Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 27 luglio 2008

Camminata di S.Anna

Altimetria Camminata S.Anna Besozzo

Ieri sera a Besozzo è andata in scena la tappa n°23 del piede d’oro, la storica camminata di S.Anna.

Appena arrivato a Besozzo non trovando alcun cartello che indicasse il punto di ritrovo, ho girato almeno un quarto d’ora per il paese, facendo in auto gran parte del tracciato della gara: con grande sorpresa ho così scoperto che il percorso era si tutto su asfalto come mi era stato detto, ma tutt’altro che pianeggiante come pensavo!!

 

Una volta riuscito a giungere a destinazione grazie alle indicazioni di un podista incontrato lungo la strada, fatta l’iscrizione e iniziato il riscaldamento, ho capito che la gara sarebbe stata davvero di qualità visto che avevo già incrociato tutti i più forti podisti della provincia: ieri sera a Besozzo c’erano proprio tutti!!

 

Alle 20.30 arriva lo sparo, si parte subito veloci visto che le prime centinaia di metri sono in leggera discesa; dopo circa un km ecco arrivare la prima salita di circa 300/400 mt che con le sue pendenze sgrana subito il gruppo. Si scollina e da qui si percorrono ancora un paio di km in leggero falso piano in discesa, per poi svoltare bruscamente a destra dove la strada s’impenna in maniera decisa: stavolta però non sono poche centinaia di metri, ma almeno un paio di km!

Finalmente scollino e da qui mi aspetta solo discesa fino all’arrivo. Riesco a chiudere l’ultimo km in progressione mettendomi alle spalle tre podisti che mi precedevano, alla fine sono 21^ assoluto e 3^ di categoria, coprendo gli 8,15km rilevati al GPS in 30’20”.

 

Molto contento per il piazzamento vista la presenza di tutti i più forti (inoltre all’arrivo avevo nel mio campo visivo nel raggio di 100-150mt almeno altri quattro atleti), ma dispiaciuto perché non entrando nei 20 ero il primo degli esclusi dalle premiazioni….

 

Tirando le conclusioni, gara bella, grandissima partecipazione e buona organizzazione (a parte la mancanza di indicazioni per il ritrovo…).

Con il piede d’oro si riprende al 31 di Agosto, adesso spazio a qualche corsa in montagna!

 

Un sentito ringraziamento ad Antonio & Arturo di OneMarathonForCapasso per le foto che  hanno scattato e che come sempre mettono a disposizione di chiunque.













domenica 20 luglio 2008

32^ Camminata campestre


Stamattina appuntamento a Vinago per la 22^ tappa del piede d’oro con la 32^ camminata campestre.

Le sensazioni oggi non erano delle migliori: mi sentivo affaticato e con i muscoli delle gambe un po’ doloranti sia a causa degli ultimi allenamenti sia per la recentissima gara serale di Orino che ha lasciato un po’ il segno.

Comunque appena arrivato a destinazione e incominciato a incrociare un po’ di facce conosciute, avevo già riacquistato fiducia e la voglia di dare il massimo anche oggi; poi mi ripetevo fra me e me: “questo percorso lo conosco, è una delle poche tappe che ho già fatto l’anno scorso, non posso fare male!”

Bè, del percorso dell’anno scorso di uguale non è rimasta che la partenza……

Alla fine il nuovo tracciato mi è piaciuto lo stesso, abbastanza veloce quasi tutto interamente sullo sterrato dei campi e dei boschi che circondano Vinago; partenza in discesa, poi tanta pianura intervallata da qualche sali scendi, con le ultime salite finali a riportare il folto gruppo di podisti all’arrivo posto all’interno dell’oratorio.

Lunghezza del percorso rilevata al GPS 9km esatti, io ho concluso al 10^ posto assoluto e 2^ di categoria, la vittoria è andata a Belluschi Elio.

Non resta che aspettare la tappa di settimana prossima a Besozzo che sancirà la pausa estiva del PSV. Tappa questa che con la sua partenza fissata alle 20.30 del giorno 26/07 (Sabato sera) è l’unica gara serale del calendario.

Ci si vede a Besozzo!!

sabato 19 luglio 2008

4° Circuito serale di Orino

DSC_0486                                circuito_9209

La gara che si svolge ormai da qualche anno in quel di Orino, ha un fascino particolare: sarà per l’ottima organizzazione, sarà per la splendida cornice offerta dalle viuzze del paese, sarà per la presenza di atleti di livello internazionale, oppure per l’apripista in moto con la maschera di topolino!

