Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 6 ottobre 2013

Camminata Alpina - Cardana di Besozzo

31a tappa Piede d’Oro 2013

Anche quest’anno il mese di Ottobre è arrivato, e ancora una volta ha portato con se un trittico di gare a cui tengo molto: la “Camminata Alpina”, il “Cross Country dei 7 campanili” e la “Stracascine”.
Si partiva oggi con Cardana e la 36a edizione della sua “Camminata Alpina”.

La giornata è tipicamente autunnale: cielo grigio con qualche pioviggine e temperatura piuttosto fresca; ad ogni modo gli affezionati del PdO sono sempre numerosi, e anche oggi il colpo d’occhio regalato dalle numerose canotte variopinte che affollano le strade della piccola frazione di Besozzo, è davvero suggestivo.

Io sono piuttosto stanco…
…il fisico dopo un’intera stagione corsa sempre a tutta, reclama il meritato riposo e anche mentalmente comincio a sentire la necessità di staccare un po’ dalle competizioni.
Così seppur con poca voglia, mi cambio e inizio il mio solito riscaldamento…

Si parte alle 9.00 con l’indiavolata coppia Breda – Fochi a dettare da subito un ritmo forsennato! Io sono nella loro scia, ma decido quasi subito di lasciarli andare e proseguire con un’andatura più consona a quelle che sono le mie attuali condizioni.
Giusto un chilometro di strada abbastanza pianeggiante prima di svoltare a sinistra ed attaccare la salita che porta fino all’incantevole pratone dei 2 pini; tengo bene, e lo svantaggio di circa 50 metri che accusavo dalla coppia di testa rimane pressapoco invariato; nel frattempo alle mie spalle ho scavato a mia volta un discreto “buco” nei confronti dei più immediati inseguitori, che sono nell’ordine Nader Rahhal, Salah Argoub e Ibrahim Elarbaoui.

2° chilometro

Inizio in solitaria la discesa che riporta nei pressi della partenza, per poi proseguire a scendere verso la seconda parte di tracciato che si snoda fra boschi e sentieri limitrofi ai numerosi maneggi della zona.
Davanti i battistrada hanno ulteriormente allungato, capisco che le possibilità di rientrare sono praticamente pari a zero…
Così, pur continuando a far mulinare forte le gambe, comincio ad amministrare il vantaggio su chi mi segue, cercando di risparmiare qualche preziosa energia.

A circa un chilometro e mezza dall’arrivo devo però tornare a spingere con decisione, perchè la coppia formata da Salah Argoub e Ibrahim Elarbaoui, si sta pericolosamente avvicinando!
Sbuco ai piedi del paese, non mi resta che affrontare l’ultimo temibile strappo che conduce dritto dritto fino all’arrivo: mi volto, controllo il vantaggio (che dopo il il mio forcing è tornato a crescere) e concludo in tranquillità la mia prova, tagliando il traguardo in 3a posizione con il tempo di 36’05” necessario per coprire i 9,8km rilevati al mio GPS.

arrivo

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Ronnie Fochi (34’20”), 2° Ivan Breda (34’54”), 3° Giuseppe Bollini (36’05”), 4° Salah Argoub (36’42”), 5° Ibrahim Elarbaoui (36’42”), 6° Nader Rahhal (37’16”), 7° Matteo Rodari (37’50”), 8° Simone Prina (37’56”), 9° Enrico Rodari (38’00”), 10° Roberto Macchi (38’10”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Sabina Ambrosetti (39’45”), 2a Cristina Clerici (40’11”), 3a Barbara Benatti (41’04”), 4a Giusy Verga (45’10”), 5a Silvia Stingele (46’23”), 6a Eugenia Vasconi (47’02”), 7a Ombretta Bellorini (47’29”), 8a Silvia Dalla Costa (48’23”), 9a Simona Milani (50’14”), 10a Emanuela Polinelli (50’30”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

podio

Bellissima la gara di Cardana: percorso duro ed impegnativo, dove salite, discese, asfalto, boschi e prati si fondono in perfetto equilibrio; segnalazioni e presidio lungo il tracciato davvero impeccabili, un ottimo ristoro al coperto e delle ricchissime premiazioni che sono il vero fiore all’occhiello della manifestazione! Complimenti quindi ai “Sette laghi runners” e al locale gruppo Alpino per la cura e la passione con cui hanno preparato il tutto!

Domenica prossima sarà la volta di Cavaria e del mitico “Cross Country dei 7 campanili”: gara storica di 5,55 e 15,8km, quest’anno valevole come 32a e terz’ultima tappa stagionale del circuito del PSV.

2 commenti:

  1. Che impressione! Una mezza, una staffetta e un'altra gara in 8 giorni e sempre sulla cresta dell'onda! Complimenti!!

    RispondiElimina