Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 1 agosto 2010

Giro del Pozzo Piano - Vararo

Campionato Provinciale di corsa in montagna Amatori-Master


DSC_1788 Sono stato indeciso fino all’ultimo, poi un sms dell’amico Cristiano Marchesin mi ha convinto ad esserci; così stamattina in barba a tutti i buoni propositi di staccare un pò con le competizioni, mi son recato a Vararo per partecipare alla 5a edizione del “Giro del Pozzo Piano”: gara di corsa in montagna organizzata dall’Atletica 3V e quest’anno valevole come prova unica del campionato provinciale di specialità.


L’intenzione era quella di fare solo un allenamento, ma purtroppo conoscendomi sapevo già come sarebbe finita…


Giusto il tempo per una breve perlustrazione della parte iniziale del tracciato in compagnia del Cris e del Fiurash, prima di gustarmi la partenza delle categorie femminili e di quelle maschili over 60 che si cimenteranno sul percorso ridotto di 6km; pochi minuti e tocca a tutti gli altri che invece dovranno affrontare il percorso lungo di 12km. Così dopo una punzonatura fin troppo zelante, anche il mio gruppo è pronto a partire; i primi metri si corrono sulla piccola stradina asfaltata che attraversa il paese, poi dopo aver imboccato uno sterrato ci si trova catapultati sulla più dura delle ascese: un sentierino sassoso, abbastanza esposto, che nel giro di 1,5km di sviluppo porterà dai 730 metri di altitudine di Vararo fino ai 1070 metri del Passo del Cuvignone! Davvero impossibile per me correre su queste pendenze, così se pur con un passo veloce mi devo accontentare di camminare… Lucchina, Argoub, Turetta, Marchesin e Donzelli scappano via, mentre poco alla volta vengo ripreso e lasciato sul posto anche da Zarantonello, Escobar, Vasi, Ruzza e altri atleti di cui non ricordo i nomi.


DSC_1930 Altimetria Giro del Pozzo Piano


Scollino attorno alla 12a/13a posizione, dopo aver accumulato già un ritardo di oltre 2 minuti dai battistrada; non mi perdo comunque d’animo, perchè so che la parte a me meno congeniale è ormai alle spalle! Mi butto in discesa e nel giro di 1,5km riesco già a recuperare alcune posizioni; abbandoniamo nuovamente i tornanti della strada asfaltata per imboccare un altro sentiero piuttosto vallonato, con alcuni tratti ancora molto impegnativi, che dopo uno splendido giro tutto attorno al Monte Nudo, ci riporta al Passo del Cuvignone. In questo tratto riesco a riprendere e staccare anche il coriaceo Antonio Vasi e Walter Donzelli.


Tempi al Km Giro del Pozzo Piano DSC_2201


Adesso mi aspettano 4km ininterrotti di discesa per arrivare a tagliare il traguardo posto sempre nei pressi del Bar Alpino di Vararo; mi lascio andare sapendo che in un tratto così lungo posso anche tentare di rientrare su chi mi precede e magari discesista non è. Dopo poche centinaia di metri, con circa una 30ina di secondi di vantaggio sul sottoscritto, comincio ad intravedere una canotta gialla: è quella di Cristiano! Averlo nel mio campo visivo mi stimola ad aumentare il passo, e complice anche la scarsa dimestichezza del Cris con la discesa, nel giro di pochi tornanti piombo sull’amico del Casorate. Lo passo a doppia velocità, e così come l’ho preso lo stacco; continuo a spingere a fondo senza mai voltarmi, tanto da giungere al traguardo rifilandogli quasi 1’30”.


