domenica 15 maggio 2011

Corri con noi per la vita – Gazzada Schianno

12a tappa Piede d’Oro 2011

Cambia la data di svolgimento, ma non le condizioni climatiche che ogni anno accompagnano la gara di Gazzada Schianno: anche stamane infatti una giornata piuttosto fresca, con un forte vento e tanti nuvoloni neri, hanno caratterizzato la 6a edizione della “Corrri con noi per la vita”; fortunatamente non ha piovuto, anche se la zona della partenza/arrivo e i tratti di sterrato presenti lungo il tracciato erano comunque piuttosto fangosi per l’acqua caduta fra la sera di ieri e la mattina di oggi.

Per me la settimana appena trascorsa è stata a dir poco tragica: Lunedì, Martedì e Mercoledì con un gran mal di gambe, sensazione di pesantezza e stanchezza onnipresente… poi Giovedì e Venerdì il male alle gambe è scomparso, ma in compenso ho fatto 2 giorni con svarioni, giramenti di testa e malessere generale… ieri la prima giornata in cui mi sentivo di nuovo in condizioni accettabili… morale della favola pochissimi allenamenti e tutti molto blandi.

Comunque appena arrivato alla pista da motocross di Schianno, mi imbatto come sempre nei numerosi amici, che fra una battuta e l’altra riescono sempre a ricaricarmi le pile!! Così grazie ai tanti incoraggiamenti e all’adrenalina della gara, alle 9 sono schierato in pole position sulla riga di partenza!

Altimetria Gazzada Schianno Quest’anno il senso di marcia del circuito che si affronta appena partiti è stato invertito, e nonostante la strada non sia ancora del tutto adatta ad accogliere gli oltre 630 iscritti di giornata, devo dire che la situazione è comunque nettamente migliorata rispetto all’ultima edizione!

Fin dai primi metri è il solito Ivan Breda a prendere il comando della corsa, nella sua scia Salah Argoub, via via tutti gli altri. Al 2° passaggio nel circuito purtroppo vedo l’amico Riccardo (dei Runners Quinzano) a terra soccorso dai sanitari della Croce Rossa, per lui una brutta distorsione alla caviglia: in bocca al lupo di pronta guarigione! La corsa intanto entra nel vivo: sulla salita che porta nel centro di Schianno vengo superato da un brillantissimo Maurone Toniolo, mentre Vanini continua ad essere la mia ombra.

Argoub e Breda viaggiano in coppia e hanno già qualche metro di vantaggio, subito dietro si forma invece un terzetto composto proprio da Toniolo, Vanini e il sottoscritto; continuiamo così fino all’ingresso della lunga parte sterrata che conduce fino nei pressi della zona industriale. In questo tratto di fuori strada la situazione si rimescola un poco: Toniolo riesce a cambiare passo, raggiungendo Breda e staccandolo decisamente, subito alle loro spalle è il sempre più in forma Giovanni Vanini ad aumentare il ritmo e a guadagnare circa 30 metri su di me, mentre dietro ci sono sempre Mora, Lucchina e Angotzi, che non mollano un metro!

Finalmente abbandoniamo il tratto di sterrato che patisco sempre molto, immettendoci sulla strada che riporta verso la pista da motocross: circa 1,5 / 2 km di asfalto bello pianeggiante, dove posso provare a far valere le mie doti di “passista”. Spingo bene senza mai essere in affanno, girando su un passo prossimo ai 3’15”/km; il distacco da Vanini anche se lentamente si assottiglia sempre più, tanto che allo scoccare dell’ultimo chilometro ci sono solo pochi metri a dividermi dal portacolori dei Runner Varese.

gazzadaPeccato che anche l’asfalto sia finito… ci inoltriamo nuovamente nei boschi, con l’ultima difficile salita di giornata ad attenderci poco più avanti. Le pendenze sono molto ardue, e l’ascesa è complicata ancor di più dal fango che ha reso scivolosissimo il fondo…
Qui Giovanni allunga nuovamente, annullando di fatto ogni mia residua speranza di riuscire ad impensierirlo per il piazzamento finale…

Concludo così la mia gara proprio alle sue spalle, tagliando il traguardo in 5a posizione col tempo di 35’18” necessario per coprire i 9,65km rilevati al mio GPS. Alla fine considerando la settimana appena trascorsa direi che posso senz’altro ritenermi soddisfatto della prestazione odierna!

Gara vinta da Salah Argoub in 34’24”, 2° posto per il mitico Maurone Toniolo in 34’31”, chiude il podio Ivan Breda in 35’02”; poi nell’ordine: 4° Giovanni Vanini in 35’09”, 5° Giuseppe Bollini in 35’18”, 6° Massimo Lucchina in 35’27”, 7° Maurizio Mora in 35’33”, 8° Gioacchino Giordano in 35’44”, 9° Emanuele Angotzi in 36’03” e 10° Biagio Cantisani in 36’10”. In campo femminile s’impone ancora una volta Rosanna Urso col tempo di 40’23”, 2a piazza per Elena Begnis in 40’44”, chiude il podio Giusy Verga in 42’22”; poi nell’ordine: 4a Giuliana Novati in 42’50”, 5a Francesca Barone in 43’10”, 6a Rita Grisotto in 44’43”, 7a Angiola Conte in 46’15”, 8a Eugenia vasconi in 46’27”, 9a Simona Vignati in 46’33” e 10a Cinzia Menegon in 48’54”.

>>>CLASSIFICA COMPLETA<<<

Buonissima l’organizzazione targata G.P. Gazzada Schianno, unico neo da segnalare uno sviluppo totale superiore di 650 metri rispetto ai 9km dichiarati. Per le foto della giornata saranno a breve disponibili nella fotogallery del G.P. Gazzada Schianno, mentre per il commento del soxj non mancate di far visita al suo blog.

Adesso non resta che scaldare i motori in vista della prossima tappa del PSV che si terrà Domenica prossima a Somma Lombardo, dove il locale gruppo sportivo darà vita alla 26a edizione della “Camminata Madonna della Ghianda”; infine per chi volesse “sgranchirsi” le gambe anche in settimana, ricordo l’appuntamento serale di Giovedì 19 Maggio con la 6a edizione della MONclassic.

3 commenti:

  1. Direi che sei andato benissimo, il fatto che soffrivi sul fondo pesante credo sia un segnale di un po' di stanchezza muscolare dovuta al caldo di questa settimana... adesso fai qualche allenamento rigenerante e ricarica le batterie per il giro mi raccomando! Sono contento anche per il mitico Mauro Toniolo grande gara bravissimo! Ciao

    RispondiElimina
  2. X Omar:
    :-)

    X Umbe:
    può essere, comunque io in genere patisco sempre molto lo sterrato se poi è pesante come oggi ancora peggio...
    Quest'anno il Piede d'Oro è davvero molto combattuto, il Giro potrei anche prenderlo come allenamento...

    P.S.
    anche oggi c'era il giovane ragazzo di colore con scarpe da calcetto, ma stavolta ha fatto una partenza più giudiziosa :-)
    Non so come si sia piazzato, ma penso che se comincerà a correre con costanza, prima o poi lo vedremo nelle prime posizioni.

    RispondiElimina