GARE 2021 CIRCUITO RUNNING

domenica 6 settembre 2009

Trofeo Mauro e Severino Traversi (Cittiglio-Vararo) - Cittiglio

Sottotitolo: prima di chiudere il baule della macchina accertatevi che le chiavi siano fuori!!!

Dopo tanta attesa anche quest'anno è arrivata una delle tappe del Piede d'Oro che più temo; così stamattina di buon'ora ero già in strada con destinazione Cittiglio, dove gli amici dell' Atletica Verbano organizzavano per il 36esimo anno il "Trofeo Mauro e Severino Traversi", meglio conosciuta come la mitica "Cittiglio-Vararo".

Quest'anno dopo il giro di vite imposto dai vari enti sportivi sull'obbligo di copertura assicurativa e cetificato medico sportivo per chi partecipa a gare competitive, la corsa era per la prima volta omologata FIDAL, con la possibilità di entrare in classifica anche per gli atleti non iscritti al PSV, ma in regola con il tesseramento Federale. Una cosa che non riesco a capire e che non condivido (tra l'altro già successa anche in altre gare che avevano l'omologazione FIDAL) è la scelta/esigenza da parte degli organizzatori di stilare una doppia classifica per atleti CSI e atleti FIDAL.... in ogni caso l'atleta si è sottoposto a visita medico sportiva, è coperto da assicurazione ed è tesserato per uno dei due enti (tra cui esiste anche una convenzione) se non addirittura per tutti e due: ma perchè 2 classifiche distinte??

Ma veniamo alla gara vera e propria: la giornata è stupenda, e nelle prime ore del mattino la temperatura è piuttosto frizzante, per la felicità dei numerosi runners che da li a poco si daranno battaglia sulle rampe della salita che porta nella piccola frazione di Vararo. Il tracciato è quello storico: partenza nei pressi del cimitero di Cittiglio con 800mt. abbastanza pianeggianti prima di imboccare la strada tutta in salita che in circa 6km di sviluppo, ci porterà dai 270 metri s.l.m. di Cittiglio ai 760 metri s.l.m. di Vararo (dislivello +490 metri).

Matteo, io e Stefano

Si parte abbastanza veloci, con i favoriti di giornata a guadagnare fin da subito la testa del plotone; dopo un piccolo inghippo dovuto ad una delle macchine dell'organizzazione che si è ritrovata in mezzo al gruppo di corridori (fortunatamente senza conseguenze), arriviamo alle prime rampe della temutissima ascesa. I battistrada fra cui Breda, Basoli, Raimondi, Proserpio e Pagani prendono ulteriormente il largo, mentre dalle retrovie con una lenta ma inesorabile progressione, rinvengono alcuni atleti molto forti e altrettanto quotati per la vittoria finale: Toniolo, Pini e Muscia. Poco alla volta li vedo allontanarsi sempre più mentre la salita non accenna a darmi tregua: sempre costante, con i suoi tornanti che si susseguono come delle rasoiate sulle mie gambe. A metà gara circa occupo la 10/12esima posizione, ma sono già in grossa difficoltà... mi volto, e fortunatamente non vedo nessuno che mi possa impensierire; tento di concentrarmi e non pensare alla fatica, ma la mia azione non è più efficace e col passare dei chilometri mi rendo conto di aver finito troppo presto la benzina... vengo così raggiunto e superato prima da Rahhal (anche oggi partito sornione dalle retrovie), poi dalla coppia Rodari - Giangregorio e infine da Turetta. Ormai manca non più di un chilometro, ma dietro gli avversari incalzano! Stringo i denti, ma non ce nè proprio più... così dopo aver abbandonato la strada asfaltata per gli ultimi 200mt. di gara che si fanno su uno sterrato che sbuca proprio dietro alla chiesa, fermo la mia corsa e mi permetto il lusso di fare ben 3 passi camminando; è un attimo e dietro sento il respiro affannato dell'immediato inseguitore, allora senza neanche voltarmi riparto a fionda dando fondo a tutto quello che era rimasto e non solo...

Riesco a difendere la mia piazza, tagliando il traguardo al 15° posto assoluto, 7° uomo del PSV-CSI e 2° di categoria, impiegando 32'22" per coprire i 6,750 km di gara (il GPS mi ha segnato qualche centinaia di metri in meno, ma a causa della montagna e della fitta vegetazione penso che il dato non sia attendibile, a maggior ragione  visto che differisce di 100mt. anche dalla rilevazione dello scorso anno). Stanco ma alla fine soddisfatto: nel mio piccolo son riuscito a toglier oltre 1'20" al tempo della passata edizione e a migliorare il mio piazzamento di 13 posizioni!

