domenica 20 settembre 2009

Giro della Lagozza - Besnate

Il Beppe, Luked e GrazianoOggi non posso che esordire facendo i complimenti più sinceri ad Antonio Alezio! "Perchè??" direte voi... bè, perchè se non fosse stato per la sua buona volontà di prendersi in carico anche l'organizzazione di questa gara (dopo quella di Bernate), probabilmente non si sarebbe corso a Besnate! E allora bravo Antonio e bravi tutti quelli che si sono messi a disposizione per la riuscita della manifestazione!

Tracciato completamente rivoluzionato per questo "Giro della Lagozza", con un bel circuito di circa 5,7km da percorrere 2 volte. In effetti quest'anno la Lagozza non si è vista neanche in lontananza, ma almeno personalmente il nuovo percorso non mi ha certo fatto rimpiangere quello delle passate edizioni! Partenza dal centro sportivo di via Vittorio Veneto, passaggio per le vie del paese con successiva picchiata verso il ristorante "La Maggiolina", dove una volta abbandonata la strada principale si andava a prendere uno dei sentieri della Valle del Boia. Una volta usciti dal tratto boschivo e riattraversata la provinciale, si tornava verso la zona di partenza passando prima in un campo erboso (dove tra l'erba alta e l'acqua caduta nei giorni scorsi lo sforzo per avanzare veniva amplificato in maniera notevole...), e poi ancora su asfalto per l'ultimo chilometro.

Oggi nonostante la concomitanza di diverse manifestazioni abbastanza vicine (vedi StraLugano e mezza di Monza), la partecipazione è stata davvero buona, con alcuni nomi di tutto rilievo: su tutti il marocchino Lhoussaine Oukhrid, il suo connazzionale Nader Rahhal, Marco Brambilla, Matteo Raimondi e Ivan Breda!!!

Alle 9 dopo un minuto di raccoglimento arriva lo sparo, il più lesto a prendere le redini della corsa è Manuel Beltrami, nella sua scia si portano il forte Brambilla, Raimondi, il sottoscritto e Buzzi; poco più dietro Rahhal e Oukhrid. Tutto bene fino all'entrata nel bosco, dove a causa di una svista i primi 10/12 atleti, me compreso si trovano davanti al cancello di una casa... rapido dietro front, per imboccare la giusta via e ritmo che subisce un forte incremento. Verso la fine del 1° giro Brambilla, Oukhrid, Rahhal, Breda e Raimondi hanno già scavato un discreto divario sul resto del gruppetto, che vede fra i primissimi inseguitori Evariste Assoumon, Alberto Buzzi, e la coppia formata da me e dall'amico Manuel Beltrami.

Tempi al km Giro della Lagozza 2009 Altimetria Giro della Lagozza 2009

Nonostante i primi abbiano un altro passo e continuino a guadagnare terreno inesorabilmente, io tengo comunque bene fino all'8° km circa, quando Beltrami che si era mantenuto in scia fino a quel momento, grazie ad una bella progressione riesce a guadagnare qualche metro; vorrei stare con lui, ma le mie gambe non sono d'accordo... poco alla volta lo vedo allontanarsi, fino a ricucire completamente i 100mt. che lo dividevano da Buzzi.

Ormai manca solo un km, le energie cominciano a scarseggiare, ma stringendo i denti riesco a chiudere bene la mia fatica: sono 9° assoluto, coprendo i 11,51km rilevati al GPS in 41' netti. Neanche a dirlo gara vinta da Lhoussain Oukhrid (38'25") che come da consuetudine si limita a controllare per tutta la gara Marco Brambilla (2° in 38'30" ma non iscritto al PSV, quindi fuori classifica) regolandolo poi nelle battute finali; al 3° posto Nader Rahhal (38'45") mentre ai piedi del podio si piazza Ivan Breda (38'54") che anche oggi non ha spinto a fondo in previsione dell'impegno che lo aspetta settimana prossima: i 5000mt. in pista valevoli per il titolo Italiano, poi in successione Matteo Raimondi (5°) 39'10", Evariste Assoumon (6°) 39'40", Manuel Beltrami (7°) 40'18", Alberto Buzzi (8°) 40'48", Giuseppe Bollini (9°) 41' e Enrico Rodari (10°) 41'35". Fra le donne è Cinzia Lischetti a spuntarla su tutte in 48'03", al 2° posto Emanuela Fossa (48'16") e al 3° posto Angiola Conte (49'31"); poi Monica Mele (4a) 50'30", Cristina Grassi (5a) 51', Elena Casagrande (6a) 52'17", Vera Veronelli (7a) 52'32" e Sabrina Vigezzi (8a) 53'.

                                        >>>CLASSIFICA DI TAPPA<<<

Podio PSV maschile La 1a Donna

Per quanto riguarda la tappa di oggi non mi resta che segnalarvi Il blog di Matteo Raimondi dove potrete trovare anche il suo commento e quello degli amici dell' Athlon Runners, mentre per il proseguio del Piede d'Oro vi ricordo l'appuntamento per Domenica prossima a Mercallo dove l'Ass. Sport. Giovani Mercallo darà vita alla 13a edizione della "Caminava dei sass".

Per tutti coloro che invece sono interessati a sapere come sono andate la StraLugano e la mezza di Monza segnalo i siti ufficiali delle 2 manifestazioni.