 

Comunque sta di fatto che anche quest’anno era una delle corse inserite nel mio calendario personale.

 

Quindi ieri sera finito di lavorare e avuto appena il tempo di preparare il borsone con il cambio, ero già in strada. Giusto una piccola deviazione per passare a “racattare” un amico e poi via alla volta di Orino.

 

La procedura di iscrizione e ritiro dei pettorali è una formalità che viene sbrigata molto velocemente anche grazie alla presenza di due tavoli: uno per chi si era già registrato on line e uno per chi non lo aveva fatto.

 

Attacco il pettorale alla canotta (una delle operazioni che mi crea più problemi….), e proprio in quel momento parte la gara dedicata ai più piccoli: ne approfitto per iniziare il riscaldamento aggregandomi assieme a degli amici alla coda degli scatenati bambini.

Quando si chiacchiera con gli amici in tranquillità, la strada scorre sempre molto velocemente, e così ci facciamo un giro intero del circuito che misura 3,36 km. La novità di quest’anno è che il tracciato andrà ripetuto solo due volte anziché tre come  l’anno scorso; la lunghezza della gara resterà comunque simile al passato grazie ad una modifica del circuito con l’aggiunta di una parte inedita. Resta inalterato il caratteristico tratto in salita (un vero e proprio muro!!) posto a circa 700mt dal via, che però andrà affrontato solo due volte.

 

Ore 20.15, arriva lo start. Io riesco a partire in buona posizione, facendo i primi metri con i migliori; in un attimo ci troviamo davanti la salita che al primo giro e dopo sole poche centinaia di metri fa già selezione. Si scollina e ci si butta in discesa affrontando anche un tratto in ciottolato. Giù sempre più veloci fino ad arrivare in un punto dove si deve ribattere in dietro sulla stessa strada, dando la possibilità ai primi podisti di incrociarsi con gli ultimi. La strada riprende a salire anche se in maniera non brusca, ancora 400mt e si ripassa dal traguardo: inizia il secondo giro! Le posizioni sono ormai definite; stringo i denti in salita, mi lancio nuovamente a tutta in discesa e dopo un duello durato tutta la corsa con un altro podista, negli ultimi 300mt riesco a cambiare marcia staccandolo di quel tanto che basta per farmi arrivare al traguardo senza dover fare la volata. Sono 24^  in 25 minuti netti, il GPS indica una lunghezza del tracciato pari a 6,72km, la gara è vinta da Alberto Podestà.

 

Non posso poi non citare la gara elite ad inviti che si è svolta dopo quella degli amatori: un vero spettacolo messo in scena da una ventina di atleti di calibro internazionale che si sono dati battaglia su un tracciato di 9,2km. La vittoria va al Keniano Tanui che chiude la corsa con un tempo di poco superiore ai 29 minuti, al 2^ posto staccato di pochi secondi Fabio Mascheroni più indietro a chiudere il podio Rachid Amor.

 

Tutto molto bello come da previsione, peccato solo che adesso bisognerà aspettare un altro anno per il 5° Circuito serale di Orino!

 

Per vedere tutte le foto fatte da Antonio & Arturo andate QUI



domenica 13 luglio 2008

StraBiandronno


Stamattina a Biandronno tappa n°21 del piede d’oro.

Acqua, acqua e ancora acqua! Meteo davvero inclemente, con la pioggia caduta già abbondante nella notte con scrosci molto violenti, che anche stamattina non sembravano  intenzionati a diminuire.

Arrivo a Biandronno, e nonostante le condizioni metereologiche disastrose, comincio a incrociare i primi amici podisti; il loro numero va via via aumentando man mano che mi avvicino al tavolino delle iscrizioni: in un attimo realizzo che di matti come me ce n’è più di quelli che si possa pensare!!

Gara posticipata di un quarto d’ora per non so quale motivo, quindi partenza alle ore 8.45.

Tracciato molto veloce, in buona parte su asfalto, ma con anche tratti di sterrato resi molto insidiosi dal fango e dalle pozze d’acqua che sembrano laghetti artificiali!

Dopo essere partiti in leggera discesa, svolta a sinistra per entrare nel primo bosco con subito uno strappetto spezza ritmo, successivamente tanta pianura in mezzo a prati e sentieri, per poi arrivare  sulla bella pista ciclabile che costeggiando il lago ci riconduce verso l’arrivo, con ultima asperità di giornata abbastanza impegnativa proprio a poche centinaia di metri dal traguardo.