L'arrivo L'arrivo 2

Gara vinta da un super Mauro Toniolo, davvero in forma smagliante con il gran tempo di 29'05", al 2° posto un altro specialista della salita Paolo Proserpio (29'27") e a chiudere il podio l'amico Matteo Raimondi (29'30") anch'egli in un periodo di notevole brillantezza; poi nell'ordine Daniele Pagani (4°), Andrea Basoli (5° e vincitore del traguardo volante), Mirko Muscia (6°), Nader Rahhal (7°), Alberto Pini (8°), Enrico Rodari (9°), Roberto Parolin (10°), Alberto Buzzi (11°), Mauro Giangregorio (12°), Simone Turetta (13°), Ivan Breda (14°) e Giuseppe Bollini (15°). La gara femminile ha visto come protagonista la rientrante Giovanna Mara che con l'ottimo tempo di 33'44" riesce a piegare al 2° posto Cristina Clerici (34'04") una delle master più forti della zona, già vincitrice su queste strade lo scorso anno, mentre a chiudere il podio ci pensa Ilaria Zen (37'10"); al 4° posto Cinzia Passera e al 5° Ombretta Bellorini. (Come sempre un grazie ad Enrico Rodari per la stesura della classifica comprendente anche i "non Piede d'Oro").

  >>>CLASSIFICA COMPLETA<<<          >>>CLASSIFICA FIDAL<<<         >>>CLASSIFICA PIEDE D'ORO<<<

Notevole l'impegno degli organizzatori, dalle iscrizioni, ai ristori, al trasporto borse per il cambio, alle premiazioni che in ambito Piede d'Oro mi sono sembrate le più ricche fino ad oggi svolte!

Piccola curiosità: il record della gara (25'55"!!!) resta ancora una volta nelle mani del grande Ossolano Severino Bernardini, che oggi era presente allo stand delle premiazioni e a cui l'organizzazione (scherzando ma non troppo...) ha strappato una mezza promessa per la prossima edizione di rivederlo sulle strade della Cittiglio-Vararo... chissà...

Per leggere ancora qualcosa sulla bella manifestazione di oggi, non mi resta che rimandarvi al blog di Matteo Raimondi, mentre per vedere un pò di foto, vi segnalo la fotogallery realizzata dall'inossidabile Arturo Barbieri.

Ultimo aneddoto della giornata: una volta ridisceso a Cittiglio (grazie a Mirko per il passaggio!) dove avevo lasciato il mezzo, ho visto un paio di persone che stavano trafficando vicino alla macchina posteggiata a fianco della mia.

IO: "Ue, cosa state facendo? La vorrete mica rubare??"

LORO: "Magari fossimo dei ladri... per sbaglio le chiavi son rimaste chiuse all'interno dell'auto..."

Così dopo circa 10/15min di lavoro di "squadra" grazie soprattutto agli attrezzi che avevo con me sul mio furgoncino abbiamo scassinato la nostra prima auto! Non so se sia motivo di vanto o meno, ma una cosa è certa: prima di chiudere il baule della macchina accertatevi che le chiavi siano fuori!!!!!

19 commenti:

  1. Allora hai un futuro da scassinatore!!!Ancora bravo Beppe ... il prossimo anno sarai con i primi in assoluto!

    RispondiElimina
  2. Daniele piantala di fargli i complimenti! Un Top Runners come ormai è diventato non può camminare e dichiararlo sul Blog. Lo sai che i più giovani poi ti imitano! E giù tutti a camminare!!! Scherzo ripensando all'unica volta che l'ho fatta. Sono partito a razzo, risultato: a metà già camminavo e fino in cima era tutto un fermarsi e ripartire. Mai sottovalutare le gare in salita.PS: Devo cambiare la serratura della porta non è che potresti....Ciao Mario

    RispondiElimina
  3. complimenti!! per le doppie classifiche è stato purtroppo una scelta obbligata. per i premi: grazie.... dovevate vedere lunedi le facce delle commesse alla cassa del supermercato: 5 carrelli .... e ieri è toccato al fruttivendolo.... :-)comunque siamo contenti che sia andato tutto abbastanza liscio e che i premi siano piaciuti! purtroppo per una svista di scrittura del piede d'oro non abbiamo citato Tartari Mary come 8a donna assoluta. trovato l'inghippo ci penseranno loro a sistemare l'assegnazione dell'8° premio...e allora un'altro chiuso fuori... già stamattina alle 8e30 ho prestato a un signore il cell per chiamare la moglie.... :-)

    RispondiElimina
  4. Beppe lo scassinatore. Non male come nuovo nome per il blog. Scherzo dai. Comunque ti faccio i complimenti per la gara di oggi. Hai migliorato di 1'20" rispetto all'anno scorso, qualche secondo in più di quello che ho migliorato io (1'16"). Se andiamo avanti così fra 5-6 anni riusciamo a ritoccare il record di Severino Bernardini...Ciao e ci vediamo alle prossime gare.

    RispondiElimina
  5. 2 classifiche distinte !!!... è già buona che non hanno fatto partire gli atleti della FIDAL davanti e dalla gabbia quelli del CSI...