Chiudo la mia fatica al 6° posto assoluto e 2° di categoria TM coprendo i 12,1km rilevati al mio GPS in 56’46”. Gara vinta da Rachid Argoub con il tempo di 53’42”, che proprio nella discesa finale riesce a piegare al 2° posto il vincitore della passata edizione Massimo Lucchina (53’51”), a chiudere il podio ma ben più attardato è Simone Turetta in 55’56”; poi in successione: Marco Zarantonello (4°) in 56’08”, Bolivar Escobar (5°) in 56’18”, Giuseppe Bollini (6°) in 56’46”, Cristiano Marchesin (7°) in 58’11”, Antonio Vasi (8°) in 58’18”, Walter Donzelli (9°) in 58’49” e Stefano Ruzza (10°) in 58’52”. In campo femminile dominio netto di Elisa Masciocchi che si presenta in solitaria al traguardo col tempo di 27’48”, 2a piazza per Cinzia Passera in 29’15” e 3° gradino del podio per Emanuela Fossa in 29’53”; poi in successione: Ombretta Bellorini (4a) in 30’30”, Cristina Grassi (5a) in 30’34”, Lizia Rodari (6a) in 30’45”, Monica Mele (7a) in 31’19”, Rita Grisotto (8a) in 31’57”, Elisa Rossini (9a) in 32’53” e Vittoria Dumitru in 33’21”.
Per finire ecco anche l'ordine d'arrivo dei primi 10 OVER60: 1° Gianni Grassini 29’08” - 2° Antonio Alezio 29’33” - 3° Mascetti 31’03” - 4° Angelo Cerello 33’59” - 5° Nicola Benevento 34’07” - 6° Luigi Vigezzi 34’15” - 7° Dante Morandi 34’31” - 8° Armando Montanaro 34’53” - 9° Pancrazio Adamo 35’46” - 10° Pietro Venturini 36’27”.


                                    >>>CLASSIFICHE COMPLETE<<<


DSC_2198 DSC_2551


Davvero davvero soddisfatto! Se penso che il mio distacco dai primi l’ho accumulato quasi interamente nella durissima ascesa iniziale (nel famigerato 2°km “corso” in 10’35”…) che comunque è un tratto decisamente per specialisti, non posso che esser contento!


Organizzazione abbastanza curata e percorso davvero molto bello: personalmente mi sento di consigliare a tutti questa corsa, a patto di non lasciarsi intimorire dalle pendenze impegnative sia in salita che in discesa!


A documentare le gesta degli oltre 120 iscritti di giornata erano presenti gli “inviati specialissimi” di Podisti.net: Arturo Barbieri e Franco Rancati. Tutti gli scatti di Arturo sono visibili e scaricabili nella galleria fotografica di Podisti.net.

7 commenti:

  1. Bravo PlayBeppe! ennesima prestazione super positiva, la tua!! ma non riesci proprio a prenderti qualche giornata di riposo eh?!?! ah ah ah!! certo che il mio compagno di squadra al Casorate, Cristiano Marchesin, si sarà pentito di averti convinto ad andare a correre 'sta gara, visto che poi l'hai superato!! lascia stare il can che dorme!! ah ah ah ah!! comunque bravo il Cristiano!! siete 2 campioniiiiiiiii!!:-) :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Stefano!Sembra incredibile, ma faccio molta più fatica a tentar di star fermo che ad andar a correre!!! :-PCon il Cris è sempre una lotta... divertente!A presto, ciaoooooo.

    RispondiElimina
  3. Ma ti sei fatto battere dal mitico Escobar !!!no, no, no.... devi impegnarti di più...Comunque per un allenamento, complimenti :)))

    RispondiElimina
  4. Mitico davvero Escobar! Figurati che arriva da Milano con il treno! Ieri era in giro a cercare un passaggio per la stazione di Cittiglio, glielo avrei dato io, ma quando stavo scendendo non l'ho più trovato...Comunque con Escobar siamo 2 a 1 per me: a Castiglione e a Besozzo l'ho castigato!! :-PP.S.doveva essere un allenamento......poi alla fine ho dato tutto come al solito...

    RispondiElimina
  5. Ma in vacanza non ci va nessuno? Sempre li tutti presenti acorrere......

    RispondiElimina
  6. Però camminando hai scollinato in 12a/13a posizione! non è poca roba!!!Bella! ma quella discesa mi ammazzerebbe!Ciaooo

    RispondiElimina
  7. Daniele, su certe pendenze neanche i primi correvano... magari riuscivano ad alternare dei tratti di corsa, ma piuttosto brevi.Chi mi ha superato lo ha fatto "camminando" anche se ad un'andatura piuttosto veloce!Per quanto riguarda la discesa, davvero pesante! Oggi ho anch'io la schiena un pò intorpidita...

    RispondiElimina