GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

domenica 30 novembre 2008

Premiazione atleti piede d'oro anno 2008

assegno Stamattina a Varese, una giornata piuttosto uggiosa e fredda ha accolto gli atleti del piede d'oro, fortunatamente per premiarli e non per farli correre!

L'appuntamento era fissato per le 9.30 presso il salone Estense del comune; occasione ideale per rivedere i tanti amici e compagni di corsa di un intero anno, nonchè per gli organizzatori di dimostrare ancora una volta che quando le cose si fanno con passione i risultati non possono che essere ottimi.

E allora spazio per tutti, a partire dai più piccini fino ad arrivare agli over 60, tutti premiati con un bel quadretto ricordo, dove era riportato il nome dell'atleta, la categoria di appartenenza e naturalmente il piazzamento (>>>QUI<<< trovate l'elenco di tutti i premiati). Fra le premiazioni delle varie categorie non sono stati trascurati gli atleti disabili dell'istituto Sacra Famiglia di Cocquio premiati con tanto di medaglia. La loro premiazione  è stata inoltre accompagnata dalla donazione di un assegno di 1000€ che gli organizzatori PSV hanno consegnato nelle mani del presidente dell'istituto.

Per quanto riguarda me, dopo un anno di corse in giro per la provincia, mi sono conquistato il 2° gradino del podio della categoria "uomini 22-32 anni" alle spalle di Daniele Colasurdo e davanti a Simone Prina; mentre stringevo tra le mani il mio ambito riconoscimento, ripensavo a tutte le gare fatte, a tutte le persone conosciute e a tutti i bei momenti trascorsi: grazie PSV!!

 podio U22-32  i premi

sabato 15 novembre 2008

Cross del laghetto - Cadrezzate

PB150620 Neanche il tempo di rifiatare dopo l'ultima tappa del piede d'oro di domenica scorsa, ed eccomi già alle prese con una nuova avventura. Oggi Cadrezzate è stato teatro della prima delle 4 prove del "Winter Challenge 2008/2009", valevole per il campionato provinciale di cross corto. Dopo una settimana in cui le piogge l'hanno fatta da padrona, finalmente una giornata splendida con il cielo completamente terso e una temperatura più che gradevole.

Quest'anno la formula è stata rivista rispetto all'anno scorso, non tanto nella sostanza ma più che altro nella forma: infatti sono rimaste le 4 prove come nella precedente edizione, è rimasta la classifica generale per chi parteciperà a tutte le gare, ma le iscrizioni sono state esclusivamente per atleti tesserati Fidal. Devo dire, che la scelta giusta o sbagliata che sia, sicuramente non ha avuto un buon esordio: il numero dei partecipanti mi è sembrato inferiore rispetto all'ultima edizione, inoltre le cose non sono funzionate esattamente a dovere. All'orario prestabilito per la partenza il medico fidal che doveva essere presente durante la gara non era ancora arrivato...  Pertanto il giudice fidal si rifiutava di dare il via...  dopo un breve tergiversare gli organizzatori hanno deciso di far cominciare lo stesso la prova "abortendo" di fatto l'omologazione fidal. In questa circostanza, bene gli organizzatori che si son presi la responsabilità di dare comunque lo start, male invece la fidal che ancora una volta ha dimostrato scarsa serietà. Altro aspetto dove penso si sia fatto un passo indietro, riguarda il rilevamento delle posizioni e dei tempi: sempre facendo riferimento alla scorsa edizione, questa operazione era affidata ai cronometristi Champiochip, che avvalendosi dei chip elettronici garantivano precisione e affidabilità; oggi si è tornati al rilevamento manuale.

