GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

domenica 28 febbraio 2010

Paola e il suo lago - Cadrezzate

2a tappa Piede d’Oro 2010

IMG_1956-

Eh si, il Piede d’Oro è proprio ricominciato! Neanche il tempo di mettere in archivio la tappa di settimana scorsa che siamo già all’appuntamento successivo; oggi “l’esercito” del Piede d’Oro è stato accolto in quel di Cadrezzate, per l’esattezza sulle sponde del lago di Monate: ritrovo presso la spiaggia “il larice” dove il G.P. Miralago di Raffaele Della Pace ha dato vita alla 25a edizione della gara podistica “Paola e il suo lago”.

Nonostante la giornata piuttosto uggiosa e per niente invitante, l’affluenza di podisti è davvero massiccia anche oggi, tanto da costringere gli organizzatori a ritardare di qualche minuto la partenza per riuscire ad espletare tutte le iscrizioni di giornata!

IMG_1928 IMG_1949

Così, dopo i saluti di rito con i tanti amici presenti (oggi c’erano anche le special guests Mario e Daniele), e un breve riscaldamento sono pronto a far “rombare” il mio motore! Alle 9.15 circa arriva lo sparo, il plotone si allunga subito per le vie del paese su un tracciato che per la prima parte ricalca esattamente quello della passata edizione; senza neanche rendermene troppo conto, partenza decisamente più veloce rispetto a settimana scorsa con i primi 3km corsi rispettivamente in 3’28”, 3’28” e 3’24”.

Dopo aver abbandonato la strada asfaltata, incontriamo la prima difficoltà di giornata: una salita di circa 600mt. che riporta il serpentone di corridori nuovamente verso l’abitato di Cadrezzate; è proprio su questa salita che le posizioni in testa cominciano a delinearsi, con Brambilla, Breda, Proserpio, Basoli e Bassetto che allungano leggermente sul resto degli inseguitori. Poco dietro Assoumon, Larice, Marchesin, Marsetti, Toniolo, Cantisani, Beltrami e il sottoscritto.

Proseguiamo in direzione Osmate, e dopo aver affrontato un’altra asperità un pò più lunga della precedente ma meno impegnativa, ci dirigiamo verso il tratto finale caratterizzato dal passaggio in un pratone che immette direttamente negli ultimi 300mt. di gara da correre proprio sulla spiaggia in riva al lago.

Agli ultimi 2/3km mi trovo in compagnia di Manuel Beltrami, Biagio Cantisani e di Nader Rahhal che risalito dalle retrovie sta facendo un allenamento in progressione; arriviamo all’imbocco del pratone finale, Beltrami allunga subito il passo seguito da Cantisani, mentre io e Rahhal restiamo un pò a guardare… decido di provare a cambiar marcia anch’io, Rahhal molla subito mentre io cerco di riportarmi in scia a Cantisani. Di solito non riesco mai a far le volate, ma oggi mi sento di provarla: ai 300mt. parto, ai 150mt. circa passo Cantisani, mi avvicino a gran velocità anche a Beltrami, ma alla fine devo accontentarmi di tagliare il traguardo alle sue spalle per un soffio!

IMG_1996 IMG_2091

Chiudo la mia fatica al 12° posto in 33’02” necessari per coprire i 8,88km rilevati al GPS. Nettamente più soddisfatto di settimana scorsa, sia per la condotta di gara che mi ha permesso di arrivare ancora fresco nel finale, sia per la condizione generale che pian piano sta migliorando. Gara vinta ancora una volta dal forte Marco Brambilla in 30’30” che in questo inizio di stagione sembra essere davvero in forma smagliante! La 2a piazza spetta nuovamente a Ivan Breda (30’56”) che tra l’altro nel finale, proprio nel momento di massimo sforzo mentre cercava di ricucire lo strappo sul battistrada ha commesso un piccolo errore di percorso che ha compromesso definitivamente la possibilità di rientrare su Brambilla; a chiudere il podio Paolo Proserpio in 31’00”. Poi in successione Andrea Basoli (4°) in 31’52”, Paolo Bassetto (5°) in 32’00”, Evariste Assoumon (6°) in 32’10”, Alberto Larice (7°) in 32’12”, Mauro Toniolo (8°) in 32’20”, Cristiano Marchesin (9°) in 32’40” e Giuliano Marsetti (10°) in 32’45”. In campo femminile è la comasca Cristina Clerici che in 35’40” si aggiudica la prova e di fatto spezza l’egemonia dell’amica Silvia Murgia giunta 2a in 37’02” che oggi dopo le precedenti 3 vittorie consecutive del 2007, 2008 e 2009 avrebbe potuto calare il poker… in fine a chiudere il podio la compagna di squadra di Silvia, Lorena Strozzi in 37’28”. Poi in successione Giuliana Novati (4a) in 37’38”, Elisa Masciocchi (5a) in 38’19”, Antonella Panza (6a) in 38’41”, Emanuela Fossa (7a), Rita Grisotto (8a), Elisabetta Di Gregorio (9a) e Francesca Colombo (10a). (Grazie a Enrico Rodari per la raccolta di tempi e posizioni)

