GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

domenica 22 febbraio 2015

Corsa del borgo antico - Mustonate

2a tappa Piede d’Oro 2015

pronti a partire

Non nego che dopo lo “scherzetto” meteo di settimana scorsa che ha fatto saltare l’appuntamento con la 1a tappa stagionale del Piede d’Oro, ieri sera quando ho visto cadere nuovamente la neve ho temuto potesse ripetersi anche oggi lo stesso copione...
Fortunatamente la perturbazione è stata molto meno minacciosa di quanto annunciato, alternando neve mista ad acqua a semplice pioggia; risultato stamattina il Piede d’Oro ha finalmente potuto fare il suo esordio 2015 con la “Corsa del borgo antico” di Mustonate.

Purtroppo anche senza neve, ci ha pensato l’abbondante pioggia caduta incessantemente fin dalla mattinata di ieri, a rendere il tracciato una vera e propria palude fangosa, dove per lunghi tratti si faticava perfino a mantenere l’equilibrio.
Ad ogni modo, dopo aver posticipato la partenza di mezz’ora a causa dell’errato orario riportato sulla Prealpina (…), alle 9.30 tutto è pronto per scatenare la battaglia sui circa 9,5km di saliscendi ricavati nella suggestiva cornice di Mustonate e dei suoi dintorni.

partenza

Si parte subito “cattivi”, con un terzetto di giovani dalle belle speranze composto da Mattia Grammatico, Roberto Chiodo e Davide Marzarotto, a trainare l’intero gruppone; alle loro spalle i più immediati inseguitori sono i veterani Maurizio Mora, Marco Tiozzo, Manuel Beltrami, Luca Ponti e il sottoscritto.
Affrontiamo uno dei brevissimi tratti su asfalto fino all’ingresso del parco naturale, che con le sue rampe in salita conduce nella parte più alta del percorso; il gruppetto di testa tende a ricompattarsi, ma è questione di pochi metri prima che Luca Ponti cambi nuovamente passo schizzando via in compagnia di Roberto Chiodo.
Alle loro spalle sono io ad incaricarmi dell’inseguimento, trascinandomi in scia Grammatico e staccando leggermente gli altri componenti del plotoncino.

Il fondo è davvero insidioso: acqua a fiumi e fango in quantità! Davvero difficile correre in scioltezza senza il timore di finire in fallo…
Queste condizioni mi mettono sempre in grossa difficoltà e anche oggi non fanno certo eccezione: sono costretto a cedere qualche metro a Grammatico, mentre nel frattempo anche Maurizio Mora che si trovava subito dietro di noi, ne approfitta per riportarsi sotto.

Ci lasciamo alle spalle anche la salita del Ronco, prima di tuffarci nella discesa che riconduce verso il centro di Mustonate; bisogna scendere sempre con la massima attenzione, perchè ogni appoggio potrebbe essere decisivo per restare in piedi o finire a terra! Così impegnato più a pensare a dove mettere i piedi che ad altro, non mi accorgo di un cespuglio di rovi piuttosto basso che mi “arpiona” il cappellino sfilandomelo dalla testa; faccio per rallentare, ma Mora mi è incollato!
Una frazione di secondo e decido che il cappellino resterà lì dov’è…

3km al traguardo

Nuovo passaggio nei pressi della partenza per poi tornare a scendere verso i piedi dell’ultima ascesa di giornata: la temibile salita alle scuderie.
Ponti è ormai lanciato verso la vittoria finale, Grammatico si trova saldamente in 2a posizione godendo di una decina di secondi di vantaggio, mentre io e Mora siamo in piena bagarre per conquistare l’ultimo gradino del podio.

Le pendenze si fanno sempre più aspre e prima dello scollinamento Maurizio mi guadagna un paio di metri…
…ma sono poca cosa e adesso al traguardo manca circa 1km in leggero falsopiano, decisamente più adatto alle mie caratteristiche.
Innesto il “rapporto lungo”, mi riporto velocemente su Maurizio che passo e stacco quasi immediatamente; il terreno continua ad esser davvero scivolosissimo, ma ormai capisco che è fatta e continuo nella mia azione senza più prestare attenzione alle continue “pattinate” di cui sono vittima nonostante indossi delle calzature da trail con suola ben tassellata…

Taglio il traguardo al 3° posto assoluto, coprendo i 9,57km rilevati al mio GPS in 37’30”.