Kilometraggio rilevato al GPS 8,6km; io ho chiuso piazzandomi al 19^ posto assoluto e 2^ di categoria, la corsa è stata vinta da Brambilla.

Gara molto bella che mi è piaciuta parecchio, unica nota dolente le premiazioni speciali, riservate ai primi tre uomini Biandronnesi: un paio di miei amici residenti a Biandronno, quando sono giunti all'arrivo non hanno trovato nessuno a “raccogliere” i loro nominativi, e anche dopo aver inutilmente perso tempo inseguendo gli organizzatori si sono dovuti arrendere davanti ad una disarmante disorganizzazione  (sarebbe bastata una biro e un pezzo di carta…); conclusione sono stati premiati un paio di altri concorrenti, di cui il più veloce dei due ci ha messo qualcosa come 4 minuti in più dei miei amici!!

Appuntamento a domenica prossima con il piede d’oro a Vinago, e per chi ci sarà a Venerdi sera per il circuito serale di Orino.

domenica 6 luglio 2008

Camminata per Vergiate

DSC_8125 

Appena messa in archivio la StraRovate, è già tempo di pensare alla 20^ tappa del piede d’oro a Vergiate! Stamattina sveglia prima del solito, perché a Luglio il PSV anticipa le partenze di mezz’ora.

Dopo essermi iscritto e aver appreso che oggi premiano la mia categoria (eh, eh!), inizio con il riscaldamento, ma in men che non si dica è già ora della gara: ore 8.30 lo sparo arriva puntuale e subito “l’onda anomala” di runners si infrange sul primo strappetto molto corto ma dalla pendenza ragguardevole; si svolta a destra e si fa un altro breve tratto su asfalto in leggera discesa prima di immergersi nei boschi che ci faranno da cornice per quasi tutta la corsa.

Come al solito il kilometraggio dichiarato di 11km non era proprio esatto… infatti al GPS i km misurati sono risultati essere 9,7; di questi circa la metà ossia tutta la prima parte di gara erano in salita i rimanenti in discesa.

Oggi la corsa è stata vinta dall’alfiere dell’atletica Arcisate Mignani Ferdinado, io ho chiuso al 17^ posto assoluto e 3^ di categoria.

Bel tracciato molto caratteristico, buon ristoro, premiazioni veloci, e premio anche per me!

Ci si vede Domenica prossima per la StraBiandronno!






sabato 5 luglio 2008

Bella la StraRovate!


Rovate_0062 

Ieri sera appena arrivato assieme ad un amico ho iniziato il riscaldamento: “dai che vediamo un po’ il tracciato!”. Detto fatto abbiamo iniziato a correre e a parlottare; chiacchiera tu che chiacchiero anch’io, ci siamo fatti tutto il percorso della gara.

Percorso che a parte una piccola variazione nel primo km, era identico a quello delle passate edizioni con la partenza in centro davanti alla pizzeria del paese, un breve tratto su asfalto ed il caratteristico sentiero boschivo.  Sentiero che si presenta molto ondulato nella prima parte, per poi proseguire con un susseguirsi di sali scendi, fino ad arrivare al “muro” finale che riporta nei pressi della partenza, si attraversa la strada asfaltata, ancora un breve tratto di sterrato e si giunge all’arrivo posizionato  all’interno del campo da calcio dell’oratorio. Lunghezza del tracciato rilevata  al GPS 5,4km.

Bene: il giro di ricognizione me lo son proprio gustato!

Ore 20.30 lo starter da il via; la gara è tutta un’altra cosa: non c’è più il tempo per parlottare e tanto meno per “gustarsi” le bellezze del percorso.

Le sensazioni sono buone, i kilometri passano veloci e alla fine chiudo la mia gara in 14^ posizione con il tempo di 20’55”, il vincitore di giornata è il fortissimo corridore Marco Brambilla dell’atletica San Marco.

Non mi è piaciuto il fatto che non ci fosse modo di conoscere il proprio piazzamento dopo l’arrivo e il ristoro delle bevande era un po’ sottodimensionato, ma per il resto tutto bene: percorso molto bello, organizzazione buona, possibilità di usufruire di spogliatoi e docce, e per finire stand gastronomico con tanto di salamella e birra! Adesso non resta che aspettare la prossima edizione!!!