                                      >>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Buona l’organizzazione, che ha presentato un tracciato molto piacevole, ha offerto un gadget (k-way) in omaggio ai primi 350 iscritti, ha imbandito un ottimo ristoro che oltre alle solite cose (thè, pane e marmellata, pane e nutella) offriva anche pizza, un vin brulè che ho davvero mooooolto apprezzato e addirittura la polenta con il gorgonzola!! Unica pecca che mi sento di segnalare è ancora una volta legata allo sviluppo chilometrico: quasi 1km di differenza fra quello dichiarato (9,8km) e quello realmente rilevato… davvero troppo!

Per leggere ancora qualche articolo e qualche opinione, vi rimando al sito del G.P. Miralago, a quello dell’Atletica Casorate, al blog di Dani-half-marathon, a quello di Janine Jackson, a quello di CorsAmica e a quello degli Athlon Runners. Per le foto segnalo la galleria di CorsAmica by Mario, mentre da Giovedì sarà disponibile la sintesi realizzata da Fabrizio Gulmini per TeleSTUDIO8.

Non mi resta che ricordare il prossimo appuntamento con il Piede d’Oro per Domenica 7 Marzo ad Arconate, dove il locale gruppo sportivo organizza la 4a edizione della "StrAvis", gara podistica inserita per la 1a volta nel calendario del PSV.

giovedì 25 febbraio 2010

Marciando per la vita: la sintesi di TeleSTUDIO8 by Fabrizio Gulmini

Ecco il servizio realizzato da TeleSTUDIO8: un grazie per essere riusciti ad avere Fabrizio Gulmini al Piede d’Oro, va sicuramente all’amico Antonio Puricelli di Pu.Ma Sport, senza il quale difficilmente si sarebbe raggiunto l’obiettivo. Buona visione!

27a Marciando per la vita by TeleSTUDIO8 - 1a parte 27a Marciando per la vita by TeleSTUDIO8 - 2a parte

domenica 21 febbraio 2010

Marciando per la vita – Varese

1a tappa Piede d’Oro 2010

Torre di Velate Stamattina a Varese è andata in scena la 1a tappa del circuito podistico più famoso e seguito della provincia: il Piede d’Oro. Come da usanza ormai da qualche anno a questa parte, è toccato alla città giardino aprire la stagione del PSV, con la 27a edizione della gara podistica denominata “Marciando per la vita”; nome non certo scelto a caso visto che l’intero incasso della manifestazione sarà devoluto alla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori).

Giornata metereologicamente stupenda, anche se le temperature delle prime ore del mattino erano piuttosto rigide; nonostante il freddo, oltre 700 iscritti per questa bella gara di apertura del Piede d’Oro, che si è presentata con alcune leggere modifiche al tracciato, che hanno comunque inciso sul suo sviluppo complessivo per quasi 2km in più rispetto alle passate edizioni.

Dopo un breve riscaldamento in compagnia di Stefano (Marchesan), e qualche chiacchiera scambiata con i numerosi amici incontrati lungo la strada, sono pronto per vedere cosa riuscirò a combinare oggi…
Ore 9.30, puntuale arriva lo sparo! La partenza non è velocissima, tanto che i primi 2/3km li corro proprio in testa al gruppo con a fianco i favoriti di giornata (Marco Brambilla e Ivan Breda su tutti). Procediamo sul passo dei 3’35” fino all’inizio del 3°km, dove la strada inizia ad impennarsi sotto i nostri piedi e i più forti decidono che è arrivato il momento di fare sul serio!

