lunedì 5 aprile 2010

Dentro al tunnel…

nervo_sciatico_sciatica Purtroppo anche oggi niente corsa per me… così cerco di alleviare la mia crisi d’astinenza saltando tra i vari siti e blog di corsa, alla ricerca dei racconti degli amici che hanno preso parte alle numerose manifestazioni podistiche che oggi erano presenti in calendario.

Nonostante lo stop forzato che dura ormai dalla gara di 8 giorni fa a Cuasso, il mio problema è tutt’altro che risolto… senza sollecitazioni dovute agli allenamenti e alle gare, la situazione sembra leggermente migliorata, ma onestamente pensavo di trarre maggiori benefici da questa pausa.

Il fastidio è sempre quello che ormai mi accompagna da almeno 4 mesi a questa parte, un dolore che partendo da sotto il gluteo destro, si irradia poi alla parte posteriore dell’arto; ho la testa dura (basti pensare che ci son voluti 4 mesi prima che mi decidessi a fermarmi…) e non sono ancora andato a farmi vedere da uno specialista, però dai sintomi mi son fatto l’idea che il tutto sia causato dal nervo sciatico. Andando poi più nello specifico, penso che la vera causa possa anche essere la sindrome del piriforme.

La voglia di uscire a correre è tanta, ma ultimamente non era più un piacere: pochi allenamenti e di minore intensità rispetto al solito con il fastidio sempre presente, gare con maggiore sofferenza e risultati più scarsi a causa degli allenamenti sommari… insomma un cane che si morde la coda…

Morale della favola: sono dentro ad un tunnel… e per il momento l’uscita non sembra essere troppo vicina… Vabbè, bando al disfattismo! Con la speranza di sbagliarmi e di poter tornare al più presto a zompettare per le strade, continuo le mie letture sulle gare odierne!

16 commenti:

  1. Il tunnel e lungo e al buio, ci sono stata dentro 2 volte quest'anno !! Ma c'e l'uscita....... Vi a farti vedere da uno specialista... Vuoi che ti porto un uovo di cioccolato ;-P

    RispondiElimina
  2. E' dalla Pu.Ma Ten che ti dico che potrebbe essere il nervo sciatico, secondo quello che mi raccontava il mio osteopata!Quanti post come questo devi ancora fare prima di andare da uno specialista?Avevi paura che ti avrebbe detto di fermarti! bè ma mi sembra che cmq ti sei fermato lo stesso ... ma senza le cure adeguate probabilmente i tempi si allungano!!!Forza zuccone!!!

    RispondiElimina
  3. mmm.... che dirti, quanto a testa dura possiamo quasi duellare alla pari.... Spero in una tua rapida guarigione....Per la Cronaca Svizzera (Media Blenio - 10km) Brambilla 32'46" battuto dallo svizzero Sutz 32'41"Nel Grand Prix, l'etiope Merga fa 29'02"

    RispondiElimina
  4. La testa dura è un "pregio" di noi, amanti della corsa. Soffrire e andare avanti, sempre, ad ogni costo, senza valutare quello cheverrà. Forza Beppe ;-)

    RispondiElimina
  5. senti..pazzo....ascolta uno che di tunnel è esperto....curati punto ....ho fato due anni con sti cavoli di tendini a correre 3 mesi e fermarmi 2 mesi perchè mi ostinavo a dire .."non è niente di grave".."passera".."stringo i denti"..alla fine ho perso solo tempo e rischiato di fermarmi per parecchio.è dura per noi che abbiam la corsa nel sangue(piano o forte che andiamo)stare fermi ma purtroppo a volte bisogna per poter andare avanti...fatti veder curati piu che puoi,mettici la grinta che usi in gara e vedrai che sarai in pista prestissimo.se ti lasci prendere dal "tunnel"....e come farti battere in gra da uno che non ti batte mai....mi raccomando

    RispondiElimina
  6. X Janine:di cioccolato mi sa che ne ho già abusato anche fin troppo!!!!X Daniele:alla fine non ho la certezza di quale sia la cusa del problema dato che la diagnosi è made in Beppe...X Omar:allora se hai una testa solo lontanamente della durezza della mia, mi puoi capire fino in fondo!X Attilio:grazie Attilio, ci vediamo presto.X Marco:il paragone finale che hai fatto nel tuo commento è più che significativo: farò del mio meglio per non farmi battere ;-)

    RispondiElimina
  7. Io ho smesso di correre curandomi non a sufficienza. Come ti hanno detto gli altri fatti vedere. Un paio di esami non guasterebbero, e poi in mano a un fisioterapista appena si è capito cosa hai veramente.Ciao e guarda che il Piede d'oro lo fanno lo stesso anche se manchi a qualche gara. E' meglio stare fuori poco adesso che tanto dopo.