   PB150610      PB150611

Ma veniamo alla gara vera e propria: il tracciato è identico all'anno scorso con un percorso da ripetere 2 volte, ricavato nei prati che si trovano dietro al campo sportivo di Cadrezzate. Nonostante la bella giornata, nelle zone d'ombra il terreno è completamente zuppo d'acqua e l'erba abbastanza alta rende difficile l'avanzamento. Il 1°km è veloce, ma conoscendo il resto del tracciato e la difficoltà di queste prove, so che non bisogna farsi prendere la mano. Il 2° km è infatti più difficile: terreno più pesante con l'erba che mista all'acqua ricorda tanto una risaia, e una bella riva in salita da fare tutta d' un fiato; breve discesina e tratto pianeggiante che riporta verso la partenza passando attraverso un campo di granoturco. Si inizia il secondo giro, la stanchezza comincia a farsi sentire e i tempi al km si dilatano di qualche secondo rispetto al giro precedente. Arrivo al traguardo posto proprio a fianco del campo da calcio, con il tempo di 18'10" necessario per coprire i 4,75km rilevati al GPS; la mia posizione assoluta dovrebbe essere intorno alla 35^ (purtroppo non c'era modo di saperlo...), mentre fra gli atleti di classifica mi sono piazzato al 25° posto. Gara vinta dal solito Oukhrid, 2° una promessa dell'atletica italiana Francois Marzetta e a chiudere il podio un altro marocchino Nader Rahhal; in campo femminile vittoria di una pimpante Sara Speroni, 2^ una sempre in forma Silvia Murgia e 3^ la dominatrice della passata edizione Ilaria Bianchi.

In conclusione una bella giornata, un bel percorso, ottimo ristoro con torte e vin brulè, maglietta tecnica commemorativa per tutti gli iscritti al circuito, ma  purtroppo la sensazione che nonostante l' anno in più di anzianità della manifestazione, l'organizzazione sia stata meno brillante dell'ultima volta che avevo corso per i prati di Cadrezzate.

Appuntamento al 6 Dicembre a Cuvio presso la tessitura Mascioni per la 2^ prova del Winter Challenge.


domenica 9 novembre 2008

Caminava dei sass - Mercallo

2008mercallo Era l’ormai lontano 17 Febbraio, quando “posseduto” da un’irrefrenabile voglia di gareggiare, mi ero iscritto alla prima tappa del circuito piede d’oro. Le 34 gare inserite nel calendario mi sembravano una cosa impossibile da fare tutte e la fine fissata a Novembre pareva essere talmente lontana da non arrivare mai… invece oggi a Mercallo è andato in scena l’ultima tappa del PSV 2008 e io posso dire con grande soddisfazione di avere sempre “timbrato il cartellino” senza averne persa neanche una!!!!

E’ incredibile come di settimana in settimana sono stato costretto a spostare sempre più in alto il mio giudizio sulla difficoltà delle varie tappe. Il pensiero ricorrente alla fine di ogni gara è sempre stato lo stesso: “oggi è stata durissima! Probabilmente uno dei tracciati più difficili di sempre….”

Altimetria - Caminava dei sass - Mercallo La prova odierna non ha fatto certo eccezione! Non un metro di piano, quasi tutto bosco con il terreno reso pesante dalle piogge della settimana. Partenza a ritmo tranquillo dalla piazza principale del paese; circa 500mt. e la strada comincia ad impennarsi. I primi 3km sono completamente in ascesa, poi è un susseguirsi di su e giù che ti tagliano le gambe. In salita patisco sempre molto, non è certo il mio terreno congeniale inoltre oggi sono più in crisi del solito… Fortunatamente dopo la salita c’è sempre la discesa! Mi butto a capofitto, il sentiero è molto ripido pieno di sassi, radici e foglie: c’è da stare molto attenti! Riesco a riportarmi su un terzetto di atleti che mi precede, e dopo una breve sosta in coda mi porto al comando incrementando l’andatura e staccando quasi subito i compagni d’avventura. Risbuco sull’asfalto, 500mt. e sono al traguardo.