arrivo

>>>FOTO Athlon Runners by Valerio Leonardi<<<

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Luca Ponti (36’39”), 2° Mattia Grammatico (37’16”), 3° Giuseppe Bollini (37’30”), 4° Maurizio Mora (37’35”), 5° Roberto Chiodo (37’52”), 6° Manuel Beltrami (38’23”), 7° Marco Tiozzo (38’43”), 8° Stefano Caruso (39’27”), 9° Paolo Valente (39’37”), 10° Daniele Ravelli (39’51”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Eugenia Vasconi (42’21”), 2a Martina Gioco (43’59”), 3a Laura Marsiglio (45’29”), 4a Mara Minato (46’07”), 5a Katia Fornasa (48’31”), 6a Rita Zambon (51’13”), 7a Chiara Naso (52’21”), 8a Sara Zuccolotto (52’44”), 9a Elisa Ballardin (53’17”), 10a Daniela Marangoni (54’29”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

podio maschile

Stamattina mi son divertito, certo il percorso era piuttosto pericoloso e forse alcuni tratti si sarebbero potuti evitare; quello che invece proprio non mi è andato giù, è stato posticipare di mezz’ora il via a causa di un errore sull’orario di partenza riportato dalla Prealpina…
Mi domando: ma allora se la Prealpina avesse scritto che si partiva a mezzogiorno che facevamo??
La partenza andava data alle 9 come indicato sul volantino e sul calendario PdO…

Domenica prossima si sconfina fuori provincia per l’ormai consueto appuntamento con la StrAvis organizzata dagli amici di Arconate (MI); quest’anno oltre ai tracciati di circa 5 e 13km valevoli per l’assegnazione dei punti del PdO, si affianca la novità del percorso da 21 che chiunque potrà scegliere di fare proseguendo la sua corsa dopo aver tagliato il traguardo di quella da 13km.

Infine poche righe per un ringraziamento: vi ricordate il mio cappellino rimasto appeso ai rovi più o meno a metà gara?
Bene, qualcuno lo ha recuperato e lo ha fatto avere allo staff del PdO che a sua volta a provveduto a recapitarmelo! Non so chi sia stato il gentile podista, ad ogni modo GRAZIE MILLE!

venerdì 20 febbraio 2015

Cambiamenti…

circuito runningAnche con la cosa che più si ama, di tanto in tanto è normale sentire la necessità di qualche piccola novità, in grado di ravvivare ulteriormente la passione.

Nel mio caso la novità del momento è costituita dal cambio di società: così dopo aver mosso i primi passi con i Runners Valbossa ed aver proseguito il mio cammino con l’Atletica Casorate, da quest’anno vestirò i colori del Circuito Running.

Nuova avventura e nuovi stimoli per questo 2015, che mi auguro possa essere proficuo sia per me che per la società che cercherò di rappresentare al meglio nelle gare di casa mia e del vicino Piemonte.

Un grazie va a tutto lo staff del Circuito Running, al suo presidente Orfeo Pettinaroli e non ultimo all’amico Stefano Luciani.

lunedì 16 febbraio 2015

Corsa del borgo antico a Mustonate: la presentazione

Ieri a Varese si sarebbe dovuta svolgere la 33a edizione della “Marciando per la vita”.
Purtroppo la copiosa nevicata che ha interessato buona parte della provincia, ha costretto gli organizzatori ad annullare la tappa di apertura del Piede d’Oro 2015, che verrà comunque recuperata prossimamente in data ancora da definirsi.

Così dopo questa “falsa partenza”, Domenica prossima toccherà a Mustonate e alla sua “Corsa del Borgo antico” aprire ufficialmente le danze.
Per l’occasione ecco un breve filmato dove Marco ci presenta la manifestazione. Buona visione!

sabato 7 febbraio 2015

Il podista a tavola…

Podista-ciccioneSpesso chi pratica attività sportiva a livello non professionistico, si concentra in maniera “maniacale” solo su carichi e tipologie di allenamento, trascurando però un aspetto che è altrettanto determinante ai fini del raggiungimento dei risultati desiderati: l’alimentazione.
Fra i tanti articoli sull’argomento che si possono trovare facendo una semplice ricerca in rete, mi sono imbattuto in quello apparso qualche tempo fa sul sito di Podisti.net a cura della Dr.ssa Sara Cordara, specialista in scienza dell'alimentazione ed esperta in nutrizione ed integrazione sportiva.
Alcuni concetti sono pienamente condivisibili altri un po’ meno; ad ogni modo trovo che siano sempre espressi in maniera chiara e facilmente comprensibile.
Insomma, una valida “guida generale” dove ognuno di noi può senz’altro trarre interessanti spunti.
Buona lettura.

L’ALIMENTAZIONE PER CHI CORRE

domenica 1 febbraio 2015

Ammazzinverno - La corsa nelle Vigne - Maggiora (NO)

partenza

Tutti gli anni nel periodo invernale, oltre a tornare a correre qualche Ammazzinverno che già conosco e a cui sono affezionato, mi piace anche provare qualche tappa inedita, sia per ampliare le mie conoscenze sui vari percorsi del circuito, sia per avere l’occasione di vedere nuovi paesini Piemontesi che tanto mi piacciono.