Brambilla e Breda allungano in maniera decisa sul resto degli inseguitori, che vedendo la netta superiorità dei 2 attaccanti di giornata cercano di limitare i danni continuando con quello che è il loro passo; si forma così un gruppetto con Trogu, Negretto, Beltrami, Muscia, Marchesin e poco dietro il sottoscritto. Intanto dalle retrovie rinvengono altri forti corridori fra cui Nader Rahhal, Luca Ponti, Enrico Rodari e un ritrovato Adriano Tola; Altimetria 27a Marciando per la vitadopo il suggestivo passaggio sotto la chiesetta di S.Cassiano, la strada continua a salire senza tregua fino alla torre di Velate e ancora più su arrivando al suo culmine in zona acquedotto, dove ci aspetta uno strappetto in ciottolato non più lungo di 200 metri ma dalla pendenza terribile.

Tuffo in discesa, e giù a rotta di collo per tornare verso la zona di partenza/arrivo, passando attraverso un bel parchetto, un tratto di sentiero vita e dal castello di Masnago; nella prima parte in discesa vengo raggiunto e superato da Stefano Valeretto, ma a mia volta riesco a recuperare una posizione che avevo perso in salita e a mettermi in scia a Ponti.

Devo aspettare gli ultimi 2km per riuscire a sorpassare Luca Ponti (rientrante dopo un periodo di stop causa infortunio), mentre con la coda dell’occhio vedo che Alberto Pini si sta avvicinando minaccioso da dietro; controllo la situazione fino all’ingresso del castello, dove decido di rompere gli indugi e dar fondo alle ultime energie, riuscendo così a conservare la mia posizione e mettendo addirittura pressione al concorrente che mi precede.

100_2778 100_2785

Termino così la mia fatica al 13° posto, coprendo i 10km (precisi precisi!) rilevati al GPS in 37’35” alla media di 3’45”/km. Il 1° e il 2° posto sono rispettivamente ad appannaggio di Marco Brambilla (34’05”) e Ivan Breda (34’30”) che hanno letteralmente “fatto un altro mestiere” rispetto a tutti gli altri, staccando addirittura di 2 minuti il 3° arrivato Nader Rahhal (36’11”); poi in successione Mirco Muscia (4°) in 36’12”, Antonio Trogu (5°) in 36’29”, Manuel Beltrami (6°) in 36’53”, Cristiano Marchesin (7°) in 36’56”, Paolo Negretto (8°) 36’58”, Adriano Tola (9°) in 37’03” e Enrico Rodari (10°) in 37’11”. In campo femminile vittoria facile di Elisa Masciocchi in 42’28”, al 2° posto Giuly Novati (42’48”) e al 3° posto Elisabetta Di Gregorio (42’57”); poi in successione Antonella Panza (4a) in 43’20”, Emanuela Fossa (5a) in 43’40”, Elena Macchi (6a) in 45’27”, Ombretta Bellorini (7a) in 45’45”, Laura Marsiglio (8a ma fuori classifica perchè non iscritta alla gara competitiva) in 46’11”, Monica Mele (9a) in 46’40” e Mariela Oropeza (10a) in 46’52”.
(Grazie ad Enrico Rodari per i nomi e i tempi della classifica sopra riportata!)

                                      >>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Abbastanza soddisfatto della mia prestazione, anche se la condizione non è ancora quella ideale… anche questo freddo non aiuta, spero che arrivi presto il caldo con cui mi trovo maggiormente a mio agio! Nota negativa ho ancora il fastidio alla gamba destra…
Per quanto riguarda invece la manifestazione, direi che tutto è stato all’altezza delle aspettative, con un bel percorso che personalmente ritengo meglio di quelli passati, un buon ristoro e delle buone premiazioni.

A breve sarà disponibile il filmato realizzato dagli amici Andrea & Marco Frigo (provvederò a linkarlo appena pronto), come anche la sintesi curata dall’efervescente Fabrizio Gulmini di TeleSTUDIO8 (disponibile on line da Giovedì 25, ma che comunque pubblicherò anche sul mio blog), che quest’anno ha promesso che seguirà l’intero circuito, o con sintesi direttamente realizzate da lui, o comunque dedicando un breve spazio all’interno del suo programma settimanale, dove darà i risultati e ricorderà gli appuntamenti successivi: grazie Fabrizio!

