domenica 28 marzo 2010

Trofeo Cuassese – Cuasso al Piano

6a tappa Piede d’Oro 2010

Dopo una settimana praticamente senza allenamenti, oggi destinazione Cuasso al Piano per partecipare alla 6a tappa del Piede d’Oro: il 9° Trofeo Cuassese, gara podistica di 10km organizzata dal locale gruppo sportivo.

IMG_3649A Cuasso lo spazio è quello che è, così nonostante sia in largo anticipo rispetto all’orario di partenza della gara, trovare posteggio non è affatto cosa semplice… dopo qualche “giro”, riesco finalmente a trovare un posticino, mi fermo, apro la portiera e… “brrrrrrr ma che freddo fa?”

Inizio il riscaldamento, e capisco subito che oggi non è giornata… gambe imballate e sensazioni davvero negative: la mezza di settimana scorsa mi sta presentando il conto! Alle 9 dopo un minuto di raccoglimento in memoria di Dario Bonvini socio fondatore e storico presidente del PSV scomparso proprio nei giorni scorsi, si è pronti a partire. Il tracciato nella prima parte, almeno fino al 6°km ricalca fedelmente quello proposto la scorsa edizione, mentre la parte finale è quella che si affrontava 2 anni fa  ma in senso contrario.

Fin dai primi metri in testa si forma un gruppetto di circa 10 unità, io fatico da subito a tenere il passo, tanto che al 2°km mi stacco già dai battistrada… cerco di trovare un ritmo costante che mi permetta di arrivare almeno fino in fondo senza perdere altre posizioni, ma oggi proprio non gira… anche se con gran fatica riesco a reggere fino all’ultimo km, quando purtroppo devo alzare bandiera bianca a Luca Ponti che sopraggiunto dalle retrovie, innescando una bella progressione finale riesce a sopravanzarmi.

IMG_3618 Finalmente il traguardo: chiudo una delle gare più difficili e sofferte da quando corro in 13a posizione, impiegando 37’19” per coprire i 10km tondi tondi rilevati al GPS. Il mattatore di giornata è ancora una volta il forte Ivan Breda che si presenta per 1° all’arrivo dopo 34’20”, al 2° posto Ferdinando Mignani in 34’47”, mentre a chiudere il podio è Nader Rahhal in 35’16”; poi in successione Alberto Larice (4°) in 35’41”, Manuel Beltrami (5°) in 35’51”, Marco Tiozzo (6°) in 36’05”, Cristiano Marchesin (7°) in 36’20”, Giovanni Reggiori (8°) in 36’30”, Mario Paonessa (9°) in 36’46” e Alberto Antognazza (10°). In campo femminile vittoria per Cristina Clerici in 39’19”, al 2° posto Elisa Masciocchi in 39’58” e al 3° Silvia Murgia (40’25”) che brucia in volata Chiara Quartesan (4a), al 5° posto Paola Zaghi. (Grazie a Mario Busnelli che ha raccolto posizioni e tempi)

                           >>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Comunque a parte la mia prestazione opaca che dopo la mezza maratona di settimana scorsa ci può tranquillamente stare, il problema serio è che nonostante lo stop di questi giorni, adesso ho il solito dolore alla gamba destra tale e quale a prima… son davvero depresso…

Per vedere qualche foto della manifestazione ci sono quelle di CorsAmica by Mario Busnelli, mentre per leggere ancora qualcosa vi rimando al commento di Antonio Puricelli sul sito dell’Atletica Casorate, a quello di Daniele Uboldi su Dani-half-marathon e a quello di Mario Busnelli su CorsAmica (con tanto di mini videointervista al sottoscritto hihihihihi: Grazie Mario!). Settimana prossima il Piede d’Oro si ferma per le festività Pasquali, il prossimo appuntamento è per Domenica 11 Aprile a Brenta dove la pro loco in collaborazione con il gruppo Alpini, darà vita alla “Su e giò per i runchit”.

