Gare CIRCUITO RUNNING 2021

domenica 23 marzo 2014

Memorial Zedde - Monvalle

6a tappa Piede d’Oro 2014

Dopo l’assaggio di primavera inoltrata della scorsa settimana dove il termometro è arrivato a toccare i 26°C, oggi il consueto appuntamento domenicale col Piede d’Oro è stato caratterizzato da freddo (5°C), vento e pioggia a catinelle…
Ad accogliere la tappa odierna è toccato a Monvalle, dove il locale gruppo sportivo organizzava la 16a edizione del “Memorial Zedde” , gara podistica con percorsi da 5 e 10km.

memorial zeddeFra una co(®)sa e l’altra era ormai dal 2011 che non venivo a zompettare da queste parti; non ho dei ricordi molto nitidi, se non che il tracciato di gara è piuttosto impegnativo e che per arrivare a Monvalle faccio sempre una strada diversa perdendomi inesorabilmente ogni volta: tutto confermato anche oggi!!

Dopo un po’ di riscaldamento in compagnia dell’amico Ronnie, mi dirigo verso la zona di partenza: sono già completamente zuppo d’acqua, e il forte vento che tira incessante mi fa letteralmente venire i brividi!
Come se non bastasse, a causa delle difficoltà dettate proprio dal maltempo, anche l’orario di partenza viene posticipato di qualche minuto…

Il freddo e l’acqua mi giocano un brutto scherzo: come già capitatomi in occasione della 1a tappa a Varese, ancora prima di partire sento di avere i muscoli delle gambe completamente bloccati.
Tant’è che al momento dello sparo, a causa di due gambe che sembrano essere due pezzi di marmo, rischio addirittura di incespicare e finire a terra!

Un attimo di panico, prima di riuscire a “lanciare” la mia azione e provare ad accodarmi ai battistrada; capisco subito di non riuscire a correre normalmente, ma mi auguro che col passare dei chilometri le cose possano migliorare. Così non sarà…

Il tracciato alterna tratti di asfalto a tratti sterrati, dove a causa di acqua e fango è davvero difficile mantenere l’equilibrio; rischio più di una volta di cadere, con il risultato di ridurre ulteriormente la velocità…
Attorno a metà gara devo fare i conti anche con un errore di percorso: vedo la freccia gialla del PdO che mi invita ad abbandonare l’asfalto, la seguo e mi ritrovo davanti ad alcune biforcazioni dove non scorgo altre segnalazioni: primo tentativo e finisco in un cortile, mi fermo, un momento di smarrimento, poi mi giro e torno sui miei passi.
Nel frattempo l’errore ha fatto si che Mora e Zaccheo mi siano piombati addosso; secondo tentativo, ed eccoci in un altro cortile…
Alla fine è Mora che riesce a vedere una freccia davvero poco visibile, che ci indirizza in uno stretto sentierino in discesa abbastanza sconnesso e un po’ pericoloso.

Son davvero demoralizzato: le gambe son bloccate, ho rischiato più volte di cadere e infine lo sbaglio di percorso che mi ha fatto perdere tempo e posizioni…
…ho solamente voglia di terminare la gara e andarmene a casa al calduccio.

Affronto il salitone interminabile posto al 6° chilometro, ancora qualche “pattinata” con rischio caduta ed eccomi finalmente arrivare agli ultimi chilometri.
Mora è riuscito a guadagnare terreno mentre io sono rimasto in compagnia di Zaccheo e di un pimpante Andrea Ferrari appena sopraggiunto alle nostre spalle; mentre ci avviciniamo al traguardo, rientra anche il giovane Gattoni che era in lotta per il podio, prima di restare anch’egli vittima di uno sbaglio di percorso.

Nel chilometro conclusivo provo ad innescare una leggera progressione, grazie alla quale riuscirò a vincere la volata del mio gruppetto.
Concludo così al 7° posto assoluto (anche se ufficialmente in classifica risulterò 6° a causa dell’estromissione di Luca Ponti oggi sprovvisto del certificato medico), coprendo i 9,9km rilevati al mio GPS in 39’18”.

premiazioni maschili

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Ronnie Fochi (35’17”), 2° Luca Ponti (37’50”), 3° Mauro Toniolo (38’02), 4° Marco Tiozzo (38’29”), 5° Maurizio Mora (38’41”), 6° Valter Carnovali (38’45”), 7° Giuseppe Bollini (39’18”), 8° Andrea Ferrari (39’19”), 9° Marco Gattoni (39’20”), 10° Andrea Zaccheo (39’33”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Elena Begnis (40’50”), 2a Sabina Ambrosetti (41’03”), 3a Lorena Strozzi (45’02”), 4a Monica Bottinelli (45’20”), 5a Roberta Picozzi (45’38”), 6a Silvia Stingele (46’33”), 7a Martina Gioco (46’38”), 8a Cristina Albergoni (47’53”), 9a Rita Zambon (48’52”), 10a Sara Zuccolotto (50’01”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Oggi il meteo ci ha messo lo zampino rendendo tutto più difficile, non solo per gli atleti ma anche dal punto di vista organizzativo; cio’ non toglie che sul tracciato c’erano alcuni punti che andavano segnalati meglio: purtroppo più di un atleta è rimasto vittima di sbagli di percorso, fra loro anche Gattoni e Salah Argoub che avrebbero probabilmente centrato entrambi il podio. Peccato.

Nessun commento:

Posta un commento