Riesco a concludere al 13° posto assoluto e 2° di categoria coprendo gli 8,5km rilevati al GPS in 39’ netti. La gara è vinta in volata dal fenomeno Oukhrid, 2° il connazionale Nader Rahhal e 3° un ottimo Ivan Breda. Oggi sono poco soddisfatto della mia prova che non è stata brillante, anzi tutt'altro... in salita sono stato sempre in grande affanno non riuscendo mai a trovare il giusto ritmo: sicuramente le salite sono uno degli aspetti su cui dovrò lavorare un po’ per cercare di migliorarmi.

Con il piede d'oro non resta che l'appuntamento di Domenica 30 Novembre in comune a Varese per le premiazioni finali (>>>classifica generale<<<), mentre Sabato prossimo sarò già impegnato con la prima tappa del Winter Challenge: ci vediamo a Cadrezzate per il "cross del laghetto".

domenica 2 novembre 2008

Camminiamo insieme - Cocquio Trevisago

LG6M4597 Stamattina sono andato a Cocquio, per prendere parte alla 33^ tappa del piede d'oro organizzata dal team Di-Bi, dal comune di Cocquio e dall'amico Davide-Fiurash: che faticaccia!!!!!

La gara rientrava per la prima volta nel circuito del piede d'oro, nonostante fosse ormai alla sua 6^ edizione e presentava 2 tracciati: uno più lungo e uno più corto studiato appositamente per permettere anche a persone disabili in carrozzina di poterlo percorrere senza problemi. Altra nota positiva da segnalare, il ricavato della manifestazione andrà interamente in beneficienza all'istituto Sacra Famiglia di Cocquio da dove la corsa prendeva il via e terminava.

Ma veniamo alla gara vera e propria: si parte alle 9.30 circa, con qualche minuto di ritardo perchè come al solito gli organizzatori prima di dare il via han tentato in maniera del tutto invana di far indietreggiare il serpentone di podisti di qualche metro... niente da fare! Arriva lo sparo, i primi 500mt. sono un pò "angusti" con strettoie e qualche macchina parcheggiata in posti dove forse era meglio non farle mettere. Sento da subito che le gambe non girano come dovrebbero, inoltre ho un ginocchio che da qualche giorno mi fa male; passa il 1° km, ho già scordato il ginocchio e mi concentro sulla salitaAltimetria Camminiamo insieme - Cocquio che sta per iniziare. Durissima! A metà circa c'è anche una bella scalinata che fra l'umidità e le foglie cadute è molto viscida. Finisco la scala e con le gambe completamente imballate cerco di rilanciare l'andatura, ma la strada continua a salire e le pendenze sono anche peggio di prima!! Non posso fare altro che alternare dei tratti di corsa ad altri dove mi devo accontentare di camminare... In salita mi superano almeno 10 persone, ma finalmente si scollina e ci si butta in discesa. LG6M4841 Stando sempre attenti a non fare scivoloni sulle foglie cerco di recuperare qualche posizione, ed effettivamente nei km successivi che mi riportano verso il traguardo riesco a lasciarmi alle spalle 4 atleti che mi precedevano. Sono 13° assoluto e 2° di categoria, coprendo gli 8,3km rilevati al Gps in 33'20", la gara è vinta da un sempre più in forma Nader Rahhal, 2° il mai domo Massimo Lucchina e 3° Paolo Bassetto. Direi di non aver scordato niente, o forse si.... il mio ginocchio: aiaiai che male!!

Percorso bello, organizzazione curata, maglietta ricordo per tutti e la felicità sul volto di tante persone meno fortunate di me che oggi con le loro carrozzine hanno potuto prendere parte alla festa! Forse l'unica cosa da rivedere per le prossime edizioni potrebbe essere la zona della partenza, che mi è sembrata un pò sottodimensionata per accogliere tutti i partecipanti.

Appuntamento a settimana prossima in quel di Mercallo per l'ultima tappa PSV denominata Caminava dei sass.