13 commenti:

  1. 21 km tirati non sono facili da recuperare in 7gg, soprattutto in una tappa del Piede d'Oro, di per sè già dura!!! e dopo non aver corso praticamente per tutta settimana.Pensa! hai tenuto più o meno la stessa media: 3'42"/3'45"Ciaooooooooo

    RispondiElimina
  2. Bè, se vogliam fare un paragone fra le 2 corse bisogna prendere in entrambi i casi i dati del GPS: e allora è anche peggio... Vigevano 3'38"/km, Cuasso al Piano 3'45"/km...Comunque parlando anche con Ivan (Breda), nonostante abbia vinto, anche lui ha accusato un pò i postumi della mezza... e anche lui ha tenuto una media al km più bassa rispetto a Vigevano; c'è anche da dire che seppur più corto, il percorso odierno era ben più duro!Alla fine quello che mi preocupa non è la prestazione di oggi, ma il problema alla gamba che non accenna a passare... :-(

    RispondiElimina
  3. Hai ragione! infatti anch'io se tengo in considerazione i dati del gps, a Vigevano ho corso a 4'31" e oggi a 4'34" ... cmq ho sentito anch'io la fatica di domenica ... se pensi che poi arrivo da due mezze in 15gg (il personale nella prima) con in mezzo la tappa di Bardello! sono più che soddisfatto!Vedrai che la gamba con i primi caldi ti lascerà in pace!

    RispondiElimina
  4. Cavoli allora io son contento 4' 25" da gps a vigevano 4' 23" oggi. io pensavo di essere andato male son partito fortissimo ma negli ultimi tre ero fermo. Vai Beppe non mollare! Dani ci vediamo al 3000 antonello

    RispondiElimina
  5. Antonello ... tu mi stai facendo mangiare la polvere ... sarà difficile riprenderti!!!Ci vediamo a Casorate! sarà all'ultimo respiro!!!

    RispondiElimina
  6. William e Dominique29 marzo 2010 14:46

    Se ti può consolare beppe anche io ho male alla gamba destra da sempre... uhahahahahaha io al ginocchio però :) anche se devo ammettere che con le scarpe nuove che mi ha comprato william sabato pomeriggio mi sono trovata benissimo e poi finalmente le ho trovate nere!!! b giornata D. & W

    RispondiElimina
  7. lo so che dico un'eresia..ma prenderti un periodo di riposo?Comunque mi pare che vai sempre come un treno nonostante gli acciacchi!

    RispondiElimina
  8. Da ieri sono "ufficialmente" fermo :-(Voglio approffittare della sosta Pasquale del Piede d'Oro per stare un pò a riposo, con la speranza di riuscire a rientrare già a Brenta magari senza dolori......spero.

    RispondiElimina
  9. William e Dominique30 marzo 2010 16:03

    beh, direi che hai preso una decisione saggia Beppe... io e William ci siamo chiesti persino per quale motivo fare una mezza se si hanno dolori ad una gamba ;) rimettiti a nuovo !!!! hahaha

    RispondiElimina
  10. Per quale motivo?? Bè, per quello stesso motivo che mi spinge a uscire a correre quando piove, nevica o tira vento, oppure a svegliarmi tutte le sante Domeniche all'alba per andare a faticare in qualche paesino della provincia...Credo che quel motivo si chiami passione. ^_^

    RispondiElimina
  11. William e Dominique30 marzo 2010 20:40

    si ho capito... ma bisogna anche avere "la testa" per dire no quando hai problemi fisici e curarsi... se no finisci come william che con la sua PASSIONE per corsa e calcio è finito in ospedale per un condroblastoma...

    RispondiElimina
  12. ciao campione come a la gambetta...grazie dei complimenti ma è stato un 3° posto regalato..nel senso che "competitivi" erano pochi......conciato comero(tra notte appena finita e mezza nelle gambe)..capisci che concorrenza c'era..a parte matteo.....spero ti rimetti in fretta...vedi di curarti al meglio...

    RispondiElimina
  13. X W&D:non ho detto che quello che faccio sia giusto o meno... anzi sono il prmo a rendermi conto che certe cose me le vado a cercare...Però visto che tu mi avevi chiesto le motivazioni che mi hanno spinto a correre una mezza avendo il problema alla gamba, io ti ho semplicemente risposto :-)X Marco:ue, sei tornato a scrivere come "Runners Olona"? :-)La gambetta va che finchè non faccio movimenti strani o non la metto "in tensione" non mi da fastidio... però sento che non è a posto... è sufficiente tentare di fare un allungamento per sentire la stilettata al femorale...Il tuo 3° posto è sempre un 3° posto, e nessuno regala mai niente! Poi considerando la mezza della settimana prima e che arrivavi da una nottata di lavoro... bè complimenti doppi!

    RispondiElimina