Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 30 aprile 2017

Camminata cuvegliese - Cuveglio

9a tappa Piede d’Oro 2017

partenza

Con i muscoli delle gambe ancora “intossicati” dalle recenti fatiche della Mezza Maratona di Trecate corsa solo sette giorni fa, stamane mi sono presentato a Cuveglio per il canonico appuntamento con il Piede d’Oro e con la storica “Camminata cuvegliese”, giunta quest’anno alla sua 33a edizione!

Giornata serena, ma dal clima ancora decisamente fresco: indispensabile un bel riscaldamento per portare in temperatura le gomme!!

Ore 9.00, è la voce del mitico Felice “Speaker” Del Giudice a scandire gli ultimi trepidanti attimi di attesa…
…5, 4, 3, 2, 1…
Si va!

1° km

Breve scambio di battute col fortissimo Stefano Bianco, prima di mettermi al comando ed incaricarmi di dettare il ritmo; complice un primo chilometro interamente pianeggiante e rettilineo, stacco un buon parziale di 3’19”, col gruppo già decisamente allungato, ma con i favoriti di giornata che non hanno perso un solo centimetro.
Fra loro lo specialista delle corse in montagna Paolo Proserpio, il plurivincitore di questa gara Salah Argoub, il sempre in forma Marco Tiozzo, il giovane quanto promettente Daniele Pedotti e poi il già citato Stefano Bianco.

2°km

Nonostante anche il parziale del secondo chilometro si assesti attorno ai 3’20”, al portacolori dell’Atletica Casorate non basta e schiaccia ulteriormente sull’acceleratore!
Stefano guadagna così un po’ di terreno, alle sue spalle restiamo in quattro, col resto degli inseguitori un poco più staccato.
Affrontiamo la temibile scalinata del cimitero di Cavona dove patisco davvero molto, tanto da perdere contatto dai miei compagni d’avventura…
Contatto che riesco però a ristabilire nel successivo tratto di scorrimento, prima di giungere ai piedi della temutissima ascesa che porta a toccare il punto più elevato dell’intero percorso.

Neanche a dirlo, appena il sentiero s’impenna sotto i nostri piedi, sono lo scalatore Paolo Proserpio e Salah Argoub a prendere l’iniziativa; io provo ad accodarmi, mentre Tiozzo sembra quello più in difficoltà.
Nel tratto maggiormente impegnativo, Paolo continua a salire forte, mentre capisco che Salah si sta pian piano spegnendo…
Poco alla volta lo affianco e lo supero, sto faticando molto, ma so che questo è il momento in cui devo provare anche a staccarlo.

Così faccio, giungendo da solo allo scollinamento.
Mi getto immediatamente in discesa, davanti a me le sagome di Bianco e Proserpio, dietro quelle di Argoub e Tiozzo…
C’è poco da star tranquilli!

Affronto il caratteristico “giro delle fontane” prima di arrivare nell’abitato di Vergobbio: suggestivo dentro fuori nelle viuzze del paese vecchio e via a tutta velocità verso l’ultimo chilometro di gara.
Ormai i giochi son fatti, mi godo le ultime centinaia di metri, presentandomi sotto al gonfiabile del traguardo in 3a posizione assoluta, coprendo i 10km rilevati al mio GPS in 38’43”.

arrivo

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Stefano Bianco – Atletica Casorate (37’05”), 2° Paolo Proserpio – Valetudo Skyrunning (38’13”), 3° Giuseppe Bollini – Circuito Running (38’43”), 4° Marco Tiozzo (39’00”), 5° Daniele Pedotti (non competitivo 39’24”), 6° Salah Argoub (39’25”), 7° Simone Zandri (39’54”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Rosalba Quadrelli – Atletica Arcisate (49’10”), 2a Antonella Panza – GAM Whirlpool (50’38”), 3a Luisa Monetta – Athlon Runners (51’10”), 4a Barbara Pierini (51’54”), 5a Monica De Santis (53’22”).

CLASSIFICA

Oggi non posso che essere soddisfatto, sia considerando di “avere ancora nelle gambe” la mezza maratona di Domenica scorsa, sia per l’ottimo livello degli avversari presenti!

podio maschile

Venendo invece all’organizzazione, purtroppo ancora una volta devo dire che non mi ha convinto…
Partiamo dall’aspetto che reputo meno importante, ma che comunque non può essere trascurato: le premiazioni.
Innanzi tutto dare lo stesso premio al 3° al 4° e al 5°, ritengo sia svilente e ingiusto; poi, rimane per lo meno discutibile anche cosa si sia scelto di dare: qualcuno si è sentito addirittura preso in giro, io personalmente sono semplicemente rimasto piuttosto deluso.
Quello su cui invece proprio non posso transigere è la segnalazione del percorso: oggi come anche nel recente passato di questa manifestazione, in molti casi non era per niente chiara, in altri addirittura assente…
Peccato, peccato davvero, perchè la zona e il percorso sono tra i più affascinanti dell’intero circuito.

Domenica prossima il Piede d’Oro si prende un “turno di riposo”, si riprende il 14 Maggio con l’undicesima edizione dell’ “Athlon Run”.

Nessun commento:

Posta un commento