Non mi resta che ricordare a tutti gli appassionati che Domenica prossima 28 Febbraio, il Piede d’Oro farà tappa a Cadrezzate, dove Raffaele Dalla Pace e il suo G.P. Miralago, daranno vita alla 25a edizione del trofeo "Paola e il suo lago".

lunedì 15 febbraio 2010

Il video della 2a corsa degli innamorati

image Ieri a Vegonno di Azzate gli amici dei Runners Valbossa con a capo Chiara e Gilda, hanno dato vita alla 2a edizione della "corsa degli innamorati", staffetta a coppie (lui & lei) di 3km a testa, con tratto finale di circa 400mt. da percorrere assieme mano nella mano. Manifestazione davvero originale, che è riuscita ad attirare la bellezza di 70 coppie!!


Per la cronaca vittoria della coppia Cerutti Federica/Barricelli Pier Ugo che con il tempo di 21’48” migliorano anche il record della manifestzione; al 2° posto la coppia Lucati Claudia/Danelli Fabio e a chiudere il podio la coppia che aveva vinto la passata edizione: Speroni Sara/Laddaga Lorenzo.


Io non avendo l’innamorata (…) mi son limitato a far da spettatore e a filmare un pò qua e un pò la… poi ho messo assieme il tutto, ho inserito una colonna sonora e….  et voilà! Certo, abituati ai lavori di Mario Busnelli e Franco Rancati, il mio non è un granchè… spero vi piaccia comunque. Buona visione!

venerdì 12 febbraio 2010

Piede d’Oro: Domenica 21 Febbraio si ricomincia!

Piede d'Oro 2010 Anche quest'anno dopo la sosta invernale, lo storico circuito del Podismo Sportivo del Varesotto, giunto ormai alla sua 28a edizione e cresciuto di anno in anno fino ad arrivare ad avere una media di 600 partecipanti a tappa, si prepara a ricominciare la stagione.

Domenica 21 Febbraio toccherà infatti a Varese ospitare la 1a delle 33 gare inserite nel calendario del Piede d'Oro 2010: la "27a Marciando per la vita", gara podistica che si snoderà su uno splendido percorso leggermente rivisto rispetto alle passate edizioni: allungato il chilometraggio che passa dagli 8,1km dello scorso anno ai 9,9km dell’attuale, ma senza perdere i suggestivi passaggi nei pressi della chiesa di S.Cassiano, della Torre di Velate e del Castello di Masnago; il ritrovo è fissato a partire dalle ore 8:00 in Via Crispi 110, la partenza verrà data alle ore 9:30.

L'invito a correre è rivolto proprio a tutti, con la possibilità di scegliere fra la gara competitiva e quella NON competitiva, fra il percorso lungo (9,9km) e quello ridotto per i meno allenati (4,5km); ricordo infine che come ogni anno il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

domenica 7 febbraio 2010

Pu.Ma Ten – Casorate Sempione

Il Bastone e la carota…

Sembra ieri che gli amici Silvia & Antonio mi parlavano dell’idea di mettere in piedi una gara di 10km omologata Fidal, con tanto di chip e via dicendo… invece non era ieri, era più di un anno fa! Infatti oggi a Casorate Sempione, andava in scena la 2a edizione della Pu.Ma Ten!

Beppe Arrivo a destinazione alle 8.15, e nonostante la partenza della gara sia fissata solo alle 9.30, mi rendo conto che c’è già un gran movimento, tanto da faticare a posteggiare l’auto; neanche il tempo di chiudere la portiera e mi imbatto nell’amico Daniele, ormai guarito dall’influenza che lo ha perseguitato negli ultimi tempi e pronto a ben figurare nella sua prima gara ufficiale con la divisa dell’Atletica Casorate.

La temperatura è abbastanza rigida circa -3°C, per fortuna c’è la bella palestra di Casorate Sempione pronta ad accoglierci sia per cambiarci al riparo dal freddo che per depositare i borsoni. Quattro chiacciere con Marco e son pronto ad iniziare il mio riscaldamento; così, mentre corricchio sul tracciato di gara in compagnia di Cristiano (Marchesin), ne approfitto per dare un’occhiata alle condizioni del manto stradale: nonostante l’intervento di mezzi spargisale, noto che nelle zone d’ ombra sono presenti delle piccole lastre di ghiaccio a cui bisognerà prestare la massima attenzione durante la gara!

