domenica 8 giugno 2014

Grand Prix Runners Valbossa - Azzate

17a tappa Piede d’Oro 2014

Vegonno

Stamane una giornata dal clima tipicamente estivo ha salutato il consueto appuntamento Domenicale col Piede d’Oro, che per l’occasione ha fatto tappa ad Azzate, dove il locale gruppo sportivo dei Runners Valbossa, ha dato vita alla 23a edizione dell’omonimo Grand Prix.

Io arrivo dalla serale di Quinzano che non è andata esattamente come speravo…
…altra prestazione un po’ sottotono che mi ha lasciato un pizzico di delusione; così oggi la voglia di rivalsa non manca di sicuro, bisognerà solo vedere se anche le gambe avranno voglia di assecondare la testa…

Alle 9.00 in punto il colpo di pistola; si parte subito in salita sulla strada che conduce verso la piana di Vegonno: un luogo davvero incantato!
Purtroppo non ho modo di godere appieno degli scorci suggestivi che mi circondano, perchè un quintetto composto da Salah Argoub, Matteo Borgnolo, Ferdinando Mignani, Fabio Di Giacomo e Fouad Touti, sta già mettendo alla frusta tutto il lungo serpentone di atleti, e io ho il mio bel da fare per provare a mantenermi nella loro scia.

Attraversiamo la piana, breve tratto su asfalto in direzione Montonate prima di tuffarci nuovamente fra campi e boschi; Salah aumenta ancora il ritmo, Di Giacomo e Borgnolo provano a rispondergli immediatamente, mentre Touti e Mignani cominciano a perdere terreno.
Io mi ritrovo in 6a posizione a mia volta staccato di qualche metro da Mignani, ma con la sensazione di poter rientrare.

10295275_643299462420002_3034897175603625734_o

Così è: attorno al 5° chilometro riesco ad agganciare Ferdinando, e con lui ci riportiamo su Borgnolo che sta attraversando un evidente momento di difficoltà; senza troppi indugi lo passiamo e ci mettiamo a caccia di Touti che si trova in 3a posizione.
Io e Mignani ci diamo cambi regolari: nei tratti più veloci sono io a dettare il ritmo con Ferdinando che pare faticare un po’ a starmi in scia, mentre quando la strada sale sono io a soffrire l’andatura imposta dal portacolori del CUS dei Laghi; sta di fatto che fra una trainata e l’altra, anche il divario da Touti e da Di Giacomo che lo precede di qualche secondo, va via via diminuendo.

Arriviamo all’ultimo strappo che riporta in Vegonno: Ferdinando guadagna nuovamente un po’ di terreno, ma non mi perdo d’animo; ci dirigiamo nuovamente verso la piana, svolta a sinistra ed eccoci nel sentiero boschivo che riporta verso la fattoria Canale e verso l’arrivo di giornata.
Nel frattempo sono riuscito a ricucire lo strappo che mi divideva dal Ferdy; mi accodo, ma mi rendo conto di dover quasi frenare per non andare a “tamponare” il compagno d’avventura…

altimetria grand prix valbossaCosì decido di provare a passare: il sentiero è stretto, ma l’operazione riesce comunque! Capisco che Ferdinando sta faticando per restarmi attaccato, quindi decido di spalancare a fondo il gas.
Guadagno subito terreno, riportandomi rapidamente anche sulla canotta bianco verde di Touti che godeva di una trentina di metri di vantaggio; sono abbastanza al limite, ma non c’è tempo per pensarci, quindi nonostante tutto, rilancio ancor più la mia velocità.
Passo anche Touti e fra me e me penso:
“ok, il meno è fatto; adesso devo resistere fino al traguardo"!”

Stringo i denti, e resisto molto bene, tanto che anche il distacco da Fabio Di Giacomo che si trova in 2a posizione comincia ad assottigliarsi; purtroppo però la gara è ormai finita, o quasi…
…infatti godendo di un po’ di vantaggio su chi era alle mie spalle e vedendo che comunque non sarei riuscito a rientrare su chi mi precedeva, negli ultimi metri rallento vistosamente, rischiando addirittura di farmi beffare proprio sulla linea del traguardo da Touti, che a differenza mia, non aveva mollato minimamente!

arrivo

Ad ogni modo riesco a mantenere il mio piazzamento: sono 3° coprendo i 9,95km rilevati al mio GPS in 37’07”.

CLASSIFICA MASCHILE: 1° Salah Argoub (35’51”), 2° Fabio Di Giacomo (36’48”), 3° Giuseppe Bollini (37’07”), 4° Fouad Touti (37’07”), 5° Ferdinando Mignani (37’12”), 6° Nader Rahhal (37’46”), 7° Rachid Argoub (38’06”), 8° Livio Saltarelli (38’09”), 9° Andrea Tersigni (38’30” non competitivo), 10° Simone Prina (38’47”).
CLASSIFICA FEMMINILE: 1a Sabina Ambrosetti (41’52”), 2a Rosanna Urso (43’42”), 3a Eugenia Vasconi (44’05”), 4a Barbara Pavan (46’39”), 5a Laura Marsiglio (47’25”), 6a Mara Minato (47’56”), 7a Sara Zuccolotto (48’21”), 8a Elisa De Paoli (48’37” non competitiva), 9a Katia Fornasa (48’54”), 10a Elena Soffia (49’54”).

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

premiazioni maschili

>>>FOTO by S.Crosta<<<            >>>FOTO by G.Giamberini<<<            >>>FOTO by S.Iuliano<<<

Complimenti agli amici dei Valbossa: gara bellissima magistralmente organizzata!
Venendo a me, sicuramente soddisfatto: ci voleva una giornata così per ritrovare un po’ di morale!

Domenica prossima tutti a Bardello per la 5a edizione della “Sù e giò par Bardell”, non prima di esser passati Martedì sera per Casorate Sempione, dove andrà in scena la 6a e ultima tappa del Giro Podistico del Varesotto. Buone co®se a tutti!!

2 commenti:

  1. Mai basolone cosa ci fa lì in mezzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basolone ha corso: dai un'occhiata alla classifica completa ;)

      Elimina