Così stamattina in barba alla temperatura glaciale di -6°C, alle 7.30 ero già in auto con destinazione Maggiora, dove da lì a poco avrebbe preso il via la 1a edizione della “Corsa nelle vigne”.
Oltre al sottoscritto davvero molti i temerari che hanno deciso di sfidare i rigori invernali, fra cui tante facce conosciute provenienti dal vicino Varesotto; sta di fatto che fra podisti “indigeni” e “d’importazione”, siamo circa in 500 ad invadere il centro del paese!

Iscrizione nel solito bar che da queste parti nove volte su dieci si chiama “La Sportiva”, cambio d’abiti ed eccomi in strada per provare a scaldarmi un poco…
Mezz’oretta di corsa prima di schierarmi sulla linea di partenza, dove ad attendermi ci sono già gli agguerriti avversari di giornata: Francesco Guglielmetti, Livio Saltarelli, Giorgio Pietrobon tanto per citare i primi in cui m’imbatto.

Alle 9.30 il via, con il giovane Oulbaz e il veterano Saltarelli davvero scatenati ad imporre da subito un ritmo indiavolato! Seguito come un’ombra dal mio compaesano Pietrobon e dal forte Francesco Guglielmetti, tento di accodarmi al trenino di testa che comunque ha già guadagnato qualche metro di vantaggio; impiego tutto il 1° chilometro per riuscire a riportarmi a ridosso dei due battistrada, con il Garmin che suona un parziale da 3’10”…

La corsa nelle vigne - Maggiora (NO)Allo scoccare del 2° chilometro abbandoniamo l’asfalto in favore di un bel sentiero sterrato… o forse sarebbe meglio dire un bel sentiero ghiacciato! Già, perchè complici le temperature odierne e la nevicata degli scorsi giorni, ci si trova spesso a correre e “pattinare” su lastroni di ghiaccio.
La strada comincia a salire verso le colline della zona, con le sue rampe che metro dopo metro sfaldano sempre più il gruppetto di testa: Pietrobon, Saltarelli e Oulbaz perdono via via terreno, mentre al comando restiamo io e Guglielmetti.

Prima di giungere allo scollinamento, in uno dei punti più impegnativi dell’ascesa, vado leggermente in difficoltà; Francesco ne approfitta subito per scavalcarmi e iniziare a metter metri tra noi…
Finalmente il culmine della salita, con un suggestivo passaggio fra le vigne che sovrastano l’abitato: per chi ha ancora la lucidità di godersi il panorama, davvero uno scorcio spettacolare!

Maggiora

Inizio la discesa, ritrovandomi più o meno a metà strada tra Guglielmetti che conduce la gara e Saltarelli che m’insegue in 3a posizione: a dividerci l’uno dall’altro circa 20”.
Il sentiero alterna tratti puliti ad altri completamente innevati e ghiacciati che impongono la massima cautela ad ogni appoggio; così decido di scendere tirando un poco il freno, col risultato che Francesco s’invola definitivamente verso la vittoria, mentre Livio comincia a farsi sempre più vicino…

Terminiamo il declivio e quasi contemporaneamente risbuchiamo su asfalto per l’ultimo chilometro interamente disegnato nelle caratteristiche viuzze di Maggiora; torno a spingere con decisione sull’acceleratore, mantenendo a distanza di sicurezza Saltarelli e presentandomi al traguardo in 2a posizione assoluta, coprendo i 6,3km rilevati al mio GPS in 23’58”.

arrivo

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Francesco Guglielmetti (23’28”), 2° Giuseppe Bollini (23’58”), 3° Livio Saltarelli (24’12”), 4° Davide Marzarotto (24’58”), 5° Almin Oulbaz.
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Eugenia Vasconi, 2a Chiara Schiavon, 3a Laura Pagani, 4a Annalisa Diafferia, 5a Ombretta Bellorini.

>>>FOTO by Sport & Sportivi<<<                >>>FOTO by Mirko Brondolo<<<

premiazione

Ottimo esordio per questa 1a edizione della “Corsa nelle vigne”: percorso molto bello, segnato e presidiato a dovere, super ristoro finale con tanto di polenta e zola per i più golosi, premiazioni di qualità e la tipica atmosfera gioviale di queste manifestazioni che tanto apprezzo; il tutto alla modica cifra d’iscrizione di 2€: impossibile chiedere di più!

P.S.
un grazie di cuore all’amica Vittoria per il graditissimo regalo che mi ha riservato!