    RispondiElimina
  8. beh quello che volevo consigliarti è quello che hanno già fatto tutti.l'unica cosa che posso dirti...magari cerca una fisioterapista donna, sia mai che ti invogli a curarti:)

    RispondiElimina
  9. X Mario:non è tanto questione di Piede d'Oro o meno... il dscorso è più generale, già stare fermo questi giorni è stato un sacrificio... non sai che voglia che ho di uscire anche solo mezz'oretta...X Federica::-)

    RispondiElimina
  10. allora????novità..si è accesala luce nel tunnel......

    RispondiElimina
  11. Ciao Marco,devo dire che da 3 giorni a questa parte la situazione mi sembra sia migliorata: magari non risolta ma migliorata si, tant'è che oggi ho una mezza idea di provare a uscire mezz'oretta per vedere come va, visto che ormai son 12 giorni (togliendo la gara di Cuasso 17) che non corro...Vedremo, stasera saprò se quella che sto vedendo è la luce dell'uscita del tunnel, o solo la luce di una lampadina all'interno del tunnel...

    RispondiElimina
  12. William e Dominique9 aprile 2010 11:44

    io mi farei vedere prima di peggiorare ulteriormente... ti ho detto cosa ha passato william ignorando il problema... ed io anche una situazione simile, rimandando rimandando fino a poi essere quasi ricoverata d'urgenza per una ciste ovarica di 2 kg...

    RispondiElimina
  13. Aspetta che mi do una grattatina... sgrat sgratOk!A parte gli scherzi, non lo sto ignorando il problema, mi son fermato, ho cercato di intervenire con antinfiammatori per via orale e per via cutanea (pomate) e ho incominciato a fare esercizi di stretching mirati. Adesso vorrei solo provare a ripartire con molta cautela e vedere cosa succede...Tutto qua.

    RispondiElimina
  14. William e Dominique9 aprile 2010 14:01

    fai come meglio credi, penso tu sia grande abbastanza per prendere le decisioni da solo :) ci si vede domenica allora .. mi fa fare gli 8.. speriamo in bene va...

    RispondiElimina
  15. ciao Beppe, sono anch'io nella stessa situazione, ho rovato a fermarmi per una decina di giorni per per riprendere lentamente, ma il dolore puntuale torna tra l'inguine e il muscolo della coscia, pomate, antinfiammatori,ginnastica e stretching mirati sembra non sortano nessun effetto, pertanto ho deciso di rivolgermi ad una specialista, perlomeno per essere certo di capire di preciso di cosa si tratti. Mi hanno consigliato il dott. Migliorini di Cameri (No), qualcuno si è affidato alle sue cure, o c'è qualcun'altro.Si dice mal comune mezza gaudio, io ti auguro e mi auguro che tutto passi presto nel migliore dei modi e magari ritrovarci a correre in qualche gara.Giancarlo (CorriamoTutti)

    RispondiElimina
  16. Ciao Giancarlo, mi spiace che anche tu sia afflitto da problemi fisici...purtroppo per chi pratica regolarmente la corsa a piedi, questi inconvenienti fanno parte del gioco... anche se ognuno di noi si augura che non capitino mai a lui...Ieri sono uscito mezz'oretta e stamattina ho replicato con 40'; la situazione non è rsolta ma dalle impressioni avute da queste 2 uscite, mi sembra che sia perlomeno in via di miglioramento. Speriamo.Ti auguro di riuscire a capire la causa del tuo problema e di risolverlo quanto prima: ci conto di trovarti a qualche gara e conoscerti di persona! ;-)Ciao, a presto.

    RispondiElimina