    RispondiElimina
  6. X Daniele:grazie per l'augurio, ma guarda che l'anno prossimo voglio vedere anche te faticare sulle rampe della Cittiglio-Vararo!X Mario:mi sa che hai più fiducia in me come scassinatore che come podista!! ;-)X Graziella:nooooo!?!?!?! anche un tipo al mattino aveva lasciato le chiavi chiuse in auto?? Averlo saputo avrei potuto fare doppietta...X Matteo:Muahahahahahahah!! hai ragione!! mentre ero a pranzo con i miei anch'io scherzando ho detto una cosa del genere:"bè, l'anno scorso 28° in 33'46", quest'anno 15° in 32'22", l'anno prossimo a ridosso dei primissimi e fra un paio d'anni mi devono ingaggiare se mi voglion vedere!!!! Muahahahahahah!!X Omar:Si, anch'io ho avuto l'impressione che il trattamento riservato agli atleti Fidal sia stato leggermente migliore: sia per i premi (hanno premiato un numero di atleti inferiori ma con premi di maggior valore) che per i tempi della premiazione stessa.Maaaaaaa... come già scritto nel commento, ne capisco il motivo di questo distinguo ne lo condivido.

    RispondiElimina
  7. mi spiace deluderti Beppe, il valore era identico:al primo uomo e donna fidal € 120, al primo e alla prima donna piede d'oro medaglia d'oro e cesto per un totale dello stesso valore. idem per i 2 e i 3 delle due classifiche: ai fidal € e al piede d'oro buoni d'acquisto da ironmax e cesti x pari valore, i cesti/sacchetti gastronomici e di frutta erano identici come prodotti e come valore per tutte e due le classifiche... a scalare l'unica differenza (come prodotti ma non come valore) sono i cestini del miele, che ho voluto "provare" per diversificare e farmi un'idea per la prossima volta come cambiare.ti posso dire tutto questo perchè la spesa e il confezionamento è stato fatto da me e anto, con tanto di lista.

    RispondiElimina
  8. e posso aggiungere che abbiamo scelto di proposito prodotti di marca (tipo dececco, scotti, campiello....) la spesa è stata fatta all'esselunga.... a parte la frutta comprata all'ultimo minuto sabato mattina!

    RispondiElimina
  9. No, no Graziella, non mi deludi affatto anzi!!Come dicevo la mia è stata un'impressione leggendo la lista dei premi sul volantino tutto qui.Comunque meglio così ;-)

    RispondiElimina
  10. Ah dimenticavo: molto apprezzabile la scelta di prendere prodotti di marca! Tutto ottimo, per non parlare del salame di Felino... quello direi superlativo!Ne ho già mangiato mezzo... :-)

    RispondiElimina
  11. mi hanno detto che anche la frutta era ottima.... :-) ma ne ero già certa perchè i prodotti freschi li abbiamo "testati".... slurp...comunque siamo stati molto attenti a questo particolare. l'unico dubbio l'abbiamo avuto sul miele, visivamente la confezione era più piccola, ma non il valore. anzi mi piacerebbe sapere se è stato apprezzato, la qualità è ottima: arriva dallo zuccolotto di azzate...

    RispondiElimina
  12. ops e aggiungo ancora: la tempistica per fidal e piede d'oro è perchè la fidal l'ho fatta io al computer dove con un mio programma mi è bastato inserire solo i numeri di pettorale dell'arrivo. poi semplificata dal fatto che gli iscritti fidal erano 55...la classifica del piede d'oro è stata stilata da loro, e purtroppo nella fretta hanno toppato il pettorale della Tartari Mari, infatti è stata premiata Valeri carla al posto della Mitica Mary (194 al posto di 184). infatti ci penserà il piede d'oro a recuperare il premio dato a Valeri e farlo avere a Mary...appena ho i fogli corretti pubblico la classifica corretta.esaustiva??

    RispondiElimina
  13. Come non mai! Hai fugato ogni dubbio ;-)Grazie!Mmm... però nel mio sacchetto non c'era il miele...vado a memoria ma il contenuto era: un salame, una bottiglia di prosecco, un pacco di pasta, uno di riso, una bottiglia di sugo di pomodoro, i biscotti campiello, i saccottini alla marmellata e un barattolo di cipolline.

    RispondiElimina
  14. giusto: c'erano 4 confezioni dove in ognuno c'erano due varietà di miele+propoli+caramelle+tisana.... ma non c'era tutto il resto!!

    RispondiElimina
  15. fatto! classifica premiati cittiglio vararo pubbicata!buona corsa!

    RispondiElimina
  16. Ehi Beppe, oggi il mio vicino mi ha portato la Prealpina di ieri dove c'era l'articolo della Cittiglio-Vararo. Leggendola ho notato praticamente che è lo stesso articolo che hai scritto tu. Caspita non sapevo che lavoravi per la Prealpina... scherzo! Però puoi farci un pensierino. Ci vediamo

    RispondiElimina
  17. Lascia stare Matteo...Me ne sono già accorto ieri grazie al sito dell'Atletica Verbano (http://www.atleticaverbano.it/index.php?page=cronache&id=75) e ti posso garantire che la cosa mi ha dato un po' di fastidio...Booooo... forse è un segno del destino che mi sta dicendo: "va, lascia stare il podismo e datti al giornalismo!" ^_^

    RispondiElimina
  18. fatti pagare i diritti...

    RispondiElimina
  19. Giuseppe Bollini in arte "Playbeppe" ... giornalista! ?^!^?!^?^!^?^!^?^!^?^!^?

    RispondiElimina