Torno alla palestra, mi cambio ulteriormente liberandomi da felpa e pantaloni pesanti, infilo la canotta e mi fiondo verso la partenza: –5 minuti al via! Circa 600 partecipanti schierati sotto al gonfiabile (450 per la competitiva e il rimanente per la NON competitiva) e neanche a dirlo, partenza velocissima… probabilmente troppo per me… soprattutto in questo periodo. Percorriamo il “giro di lancio” che ci porterà a transitare davanti al negozio Pu.Ma Sport sponsor della manifestazione, dove è posto il traguardo volante: il più lesto a transitarvi è il portacolori dell'Atletica Riccardi Stefano Vercelli che riesce a bruciare in volata Marco Brambilla.

DSC_0824 Torniano nei pressi della palestra, dove ci immettiamo sul circuito di 4,2km da percorrere 2 volte; le sensazioni non sono delle migliori, ma transito comunque in buona posizione: 24° e ancora una volta in compagnia di Cristiano Marchesin, poco più avanti un altro amico Manuel Beltrami. Durante il 1° giro perdo qualche posizione ritransitando sul traguardo in 29a piazza, ma comunque continuando a tenere un buon ritmo, tanto è vero che i miei riferimenti (Cristiano e Manuel) sono ancora lì con me.

Il “dramma” arriva al 7°km… quando si dice “si è spenta la luce”… o meglio, la luce non si è spenta, ma si è ridotta ad un lumicino flebile flebile… le gambe sembrano non volerne sapere più, tanto che mi accarezza anche l’idea di fermarmi… vengo superato da un plotoncino di 5/6 persone fra cui c’è anche Francesco Mulè… allora cerco di reagire, e più per scommessa che per altro riesco a trovare la forza per continuare. Questi ultimi km sono una vera sofferenza: arrivo all’ultima curva, e come l'anno scorso il tabellone elettronico segna 35’55”… stavolta però non ho ne la voglia ne le energie per rilanciare…

Chiudo la mia fatica al 36° posto in 36’01” necessari per coprire i 10km (il mio GPS ne ha rilevati 10,15); la gara è vinta per il 2° anno di fila dal forte Marco Brambilla con il gran tempo di 31’37”, al 2° posto Elmehdi Maamari (31’38”) e a chiudere il podio maschile Dario Rognoni (31’39”); in campo femminile ordine d’arrivo delle prime 3 esattamente capovolto rispetto alla passata edizione: 1a Sara Speroni con il tempo di 36’16”, al 2° posto Claudia Gelsomino (36’26”) e al 3° posto Simona Baracetti (37’41”).

>>>CLASSIFICA UFFICIALE<<<

Col senno di poi riguardando i parziali del mio Garmin, mi sono reso conto di aver pagato una partenza probabilmente davvero troppo veloce: 1° e 2° km corsi rispettivamente in 3’11” e 3’16”… vabbè, di positivo c’è che nonostante questi 2 mesi che mi sto lasciando alle spalle un pò tribolati, son comunque riuscito a correre sugli stessi tempi dell’anno scorso in cui stavo sicuramente meglio.

Il bastone: tempo ufficiale 36’00”55 arrotondato per eccesso a 36’01”… 2 secondi peggio dell’anno scorso…

…e la carota: il problema alla gamba destra sembra superato, al momento non sento fastidi!!!!

DSC_1218

Per quanto riguarda l’organizzazione, fare bene al 1° colpo non è facile, ma riconfermarsi la volta successiva è anche più difficile: quindi non mi resta che fare i complimenti a Silvia, Antonio e a tutta l’Atletica Casorate per quanto di buono hanno saputo fare! Una palestra calda per il cambio, un percorso misurato e preparato a dovere, l’idea dei pettorali colorati in base al tempo d’iscrizione, un riconoscimento a tutti i partecipanti, delle buone premiazioni e l’ottimo ristoro finale. Non resta che iniziare il conto alla rovescia aspettando la 3a edizione del 2011 della Pu.Ma Ten!!

Per altri commenti e informazioni segnalo un pò di utili link: il sito della SDAM dove trovare la classifica e poter scaricare gli attestati di partecipazione, la voce ufficiale della manifestazione ossia l’articolo di Antonio Puricelli sul sito dell’Atletica Casorate, quella di Daniele Uboldi sul blog Dani-half-marathon, quella di Marco sul blog Marrathon Man, quella degli Athlon Runners, quella di Janine Jackson, quella di Agostino su Ansia da prestazione e quella di Filippo Casagrande; per le foto e i filmati non potevano mancare quelle di Mario su CorsAmica, e quelle di Arturo & Franco su Podisti.net. Spero di non aver dimenticato nessuno…