Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 20 settembre 2015

Caminava di Sass - Mercallo

28a tappa Piede d’Oro 2015

Dopo le follie meteorologiche di ieri sera con vento, pioggia, grandine e temperature in picchiata, stamane una soleggiata e calda giornata di fine estate ha salutato il 28° appuntamento stagionale del Piede d’Oro; ad ospitare la kermesse podistica è toccato a Mercallo, dove per l’occasione si correva la 19a edizione della classicissima “Caminava di Sass”.

Arrivo a destinazione dopo una serie di peripezie non indifferenti…
…una su tutte quella d’aver dimenticato a casa il pettorale ed essermene accorto quando ormai ero quasi a destinazione…
”torno, non torno, faccio in tempo non faccio in tempo…”
”Ma si che faccio in tempo!”
…d’altronde sono sempre in anticipissimo!

Così, dopo esser andato a Mercallo, esser tornato a casa, ed esser tornato a Mercallo (…), son pronto per i canonici riti Domenicali!
Iscrizione: fatta; quattro chiacchiere: fatte; copia de “La Provincia”: ritirata; cambio abiti: fatto; riscaldamento (sempre più lungo…): fatto; non mi resta che schierarmi al via e attendere il colpo di pistola!

Colpo di pistola che coglie tutti un po’ impreparati…
…magari se la si finisse di fare le partenze a sorpresa e chi spara avvisasse prima a voce che si è prossimi al via, sarebbe un pelino meglio e meno pericoloso.
Fin dai primi metri siamo io e Ronnie Fochi a trainare tutto il gruppone; nel primo chilometro provo anche a forzare un po’ il ritmo, ma Ronnie non fa una piega, anzi gli manca solo una birra per essere completamente a suo agio…
Allo scoccare del 2°km, dopo esser stato punzecchiato da Lashico George Simsive, ecco che Fochi sfodera una delle sue fiammate, saluta tutti e se ne va in fuga solitaria…

1°km

Nel frattempo attacchiamo la salita boschiva, dove vengo raggiunto da un Fouad Touti davvero in forma smagliante; provo a resistere al forcing dell’atleta marocchino, ma al momento mi manca ancora qualcosina per poter lottare con lui ad armi pari.
Così, mentre poco alla volta Fouad guadagna metri, alle mie spalle anche Rachid Argoub si fa sempre più vicino; sbuchiamo su asfalto e iniziamo la discesa che ci dovrebbe portare fino ai piedi della seconda e ben più dura asperità di giornata.

Già, ci dovrebbe portare…
…gli organizzatori hanno infatti pensato bene di farci una sorpresina, inserendo un’inedita variante che prevede oltre ad un’altra salita boschiva, anche una discesa non certo priva di difficoltà!
Infatti a causa della particolare altezza del sole e dei suoi raggi che “filtrano e non filtrano” attraverso la vegetazione, le condizioni di visibilità sono davvero precarie. Si corre quasi alla cieca (!!!), sperando sempre che l’appoggio del piede sia quello buono.

4°km

Passo indenne il declivio, anche se nel frattempo ho dovuto subire il sorpasso di Rachid Argoub…
Neanche il tempo di riordinare le idee ed eccoci sulle rampe della salita di cui scrivevo in precedenza…
…oggi c’è davvero da faticare!

Scollino, con i distacchi da chi mi precede, che sono rimasti all’incirca invariati; da qui in poi un susseguirsi continuo di saliscendi, con un’altra discesa piuttosto impegnativa dove ancora una volta i giochi di luce mettono in seria difficoltà gli occhi dei corridori…
Arriviamo ai chilometri conclusivi di gara, ancora un tratto ricavato nel sotto bosco, uno strappo finale davvero indigesto e poi gli ultimi 800 metri di strada asfaltata rettilinea e in leggero falso piano a salire…
…interminabili!

Finalmente il gonfiabile del traguardo, che attraverso in 4a posizione assoluta col tempo finale di 36’35” necessario per coprire i 9,44km rilevati al mio GPS.

arrivo

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Ronnie Fochi (34’45”), 2° Fouad Touti (35’50”), 3° Rachid Argoub (36’09”), 4° Giuseppe Bollini (36’35”), 5° Salah Argoub (37’35”), 6° Mattia Grammatico (37’47”), 7° Alberto Larice (38’12”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Elena Begnis (40’31”), 2a Rosalba Rossi Vassalli (41’10” non competitiva), 3a Eugenia Vasconi (42’36”), 4a Cristina Grassi (45’50”), 5a Giada Mingiano (47’12”), 6a Cristina Bartolomei (48’21”), 7a Rita Zambon (48’31”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Domenica prossima il Piede d’Oro si prende un turno di riposo in favore della 1a “Lake Varese Marathon”, che quest’anno si svolgerà in concomitanza con il “Giro del Lago di Varese”.

premiazioni maschili

Nessun commento:

Posta un commento