenze fra quanto dichiarato dagli organizzatori e quanto rilevato effettivamente con il GPS, si siano davvero molto assottigliate.
A furia di “rompere le scatole”, il messaggio sembra essere stato recepito, e di questo bisogna darne atto.
Unico caso piuttosto recidivo (già sul podio nel 2011), rimane Vinago con la sua “Camminata campestre”, che con circa 1,4km di differenza ipoteca seriamente la vittoria del trofeo metro di legno 2012…