Ultimissima curiosità: oggi stranamente (dico stranamente perchè il percorso era piatto e senza ostacoli quali piante o palazzi) confrontando i dati del GPS ho notato differenze importanti da un atleta ad un altro... il mio indicava 11,51km, quello di Matteo e di Luked poco più di 11,4 altri mi hanno detto 11,3 e ancora 11,2 fino a uno che addirittura ha rilevato 11,1km... probabilmente il tutto è imputabile al passaggio sotto al ponte dell'autostrada (della lunghezza di circa 100mt da ripetere 2 volte) dove a qualcuno potrebbe esser saltato il segnale satellitare... siccome sono curioso, oggi munito di bici e contakm (tarato giusto!!!!) vado a rifare il giro, poi vi farò sapere ;-)

VERIFICA IN BICI CON CONTAKM EFFETTUATA! RISULTATO ----> 11,56KM mica per niente sono il misuratore "ufficiale" del Piede d'Oro!!!!!!

11 commenti:

  1. Ciao Beppe!Da quello che intuisco, con il cambio di percorso, il tracciato ti si addiceva maggiormente!

    RispondiElimina
  2. Ciao Daniele!In realtà anche il percorso delle passate edizioni mi piaceva molto e si addiceva alle mie caratteristiche, perchè abbastanza veloce e con un paio di asperità solo negli ultimi 2km, ma quello di quest'anno è stato altrettanto apprezzato!Anche perchè i circuiti mi danno modo di dosarmi meglio!

    RispondiElimina
  3. Mi sa che non mi conviene fare il fotografo...(anche se l'Alezio l'aveva detto: "Atleti attenti ai piedi..."), ti ho zappato i piedi nella foto... Per ora ho fatto il bravo... e il GPS nn lo butto...Il mio e quello di Attilio (ghepardo56) hanno perso il segnale nella galleria, segnando 31,5 km/h e 39,6 km/h (vado a spanne...)Ci vediamo a Mercallo...

    RispondiElimina
  4. A.S.D.RunnersQuinzano20 settembre 2009 19:25

    Il post compleanno non ti ha fatto perdere colpi , e bravo Beppe sempre in forma !!! Se domani sera non hai impegni passa in sede , cosi' potrai sentire i commenti di Monza del presidente , che si e' migliorato di circa 8-9 min !!!!!Ciao.

    RispondiElimina
  5. X Omar: siete andati troppo piano sotto al ponte ecco perchè ha perso il segnale :-)))X Antonio:domani vedo di passare ;-)P.S. ti ho inviato via mail una foto con la premiazione della vostra punta di diamante a Besnate!

    RispondiElimina
  6. Grande Beppe. Ottima l'idea di misurare il percorso con il contachilometri della bici. Almeno si sa esattamente a che passo si è andati. Ti sei proprio meritato il titolo di MISURATORE UFFICIALE DEL PIEDE D'ORO. Ciao

    RispondiElimina
  7. Ma per partecipare al Piede dOro uno deve sapere fare un po' di tutto? Fabbro (o scassinatore...), topografo, misuratore ecc ecc....caspita Beppe stanno venendo fuori tutte le tue doti nascoste, chissà domenica che farai. A parte tutto oggi troppi ossi duri, pure Matteo ci si è messo.

    RispondiElimina
  8. Ho letto adesso quello che hai scritto sul blog di Matteo, oggi non mi trastullavo, ma mi sono fatto poco più di 40 km in bici quasi interamente nel parco delle Groane. Un pochino ho sudato anch'io. Ciao

    RispondiElimina
  9. Già, troppi ossi duri! Ma alla fine io son contento, so di aver fatto il massimo per le mie possibilità, e se gli altri vanno più forte tanto di cappello!A presto!

    RispondiElimina
  10. A parte che siamo andati come delle schezze "impazzite" sotto i ponti, ma cosa pensi sia questa differenza di km, ho visto che non è la prima volta! Può essere per caso un eventuale aggiornamento del firmware da fare? (ho anch'io un forerunner 305)Ciao

    RispondiElimina
  11. Ciao Attilio!Per le altre volte non so cosa dirti, se non che una differenza di 100mt su un tracciato di 10km da un GPS ad un altro sia del tutto normale: è una differenza derivante sia dal margine d'errore dello strumento che dalle possibili diverse traiettorie fatte lungo il percorso.Per la gara di Besnate il discorso invece è diverso: 400mt. di differenza su 11,5km son davvero troppi! Come già scritto (e anche Omar me l'ha confermato), probabilmente è dipeso dal fatto che sotto al ponte a qualcuno è saltato il segnale. Il ponte è lungo circa 100mt (da ripetere 2 volte), poi considera che appena torni in una zona dove c'è copertura, la riacquisizione del segnale non è immediata e comunque quando lo ritrova, il GPS collega l'ultimo punto dove aveva perso il segnale con quello dove l' ha ripreso con una linea retta (senza considerare che tu magari hai fatto delle curve).Per quanto riguarda l'aggiornamento firmware, io non ne ho mai fatti (e il mio ha ormai 3 anni), però per curiosità puoi dare un'occhiata sul sito Garmin.Ciaoooooo

    RispondiElimina