Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 13 aprile 2014

Sù e giò per i runchitt - Brenta

9a tappa Piede d’Oro 2014

Ci sono gare che sono davvero uniche e particolari.
Fra esse annovero senz’altro quella di Brenta, piccolo paesino della Valcuvia che stamane ha ospitato la 9a tappa stagionale del Piede d’Oro, dando vita all’ormai classicissima “Sù e giò per i runchitt”: un nome un programma!
Questa è una di quelle competizioni dove non ci sono mezze misure: o la si ama, o la si odia. Personalmente la amo!

Così arrivato a destinazione di buon’ora e sbrigate le solite formalità, eccomi pronto ad iniziare il riscaldamento sotto ad un cielo grigiastro che sembra minacciare pioggia.
Temperatura prossima ai 10/12°C, ma con un’alta percentuale di umidità, che percepisco chiaramente fin dai primi passi di corsa.

brentaAlle 9.00 ecco arrivare lo sparo. Si parte subito in salita con Simone Prina, Argoub Salah, Luca Ponti, Stefano Bordanzi, Enea Zampini e il sottoscritto a trainare il variopinto serpentone di atleti; circa 650 metri prima di scollinare ed iniziare la lunga discesa che snodandosi tra asfalto, ciottolato e bosco porta fino alla strada provinciale ai piedi del paese.
In testa in fuga solitaria c’è il portacolori della CardAtletica Enea Zampini, inseguito a breve distanza dal duo Argoub S. – Ponti, poco più dietro io, alle mie spalle i distacchi si fanno invece decisamente più importanti.

Nell’unico tratto pianeggiante dell’intera competizione, non più di 3/400 metri che si corrono sulla strada provinciale, Argoub riesce a guadagnare la testa della corsa ai danni di Zampini, che poco alla volta verrà rimontato anche da Ponti e dal sottoscritto.
Si ricomincia a salire con Salah che spinge deciso sull’acceleratore; Luca gli resiste staccato di pochi metri, ad una quindicina di secondi ci sono io, mentre alle mie spalle non scorgo più nessuno.

arrivo brenta

Altro scollinamento e nuovo tuffo in discesa; davanti son sempre lì a non più di 15 secondi: il distacco non aumenta ma neanche diminuisce, mentre il vantaggio che godo su chi mi insegue è decisamente cospicuo…
…risultato comincio a calare il ritmo e ad amministrare il mio piazzamento, con i battistrada che prendono definitivamente il largo.
Corro così gli ultimi 2 chilometri senza forzare a tutta, presentandomi sotto lo striscione d’arrivo al 3° posto assoluto, coprendo i 7,75km rilevati al mio GPS in 29’34”.

l'arrivo

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Luca Ponti (28’34”), 2° Salah Argoub (28’37”), 3° Giuseppe Bollini (29’34”), 4° Rachid Argoub (30’23” non competitivo), 5° Simone Prina (30’25”), 6° Matteo Rodari (30’34”), 7° Enrico Rodari (30’36”), 8° Andrea Ferrari (30’44”), 9° Ali Ahouate (30’56”), 10° Stefano Bordanzi (30’56”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Barbara Pavan (35’11”), 2a Martina Gioco (35’55”), 3a Eugenia Vasconi (36’07), 4a Sara Zuccolotto (38’46”), 5a Monica Mele (39’36” non competitiva), 6a Sabrina Vigezzi (40’11” non competitiva), 7a Chiara Naso (41’48”), 8a Emanuela Polinelli (42’47”), 9a Stefania Assunto (43’00” non competitiva), 10a Lorena Castiglioni (43’25”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

podio maschile

Adesso una settimana di pausa per le festività Pasquali, si riprenderà Domenica 27 Aprile da Cuasso al Piano con la 13a edizione del “Trofeo Gruppo Podistico U.S. Cuassese”.

2 commenti:

  1. Ciao Beppe grande gara , ma dove le hai trovato le foto? Grazie buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vito!
      Per quella dell'arrivo devo ringraziare un'amica (Alessandra), quella delle premiazioni invece è estrapolata dal filmatino del Luminoso.
      Ho visto anche alcuni fotografi, ma non so se erano "privati" o se pubblicheranno le foto da qualche parte...
      Nel caso, poi metterò i link sul blog ;)

      Elimina